Cristiano Zanus Fortes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cristiano Zanus Fortes
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 206 cm
Peso 112 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centro
Ritirato 2011
Carriera
Giovanili


1988-1989
1990-1992
1992-1993
Gazzera Mestre
ABC Mestre
Basket Mestre Basket Mestre
Basket Ravenna Basket Ravenna
Bologna San Lazzaro
Squadre di club
1989-1990 Gazzera Mestre
1993-1995 Basket Cervia Basket Cervia 33
1995-1996 Modena Modena 32
1996-1997 SV Oberelchingen SV Oberelchingen 6
1997-1998 Fabriano Basket Fabriano Basket 25
1998-2004 Pall. Varese Pall. Varese 146
2004 FuturVirtus FuturVirtus 8
2004-2005 Basket Livorno Basket Livorno 32
2005-2006 Viola Reggio Cal. Viola Reggio Cal. 13
2006 Dinamo Sassari Dinamo Sassari 15
2006-2010 Basket Rimini Crabs Crabs Rimini 95
2010-2011 Pall. Rovereto Pall. Rovereto 13
Nazionale
1998-2003 Italia Italia
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Cristiano Zanus Fortes (Venezia, 20 luglio 1971) è un ex cestista italiano.

Seppure l'assonanza del cognome possa indurre ad una provenienza straniera, le radici di Zanus Fortes hanno origine presso Aviano, nel Friuli.

Pivot di solidità, Zanus Fortes ha avuto nella difesa e nella grinta il suo punto forte. Ha giocato da professionista in Serie A italiana per più di un decennio. È in assoluto il primo giocatore italiano ingaggiato come comunitario in un campionato estero.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Inizia a giocare tardi, a 19 anni. Dopo tre anni passati tra Ravenna e San Lazzaro, nel 1993 passa a Cervia, dove trova subito la promozione in Serie A2. La squadra, pur mantenendo per un anno il titolo di Cervia, si sposta a Modena (dove trova l'attuale compagno di squadra Germán Scarone). Qui fa vedere ottime cifre (miglior rimbalzista offensivo italiano). Contro Montecatini disputa una partita da 12/13 al tiro e 9 rimbalzi in 29 minuti.[1]

Nel 1996 accetta l'offerta tedesca dell'Oberelchingen, squadra militante anche in Coppa Korac, ma subisce un grave infortunio ad un ginocchio.[2] Torna in Italia l'anno dopo, con la maglia di Fabriano, arrivando alle semifinali play-off di A2. Un'annata che gli permette di farsi notare anche a squadre della massima serie.

Arriva il contratto con la Pallacanestro Varese, dove Zanus trascorre cinque stagioni e mezzo. Magica l'annata 1999: un gruppo frizzante capitanato dall'amico Gianmarco Pozzecco e da Andrea Meneghin, capace di farsi strada fra avversari e pronostici avversi, arrivando a vincere il decimo scudetto biancorosso (quello della stella) e la supercoppa italiana. In maglia biancorossa si toglie anche lo sfizio della partecipazione al McDonald's Open, laddove si cimenta contro i San Antonio Spurs di Tim Duncan, freschi vincitori del titolo NBA.

Dopo la parentesi lombarda, "Zus" approda nel 2004 alla Virtus Bologna in Legadue, una squadra desiderosa di tornare ai grandi palcoscenici italiani dopo il fallimento. Seguiranno le esperienze in Serie A a Livorno e Reggio Calabria, e a Sassari in Legadue l'anno successivo. Nell'estate 2006 ha firmato un biennale in Legadue con i Crabs Rimini: la sua permanenza nella città romagnola è durata quattro anni, durante i quali ha collezionato 95 presenze, 108 considerando anche i play-off.

Nel 2010 approda alla Pallacanestro Rovereto, formazione di Serie B Dilettanti, ma alcuni problemi fisici lo inducono al ritiro a stagione in corso. Pochi mesi più tardi, nell'aprile 2011, diventa il nuovo general manager della stessa società gialloblu[3], incarico da cui si dimetterà nel dicembre dello stesso anno.

Nazionalemodifica | modifica sorgente

L'allora commissario tecnico Bogdan Tanjević lo ha talvolta convocato nella nazionale azzurra. Per i Mondiali 1998 Zanus Fortes non è risultato nella lista ufficiale dei convocati, pur essendo indicato come riserva.[4]

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Pall. Varese: 1998-1999
Pall. Varese: 1999

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Tabellino di Modena-Montecatini dal sito della LegaBasket
  2. ^ azzurro, opportunita' mondiale
  3. ^ Cristiano Zanus Fortes è il nuovo General Manager del Rovereto
  4. ^ gli Usa non sognano, l' Italia si'

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License