David Ferrer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David Ferrer
David Ferrer - 2011 Wimbledon(2).jpg
Ferrer a Wimbledon nel 2011
Dati biografici
Nome David Ferrer Ern
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 175 cm
Peso 73 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 500-248 (66,84%)
Titoli vinti 21
Miglior ranking 3° (8 luglio 2013)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (2011, 2013)
Francia Roland Garros F (2013)
Regno Unito Wimbledon QF (2012, 2013)
Stati Uniti US Open SF (2007, 2012)
Altri tornei
Tour Finals F (2007)
Olympic flag.svg Giochi olimpici 3T (2012)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 67-102
Titoli vinti 2
Miglior ranking 42° (24 ottobre 2005)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2005)
Francia Roland Garros 2T (2009)
Regno Unito Wimbledon 1T (2003, 2004 2005, 2006, 2009)
Stati Uniti US Open 2T (2004, 2006)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 4º posto (2012)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 28 gennaio 2013

David Ferrer (Jávea, 2 aprile 1982) è un tennista spagnolo, attuale n°6 del mondo nella classifica ATP.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Diventato professionista nel 2000, ha vinto ventuno titoli. È entrato nei top ten nel 2006, raggiungendo finora come miglior classifica il 3º posto ottenuto dopo il torneo di Wimbledon 2013. Risiede a Valencia.

Nato specialista della terra battuta, nel corso degli anni ha saputo evolvere il suo gioco diventando competitivo anche sulle superfici veloci, come testimoniano le semifinali raggiunte all'US Open, la finale alla Masters Cup nel 2007 e la semifinale dell'Australian Open 2011 battendo il connazionale Rafael Nadal in tutte e tre le circostanze. In carriera inoltre ha vinto sei dei suoi titoli su superfici rapide (4 sul cemento, 2 sull'erba).

Non dotato di particolare talento tecnico, grazie ad una grande etica lavorativa, alla rapidità nei movimenti ed all'intelligenza tennistica, ha saputo ottenere risultati che ad inizio carriera gli sembravano preclusi. Il suo colpo migliore è il diritto anomalo, che pratica con particolare successo soprattutto sui campi lenti.

2012modifica | modifica sorgente
David Ferrer agli US Open 2012

Il primo torneo disputato da Ferrer è Auckland che vince nuovamente battendo in finale il belga Olivier Rochus per 6-3, 6-4. Agli Australian Open Ferrer vince agevolmente il primo turno contro Rui Machado, mentre nel secondo ha qualche difficoltà in più a battere l'americano Ryan Sweeting, piegato in 5 set dopo più di tre ore di gioco. Il cammino dello spagnolo prosegue con la vittoria in 3 set sia su Juan Ignacio Chela, che sul francese Richard Gasquet. Ai quarti, invece, Ferrer è sconfitto dal numero uno Novak Đoković per 4-6, 6-7, 1-6. Lo spagnolo poi conferma l'ottimo inizio di stagione vincendo i tornei di Buenos Aires contro il connazionale Nicolás Almagro e di Acapulco con l'altro spagnolo Fernando Verdasco. A Indian Wells 2012 viene eliminato a sorpresa dal numero 51 Denis Istomin per 4-6, 3-6. Al Roland Garros raggiunge le semifinale, dopo aver estromesso dal torneo Andy Murray. Viene eliminato dal connazionale Rafael Nadal per 2-6, 2-6, 1-6.

A Wimbledon vince i primi due incontri in 3 set contro Dustin Brown al primo turno e Kenny De Schepper al secondo. Nel terzo turno incontra l'americano Andy Roddick: lo spagnolo parte male perdendo il primo set per 2-6, ma si aggiudica il secondo al Tie-break (10-8) e vince i successivi due set per 6-4 e 6-3 strappando in totale 3 break all'avversario. Agli ottavi lo spagnolo ha di fronte il tennista argentino Juan Martín del Potro. Ferrer vince più agevolmente del previsto battendo il gigante di Tandil in tre set con il risultato di 6-3, 6-2, 6-3. Ai quarti, però, la corsa di Ferrer si arresta dopo un match combattuto contro l'idolo di casa Andy Murray. L'incontro finisce in quattro set, tre di questi finiti al Tie-break. Dopo il Torneo di Wimbledon Ferrer ritorna ad occupare la posizione numero 5 nel ranking.

