Danie Rossouw

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Danie Rossouw
Dati biografici
Nome Danie Jacobus Rossouw
Paese Sudafrica Sudafrica
Altezza 196 cm
Peso 117 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Terza linea centro
Squadra 600px Giallo e Nero orizzontale con striscia bianca.png Suntory Sungoliath
Carriera
Attività provinciale
1999-2010 Blue Bulls Blue Bulls 97 (115)
Attività di club¹
2001-2011 Bulls Bulls 116 (45)
2011 600px Giallo e Nero orizzontale con striscia bianca.png Suntory Sungoliath 11 (10)
Attività da giocatore internazionale
2003- Sudafrica Sudafrica 63 (45)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2007

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 5 dicembre 2012

Danie Jacobus Rossouw (Sabie, 5 giugno 1978) è un rugbista a 15 sudafricano, terza linea centro dei giapponesi Suntory Sungoliath e campione del mondo nel 2007 con gli Springbok.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Esordiente nel 1999 nei Blue Bulls in Currie Cup, divenne professionista nel 2001 nella relativa franchise in Super Rugby dei Bulls.

Fu chiamato in Nazionale sudafricana nel 2003 in occasione della Coppa del Mondo in Australia, ed esordì nella fase a gironi del torneo contro l'Uruguay.

Saltò il Tri Nations 2004 e fu di nuovo presente nei test di fine anno, per poi rimanere stabilmente titolare. Convocato alla Coppa del Mondo di rugby 2007 in Francia, si mise in luce nella finale contro l'Inghilterra quando, con il Sudafrica in vantaggio di sei punti, con un tackle riuscì a portare Mark Cueto fuori campo di quel tanto che bastò a impedirgli di vedersi convalidata una meta che avrebbe portato in vantaggio gli inglesi[1].

Con i Bulls si è aggiudicato i titoli di Super Rugby nel 2007, 2009 e 2010 e, a livello provinciale, ha vinto cinque Currie Cup.

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ (EN) James Standley, World Cup final 2007 in BBC, 20 ottobre 2007. URL consultato il 1-4-2011.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License