Daniele Zoratto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniele Zoratto
Daniele Zoratto.jpg
Daniele Zoratto con la maglia del Parma (1992)
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 167 cm
Peso 61 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Italia Italia U-17
Ritirato 1995 - giocatore
Carriera
Giovanili
Bianco e Celeste.svg Piobbico
Squadre di club1
1978-1979 Bianco e Celeste.svg Piobbico  ? (?)
1979-1980 Casale Casale 4 (0)
1980-1981 Bellaria Bellaria  ? (?)
1981-1982 Cesena Cesena 7 (0)
1982-1983 Rimini Rimini 32 (1)
1983-1989 Brescia Brescia 167 (5)
1989-1994 Parma Parma 144 (0)
1994-1995 Padova Padova 17 (0)
Nazionale
1993 Italia Italia 1 (0)
Carriera da allenatore
1995-1997 600px Giallo e Nero.png Voluntas
1997-1999 Brescia Brescia Giovanissimi
1999-2002 Brescia Brescia Allievi
2004-2006 Parma Parma Vice
2006-2007 Modena Modena
2008-2009 Modena Modena
2009-2010 Torino Torino Vice
2010- Italia Italia U-17
2010- Italia Italia U-18 Vice
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 aprile 2010

Daniele Zoratto (Esch-sur-Alzette, 15 novembre 1961) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, attualmente selezionatore dell'Italia Under-17 e secondo di Alberigo Evani nell'Italia Under-18.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Calciatoremodifica | modifica sorgente

Cresciuto nei dilettanti del Piobbico, ha poi giocato a Casale, Bellaria, Cesena (con cui ha esordito in Serie A nella stagione 1981-1982) e Rimini Calcio affermandosi in seguito nel Brescia Calcio portato dalla Serie C1 alla serie A dal 1984 al 1986.

Trasferitosi al Parma, ha giocato con i ducali durante i primi anni novanta a partire dal 1989, anno in cui i gialloblu vennero promossi in Serie A per la prima volta in assoluto, fino al 1994, vincendo una Coppa Italia, una Coppa delle Coppe ed una Supercoppa Europea. È stato anche tra i più anziani selezionati per la nazionale di calcio dell'Italia, convocato da Arrigo Sacchi per una partita di qualificazione ai Mondiali del 1994 contro la Svizzera.

Ha chiuso la carriera agonistica nel Padova nel 1995.

In carriera ha totalizzato complessivamente 156 presenze in Serie A e 119 presenze e 3 reti in Serie B.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Le prime esperienze da allenatore sono immediatamente dopo il ritiro dal calcio giocato tra i dilettanti del Voluntas Calcio, compagine bresciana. Dal 1997 allena i giovanissimi del Brescia e dal 1999 gli allievi.

Nel 2002 diviene collaboratore tecnico nello staff del Parma, arrivando a rivestire il ruolo di vice dal 1 giugno 2004 al 30 giugno 2006 sotto le direzioni di Silvio Baldini, Pietro Carmignani e Mario Beretta. Il 18 giugno 2005, a causa della squalifica comminata a Carmignani, è lui a guidare il Parma alla vittoria ed alla salvezza nello spareggio di Bologna.

Il 1 luglio 2006 diventa allenatore del Modena FC in Serie B con il suo vecchio compagno Luigi Apolloni come assistente. Zoratto è stato esonerato il 1 febbraio 2007 a causa della mancanza di risultati.

Il 20 aprile 2008 viene richiamato alla guida del Modena dove va a sostituire Bortolo Mutti, e viene nuovamente esonerato il 26 gennaio 2009.

Il 30 novembre 2009 viene assunto dal Torino come allenatore in seconda al fianco del neo-tecnico granata Mario Beretta del quale era già stato vice a Parma. Con l'esonero di Beretta, avvenuto il 10 gennaio, è esonerato anche lui.

Dal 1 luglio 2010 al 25 luglio 2011 è commissario tecnico dell'Italia Under-19. Dal 1 agosto 2010 è secondo di Alberigo Evani nell'Italia Under-18. Dal 25 luglio 2011 è alla guida dell'Italia Under-16 e dell'Italia Under-17. Il 30 giugno 2013 lascia la guida dell'Italia Under-16.

Statistichemodifica | modifica sorgente

Cronologia presenze e reti in Nazionalemodifica | modifica sorgente

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente

Brescia: 1984-1985
Parma: 1991-1992

Competizioni internazionalimodifica | modifica sorgente

Parma: 1992-1993
Parma: 1993

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License