Codognè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Codognè
comune
Codognè – Stemma
Villa Toderini
Villa Toderini
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Treviso-Stemma.png Treviso
Sindaco Roberto Bet (centrodestra) dal 07/06/2009
Territorio
Coordinate 45°52′00″N 12°26′00″E / 45.866667°N 12.433333°E45.866667; 12.433333 (Codognè)Coordinate: 45°52′00″N 12°26′00″E / 45.866667°N 12.433333°E45.866667; 12.433333 (Codognè)
Altitudine 26 m s.l.m.
Superficie 21,67 km²
Abitanti 5 386[1] (31-12-2010)
Densità 248,55 ab./km²
Frazioni Cimavilla, Cimetta, Roverbasso
Località: Borgo Municipio, Borgo Chiesa, Campo Cervaro
Comuni confinanti Fontanelle, Gaiarine, Godega di Sant'Urbano, Mareno di Piave, San Fior, San Vendemiano, Vazzola
Altre informazioni
Cod. postale 31013
Prefisso 0438
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 026019
Cod. catastale C815
Targa TV
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona E, 2 422 GG[2]
Nome abitanti codognesi
Patrono sant'Andrea Apostolo
Giorno festivo 30 novembre
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Codognè
Il territorio comunale nella provincia di Treviso.
Il territorio comunale nella provincia di Treviso.
Sito istituzionale

Codognè è un comune italiano di 5.068 abitanti della provincia di Treviso, in Veneto.

Cenni storicimodifica | modifica sorgente

Il toponimo "Codognè" ha origine dal latino cotognetum, dovuto alle piantagioni di melo cotogno che fiancheggiavano l'antica via romana che, passando per Codognè, collegava Oderzo a Ceneda.

Nel medioevo la località veneta fu centro di un'attiva comunità benedettina.

Tra XVIII e XIX secolo Codognè ricorda che sostarono sul suo territorio Napoleone, in transito durante la battaglia dei Camolli, e Ugo Foscolo, ospite a Villa Toderini, luogo di composizione di alcuni sonetti.

Luoghi d'interessemodifica | modifica sorgente

Chiesa arcipretale di Sant'Andreamodifica | modifica sorgente

La chiesa parrocchiale di Codognè, ubicata in località Borgo Chiesa, è un edificio del XVIII secolo, con facciata a capanna, caratterizzata da un grande frontone dentellato e sovrastato da tre statue, sostenuto da quattro lunghe semicolonne corinzie. Al centro della facciata, un bassorilievo rettangolare rappresenta il santo a cui la chiesa è consacrata.

Internamente l'aula è a una sola navata, sul soffitto della quale c'è un affresco settecentesco; sulla parete di destra un affresco più antico con Madonna col Bambino e Agnus Dei è testimonianza dell'edificio preesistente a quello attuale.

Ville venetemodifica | modifica sorgente

Di seguito è riportato un elenco delle ville venete presenti sul territorio comunale di Codognè:

Aree naturalimodifica | modifica sorgente

Il platano monumentale

Il territorio di Codognè, fertile e perciò in vasta parte agricolo, va ricordato per la presenza di diversi corsi d'acqua e di risorgive, ascrivibili al peculiare paesaggio dei palù tra Livenza e Monticano, di cui Codognè è il fulcro, assieme a San Fior di Sotto e Zoppè.

Platano monumentalemodifica | modifica sorgente

Nel piazzale della chiesa di sant'Andrea sorge un grande platanus orientalis, la cui circonferenza è di 4,3 metri, per un'altezza di 26; è classificato nella lista dei circa 22.000 alberi monumentali italiani tutelati dalla guardia forestale e uno dei 16 dislocati in provincia di Treviso[7].

Frazionimodifica | modifica sorgente

Il centro di Roverbasso
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cimavilla, Cimetta e Roverbasso.

Al comune di Codognè pertengono tre frazioni: Cimavilla e Cimetta, le più a ovest, sorgono lungo la Strada Provinciale 15 Cadore-Mare, Roverbasso occupa invece l'area est del comune, comprendendo aree rurali di rilievo paesaggistico.

Evoluzione demograficamodifica | modifica sorgente

Abitanti censiti[8]

Amministrazionemodifica | modifica sorgente

Variazionimodifica | modifica sorgente

La circoscrizione territoriale ha subito le seguenti modifiche: nel 1869 aggregazione della frazione di Roverbasso staccata dal comune di Gaiarine.[9]

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Scheda della villa nel sito dell'Istituto Regionale Ville Venete
  4. ^ Scheda della villa nel sito dell'Istituto Regionale Ville Venete
  5. ^ Scheda della villa nel sito dell'Istituto Regionale Ville Venete
  6. ^ Scheda della villa nel sito dell'Istituto Regionale Ville Venete
  7. ^ Cfr. il censimento nazionale degli alberi monumentali
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3

Altri progettimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License