Alle Olimpiadi di Londra 2012 viene eliminato a sorpresa agli ottavi dal numero 17 dell'ATP, il giapponese Kei Nishikori in 3 set, uno dei quali perso con un parziale di 0-6.

Allo Us Open Ferrer arriva in semifinale dopo aver battuto Kevin Anderson, Kei Nishikori, Lleyton Hewitt, Richard Gasquet e Janko Tipsarević, quest'ultimo battuto dopo una battaglia di oltre 4 ore. In semifinale però lo spagnolo perde, come all'Australian Open, da Novak Đoković. Lo spagnolo vince il primo set per 6-2, ma subito dopo il match viene interrotto per pioggia. Il giorno successivo riprende l'incontro: il serbo reagisce e vince le successive tre partite per 1-6, 4-6, 2-6.[1]. Lo spagnolo poi vince il torneo di casa di Valencia e successivamente il suo primo 1000 della carriera, BNP Paribas Masters, battendo in finale la sorpresa del torneo, il polacco Jerzy Janowicz in due set: 6-4, 6-3.[2] Partecipa alle ATP World Tour Finals come quarta testa di serie e, nonostante le vittorie su Juan Martín del Potro e Janko Tipsarević non riesce a superare il round robin per la differenza di set vinti.

Conclude la stagione scendendo in campo per la finale di Coppa Davis dove vince entrambi i match di singolare. Con questi risultati ha superato il serbo Novak Đoković in testa alla classifica dei match vinti in stagione grazie ai 76 incontri conquistati.[3]

2013modifica | modifica sorgente

Ferrer inizia l'anno al torneo di Doha dove partecipa come testa di serie numero 1. Vince contro i tedeschi Dustin Brown e Tobias Kamke, mentre ai quarti elimina Paolo Lorenzi con il punteggio netto di 6-3, 6-0. In semifinale, invece, perde contro il russo Nikolay Davydenko in 2 set. Ad Auckland batte in successione Lu Yen-hsun, Lukas Lacko e Gael Monfils. Lo spagnolo vince poi in finale contro Philipp Kohlschreiber per 7-6, 6-1. Così facendo Ferrer vince per il terzo anno consecutivo il torneo.

Agli Australian Open Ferrer parte molto bene, vincendo agevolmente i primi quattro turni contro Olivier Rochus, Tim Smyczek, Marcos Baghdatis e Kei Nishikori. Ai quarti, invece, Ferrer affronta il connazionale Nicolás Almagro. Almagro vince i primi due set, entrambi con il punteggio di 4-6. Poi Ferrer approfitta di un calo del connazionale, fino a riuscire ad aggiudicarsi il match, vincendo gli alri set per 7-5, 7-6, 6-2. Così facendo lo spagnolo arriva per la prima volta in semifinale degli Australian Open. Qui però, Ferrer viene sconfitto nettamente dal numero 1 del mondo, Novak Đoković per 2-6, 2-6, 1-6.[4]

A Buenos Aires Ferrer vince il suo secondo titolo stagionale, battendo in finale Stanislas Wawrinka per 6-4, 3-6, 6-1. Ad Acapulco, invece, perde in finale dal connazionale Rafael Nadal, che infligge una dolorosa sconfitta a Ferrer con il punteggio di 0-6, 2-6. A Indian Wells lo spagnolo viene subito eliminato da Kevin Anderson con il punteggio di 6-3, 4-6, 3-6. A Miami, nei primi turni Ferrer supera senza troppi patemi Fabio Fognini, Kei Nishikori e Jurgen Melzer. In semifinale lo spagnolo affronta il tedesco Tommy Haas, che nei quarti aveva rifilato una sonora sconfitta al numero uno del mondo Novak Đoković. Il tedesco dimostra ancora una volta il suo stato di grazia aggiudicandosi il primo parziale per 4-6. Poi Ferrer si riprende e vince i successivi due set per 6-2, 6-3. Alla sua quinta finale in un 1000 Ferrer affronta lo scozzese Andy Murray, vincitore del torneo nel 2009. Ferrer domina il primo set andando avanti 5-0 e vincendolo per 6-2. Nel secondo parziale Murray va sul 2-4, lo spagnolo lo riacciuffa sul 4-4. Ferrer però, perde il servizio e Murray vince il set per 4-6. Il terzo parziale è il più combattuto. Sul 6-5, Ferrer si vede anche annullare un match point. Al Tie-break lo scozzese domina e si impone 7-1. A Barcellona Ferrer viene clamorosamente eliminato dal 66 al mondo Dmitrij Tursunov. All'Estoril Open perde in finale da Stanislas Wawrinka. A Madrid Ferrer vince il primo match contro l'uzbeko Denis Istomin per 7-5, 6-2 e poi elimina un ottimo Tommy Haas in 3 set con il punteggio di 7-5, 4-6, 6-4. Ai quarti invece Ferrer affronta nuovamente Rafael Nadal. Ferrer parte bene vincendo 6-4 il primo set, mentre nel secondo si trova a due punti dal match. Il maiorchino si riprende è vince il secondo parziale al Tie-break. Nel terzo set, invece, non c'è storia: Ferrer, ormai esausto, perde la terza parita con il netto risultato di 0-6. Agli Internazionali BNL d'Italia Ferrer vince prima una partita molto combattuta con il suo connazionale Fernando Verdasco con il punteggio di 5-7, 7-5, 6-3 e approda ai quarti grazie al ritiro di Philipp Kohlschreiber. Qui lo spagnolo affronta come a Madrid, Rafael Nadal, al quale si arrende in tre set col punteggio di 6-3, 6-2, 6-3. A vincere il primo set è il maiorchino per 4-6. Nel secondo Ferrer si porta 4-0 e se lo aggiudica per 6-4. Nell'ultimo parziale il mancino di Manacor sale in cattedra e lo vince per 2-6.

