Corso della Ghiara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Corso della Ghiara a Reggio Emilia (oggi denominato Corso Garibaldi) è la strada più importante della città dopo la Via Emilia. Il nome Ghiara sta per ghiaia, poiché fino al 1226 vi si trovava il letto del torrente Crostolo.

Piazza Gioberti (già Piazza Adelgonda)modifica | modifica sorgente

Il corso ha inizio dalla via Emilia, in una piazzetta creata nel 1843 dalla demolizione di cinque case (dette isola Guaschi) per fare spazio all'obelisco, alto quasi 18 metri, innalzato per celebrare le nozze del duca Francesco V d'Este con la figlia del re di Baviera Adelgonda. Nel 1882 l'obelisco venne consacrato ai primi caduti del Risorgimento.

Edifici notevoli lungo il Corsomodifica | modifica sorgente

Poco oltre sorge la monumentale Basilica della Beata Vergine della Ghiara, situata di fronte al palazzo Ducale, ora sede della Provincia e della Prefettura. Il viale prosegue con un doppio filare di tigli. Fra i palazzi più importanti è da segnalare palazzo Magnani, caratterizzato all'esterno dalla statua di Giano bifronte e palazzo Manenti, dove alloggiò anche Napoleone.

Piazza del Cristo (ora Piazza Roversi)modifica | modifica sorgente

Al termine del Corso si trova la Piazzetta del Cristo, con l'omonimo oratorio barocco e sul lato orientale il palazzo Rangone. Poco oltre si arriva ad una delle porte della città, Porta Castello.

Manifestazionimodifica | modifica sorgente

La settimana precedente l'8 settembre di ogni anno il Corso è la sede della fiera tradizionale della Giareda.

Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia







Creative Commons License