Claudio Martini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claudio Martini
Claudio Martini.jpg

Sindaco di Prato
Predecessore Alessandro Lucarini
Successore Fabrizio Mattei

Presidente della Regione Toscana
Durata mandato 2000 –
2010
Predecessore Vannino Chiti
Successore Enrico Rossi
sen. Claudio Martini
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Luogo nascita Il Bardo (Tunisia)
Data nascita 10 gennaio 1951 (1951-01-10) (63 anni)
Partito Partito Democratico
Legislatura XVII
Gruppo Partito Democratico
Circoscrizione Circoscrizione Toscana
Pagina istituzionale

Claudio Martini (Il Bardo, 10 gennaio 1951) è un politico italiano, ex Sindaco di Prato ed ex presidente della regione Toscana. Dal 2013 è senatore.

Cenni biograficimodifica | modifica sorgente

Nasce vicino a Tunisi, a Il Bardo, da una famiglia di emigrati livornesi. È un perito chimico.

Da giovane, una volta rientrato in Italia, entra a far parte della FGCI di Prato, di cui diviene segretario di federazione nel 1971.

Carriera politicamodifica | modifica sorgente

Nel 1985 viene eletto segretario pratese del PCI. In questi anni ha svolto ruoli di rilievo a livello europeo, come per esempio quello di rappresentante delle Regioni dell'Unione Europea. In qualità di presidente della Regione Toscana ha scritto le introduzioni di due volumi d'arte: Boldini Mon Amour, Pacini Editore 2008 e I Macchiaioli, Il Nuovo dopo la Macchia, Pacini Editore, 2009.

Sindaco di Pratomodifica | modifica sorgente

Nel 1988 venne eletto sindaco di Prato, dove realizza diversi progetti importanti per la città toscana, tra cui la creazione della Provincia di Prato nel 1992.

Regione Toscanamodifica | modifica sorgente

Alle elezioni regionali del 1995 viene eletto consigliere regionale con il Partito Democratico della Sinistra; già assessore alla sanità nella giunta regionale presieduta da Vannino Chiti. Nel 2000 è stato eletto Presidente della Regione Toscana con il 49,3% dei voti, un risultato modesto nella tradizione del PCI e del PDS in Toscana, abituata a superiori livelli di consenso.

Con le elezioni regionali della primavera 2005 è stato confermato in tale incarico con il 57,4% dei suffragi; il consenso della coalizione di centrosinistra (che non comprendeva Rifondazione Comunista) ed il suo personale crebbero di circa nove punti percentuali: l'andamento fu sorprendentemente confermato nelle elezioni politiche del 2006: Martini si batté con più costanza nella campagna elettorale dei candidati ulivisti nei collegi toscani e la sua regione fu l'unica ove uniformemente l'Unione superò il 60% dei voti.

Presidente del Forum Enti Locali del Partito Democratico dal 2009 dal Neo Segretario Pierluigi Bersani.

Senato della Repubblicamodifica | modifica sorgente

Nel 2013 risulta eletto come senatore per il Partito Democratico nella circoscrizione Toscana.

Altri progettimodifica | modifica sorgente


Predecessore Sindaco di Prato Successore Prato-Stemma.png
Alessandro Lucarini 1988 - 1995 Fabrizio Mattei







Creative Commons License