Dagobah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dagobah
Tipo Pianeta
Saga Guerre stellari
Ideatore
Appare in L'Impero colpisce ancora e Il ritorno dello Jedi
Caratteristiche immaginarie
Capo Nessuna
Sistema Dagobah
Regione Orlo Esterno, settore Sluis
Capitale Nessuna
Dimensioni Ø 17.046 km
Abitanti Disabitato
Razze Nessuna
Lingue Nessuna
Terreno Paludoso, 8% acque
Distanza dal nucleo 50.250 anni luce
Periodo rotazione 23 ore
Periodo rivoluzione 341 giorni
Satelliti 0

Dagobah è un pianeta fittizio appartenente all'universo di Guerre stellari. Compare nei film L'Impero colpisce ancora e Il ritorno dello Jedi. Dagobah è situato nel settore Sluis. È un mondo popolato da paludi e alberi pietrificati.

Storiamodifica | modifica sorgente

Dopo lo sterminio degli Jedi, e il fallimento subìto nel duello contro Darth Sidious, il Maestro Jedi Yoda decise di andare in esilio volontario su un pianeta potente nel Lato Oscuro della Forza per controbilanciare la sua "visibilità" nel Lato Chiaro e nascondersi dall'Imperatore.
In L'Impero colpisce ancora, Luke Skywalker viene visitato sul pianeta Hoth dallo spirito di Obi-Wan Kenobi, che gli dice di cercare Yoda su Dagobah per essere addestrato come Jedi. Luke giunge su Dagobah con R2-D2 e viene brevemente istruito dal saggio Maestro.
Skywalker lascerà comunque il pianeta poco dopo, per cercare di salvare Ian Solo, Leila Organa, e Chewbacca, che sono in pericolo sul pianeta Bespin. Skywalker ritorna su Dagobah in Il ritorno dello Jedi, dove discute con Yoda e Obi-Wan riguardo all'identità di suo padre.

In La vendetta dei Sith, Yoda parlò di andare in esilio, in seguito al suo abbandono del duello con Darth Sidious. Il film non mostra come Yoda è arrivato sul pianeta, in quanto la scena è stata tagliata per volere di George Lucas, che riteneva non ci dovessero essere troppi "finali" per il film. Nella versione romanzata è stabilito che Yoda sia arrivato su Dagobah tramite una scialuppa lanciata dallo Starcruiser di Bail Organa.

Dagobah appare come un pianeta umido e ostile, principalmente coperto di acqua e paludi, abitato da rettili predatori non senzienti. Data la sua passione per la rappresentazione di pianeti uniformi, si può pensare che Lucas abbia dato al luogo una caratteristica paludosa anche all'esterno della zona in cui abita Yoda.
Nell'universo espanso, uno Jedi della specie di Yoda aveva affrontato uno Jedi Oscuro sul pianeta migliaia di anni prima degli eventi de L'Impero colpisce ancora. Il Jedi Oscuro morì su Dagobah, e la caverna in cui giaceva il suo corpo venne impregnata del Lato Oscuro della Forza. Yoda usò il punto peculiare per nascondersi dall'Imperatore e da Dart Fener.
Dopo gli eventi de Il ritorno dello Jedi, la Nuova Repubblica fondò una base militare su una delle montagne più grandi del pianeta, chiamata Monte Yoda in onore del Maestro Jedi.

Etimologiamodifica | modifica sorgente

La parola Dagobah vienenon chiaro dal termine buddhista stupa, che significa "monumento spirituale".

Curiositàmodifica | modifica sorgente

Nel videogioco di Futurama, il pianeta Bogad è una parodia di Dagobah.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Guerre stellari Portale Guerre stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre stellari







Creative Commons License