David Ferrer al Roland Garros contro il connazionale Albert Montañés

Agli Open di Francia 2013 è protagonista di un ottimo torneo: arriva ai quarti facilmente battendo in ordine Marinko Matosevic, Albert Montañés, Feliciano Lopez e Kevin Anderson senza perdere nemmeno un set. Ai quarti Ferrer supera agevolmente il connazionale trentunenne Tommy Robredo per 6-2, 6-1, 6-1. In semifinale lo spagnolo affronta Jo-Wilfried Tsonga. Ferrer parte bene nel primo set e si porta 5-0 per poi vincere il parziale per 6-1. Nel secondo set il francese sale 3-0, ma poi Ferrer conquista 4 giochi consecutivi strappando il controbreak all'avversario. Si arriva al Tie-break, che lo spagnolo vince per 7 punti a 3. Il terzo set non ha storia e viene vinto da Ferrer per 6-3. Per lo spagnolo è la prima finale in uno Slam, che raggiunge senza nemmeno perdere un set sul suo cammino. In finale l'avversario di Ferrer è il suo connazionale Rafael Nadal, che ha vinto il torneo 7 volte. Nel terzo game del primo set Nadal ottiene il break. Ma arriva subito il controbreak. Sul 3-3 il maiorchino ottiene il break e sul 5-3 ne ottiene un altro aggiudicandosi il set. Nadal va avanti subito 3-0 nel secondo parziale, poi sale 5-1, perde un break ma subito dopo vince il set per 6-2. Nel terzo set Nadal si porta in vantaggio 2-0, ma perde subito il break di vantaggio. Dopo una breve interruzione per pioggia, si arriva sul 3-3. Ferrer perde nuovamente il servizio e il maiorchino vince la partita 6-3, aggiudicandosi il suo ottavo titolo parigino.[5]

Comincia la sua stagione sull'erba a 's-Hertogenbosch dove, pur essendo detentore del titolo, viene subito eliminato da Xavier Malisse con il punteggio di 6-7, 3-6. A Wimbledon batte al primo turno l'argentino Martin Alund; al secondo affronta lo spagnolo Roberto Bautista Agut; al terzo turno, complici alcuni problemi fisici, rischia grosso con Dolgopolov, ma riesce a vincere comunque 6-2 al quinto. Agli ottavi affronta il croato Dodig, battendolo in quattro set. Si ferma però ai quarti, in cui perde dall'ottava testa di serie Del Potro per 6-2 6-4 7-6(5). Alla fine del torneo Ferrer diventa numero 3 del mondo, raggiungendo il suo best ranking.

A Montreal Ferrer viene sconfitto al primo incontro contro il russo Alex Bogomolov, Jr. per 2-6, 4-6, ritornando numero 4 nella classifica ATP, venendo scavalcato dal connazionale Rafael Nadal. A Cincinnati lo spagnolo supera con non poche difficoltà Ryan Harrison in 3 set con il punteggio di 7-6, 3-6, 6-4. Ferrer viene però eliminato al turno seguente contro Dmitrij Tursunov per 2-6, 4-6.

David Ferrer in azione agli Us Open

Agli US Open Ferrer batte al primo turno Nick Kyrgios per 7-5, 6-3, 6-2, mentre nelle altre partite fino ai quarti vince sempre in 4 set rispettivamente contro Bautista Agut, Michail Kukuščkin e Janko Tipsarevic. Qui incontra Richard Gasquet. Il francese passa in vantaggio di 2 set ma Ferrer riesce a rimettere in piedi la partita vincendo i seguenti due parziali per 6-4, 6-2. Nell'ultimo set è però Gasquet ad avere la meglio vincendolo per 3-6.

A Kuala Lumpur, dopo aver sconfitto l'italiano Matteo Viola, lo spagnolo viene estromesso dal torneo dal futuro campione Joao Sousa per 2-6, 6-7. Al China Open viene nuovamente eliminato ai quarti da Richard Gasquet con il punteggio di 3-6, 4-6.

A Shanghai dopo la vittoria su Lukáš Rosol, lo spagnolo perde contro Florian Mayer agli ottavi. Dopo questo risultato, Ferrer raggiunge il terzo posto nel ranking ATP, scavalcando Andy Murray. A Stoccolma dopo aver eliminato Jack Sock, Fernando Verdasco e Ernests Gulbis perde in finale dal bulgaro Grigor Dimitrov in 3 set. A Valencia dopo aver disputato un grande torneo eliminando Gael Monfils, Julien Benneteau, Jerzy Janowicz e Nicolás Almagroe perdendo oltremodo solo un set contro Janowicz, perde in finale contro Michail Južnyj 3-6, 5-7.

A BNP Paribas Ferrer è il campione in carica. Vince i primi due incontri abbastanza agevolmente contro Lukáš Rosol e Gilles Simon. Ai quarti dopo aver perso il primo parziale per 4-6 contro Tomas Berdych, lo spagnolo ribalta la situazione e vince gli altri due set 7-5, 6-3. In semifinale Ferrer incontra il connazionale Rafael Nadal, numero 1 al mondo. Il valenciano cince a sorpresa il match in due set: 6-3, 7-5. In finale invece ha come avversario Novak Đoković. Nella partita, il serbo ha rimontato in entrambi i parziali lo spagnolo, quando questi era in vantaggio per 5-4. La partita si è conclusa con un doppio 5-7 a favore di Djokovic.

Alle ATP World Tour Finals capita nel round robin con Rafael Nadal, Tomas Berdych e Stanislas Wawrinka. Contro il connazionale, stavolta è Ferrer ad uscirne sconfitto in 2 set per 3-6, 2-6. Anche con Tomas Berdych lo spagnolo perde in 2 set. Infine contro lo svizzero Ferrer riesce a conquistare un set, ma viene sconfitto al terzo.

Ferrer chiude la stagione al terzo posto del ranking ATP.

2014modifica | modifica sorgente

Come negli anni precedenti Ferrer inizia la stagione a Qatar ExxonMobil Open 2014 dove dopo aver sconfitto al primo turno Alexandr Dolgopolov, viene estromesso dal torneo da Daniel Brands per 4-6, 5-7.

Ad Heineken Open 2014, dove lo spagnolo difende il titolo, viene battuto in semifinale da Yen-hsun Lu per 4-6, 6-7.

Agli Australian Open, lo spagnolo vince i primi tre turni rispettivamente contro Alejandro González (tennista), Adrian Mannarino e Jeremy Chardy, perdendo solo un set nel secondo incontro. Agli ottavi Ferrer riesce a battere il tedesco Florian Mayer, che sconfigge con il punteggio di 6-7, 7-5, 6-2, 6-1. Ai quarti Ferrer incontra il ceco Tomas Berdych, numero 7 del ranking ATP. Nel primo set Ferrer conquista solo 7 punti sul servizio del ceco e viene brekkato due volte. Berdych vince il set 1-6. Nel secondo set lo spagnolo entra in partita ma sul 4-4 perde il servizio e Berdych ne approfitta aggiudicandosi il parziale 4-6. Thomas continua ad attaccare e sul 2-2 della terza frazione ha tre palle break per uccidere il match, ma Ferrer le annulla e riapre la contesa inanellando quattro game di fila e vincendo il parziale 6-2. Nel quarto set il ceco brekka Ferrer sul 2-2 e vince il set 4-6. Con l'eliminazione ai quarti di finale, Ferrer scala al quinto posto del ranking ATP.

Statistichemodifica | modifica sorgente

Singolaremodifica | modifica sorgente

Vittorie (21)modifica | modifica sorgente

Legenda singolare
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters Series / ATP Masters 1000 (1)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 (7)
ATP International Series / ATP World Tour 250 (13)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 15 settembre 2002 Romania BCR Open Romania, Bucarest Terra battuta Argentina José Acasuso 6-3 6-2
2. 23 luglio 2006 Germania Mercedes Cup, Stoccarda Terra battuta Argentina José Acasuso 6-4 3-6 63-7 7-5 6-4
3. 14 gennaio 2007 Nuova Zelanda Heineken Open, Auckland (1) Cemento Spagna Tommy Robredo 6-4 6-2
4. 15 luglio 2007 Svezia Swedish Open, Båstad Terra battuta Spagna Nicolás Almagro 6-1 6-2
5. 8 ottobre 2007 Giappone Japan Open Tennis Championships, Tokyo Cemento Francia Richard Gasquet 6-1 6-2
6. 20 aprile 2008 Spagna Open de Tenis Comunidad Valenciana, Valencia (1) Terra battuta Spagna Nicolás Almagro 4-6 6-2 7-62
7. 21 giugno 2008 Paesi Bassi Ordina Open, 's-Hertogenbosch (1) Erba Francia Marc Gicquel 6-4 6-2
8. 27 febbraio 2010 Messico Abierto Mexicano Telcel, Acapulco (1) Terra battuta Spagna Juan Carlos Ferrero 6-3 3-6 6-1
9. 7 novembre 2010 Spagna Open de Tenis Comunidad Valenciana, Valencia (2) Cemento (i) Spagna Marcel Granollers 7-5 6-3
10. 15 gennaio 2011 Nuova Zelanda Heineken Open, Auckland (2) Cemento Argentina David Nalbandian 6-3 6-2
11. 26 febbraio 2011 Messico Abierto Mexicano Telcel, Acapulco (2) Terra battuta Spagna Nicolás Almagro 7-64 62-7 6-2
12. 14 gennaio 2012 Nuova Zelanda Heineken Open, Auckland (3) Cemento Belgio Olivier Rochus 6-3 6-4
13. 26 febbraio 2012 Argentina Copa Claro, Buenos Aires (1) Terra battuta Spagna Nicolás Almagro 4-6, 6-3, 6-2
14. 3 marzo 2012 Messico Abierto Mexicano Telcel, Acapulco (3) Terra battuta Spagna Fernando Verdasco 6-1, 6-2
15. 23 giugno 2012 Paesi Bassi UNICEF Open, 's-Hertogenbosch (2) Erba Germania Philipp Petzschner 6-3 6-4
16. 15 luglio 2012 Svezia Swedish Open, Båstad (2) Terra battuta Spagna Nicolás Almagro 6-2, 6-2
17. 28 ottobre 2012 Spagna Open de Tenis Comunidad Valenciana, Valencia (3) Cemento (i) Ucraina Oleksandr Dolhopolov 6-1, 3-6, 6-4
18. 4 novembre 2012 Francia BNP Paribas Masters, Parigi Cemento (i) Polonia Jerzy Janowicz 6-4, 6-3
19. 12 gennaio 2013 Nuova Zelanda Heineken Open, Auckland (4) Cemento Germania Philipp Kohlschreiber 7-65, 6-1
20. 24 febbraio 2013 Argentina Copa Claro, Buenos Aires (2) Terra battuta Svizzera Stanislas Wawrinka 6-4, 3-6, 6-1
21. 16 febbraio 2014 Argentina Copa Claro, Buenos Aires (3) Terra battuta Italia Fabio Fognini 6-4, 6-3

Finali perse (22)modifica | modifica sorgente

Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 21 luglio 2002 Croazia Croatia Open Umag, Umago Terra battuta Spagna Carlos Moyà 2-6 3-6
2. 4 agosto 2003 Polonia Orange Prokom Open, Sopot Terra battuta Argentina Guillermo Coria 5-7 1-6
3. 10 aprile 2005 Spagna Open de Tenis Comunidad Valenciana, Valencia Terra battuta Russia Igor' Andreev 3-6 7-5 3-6
4. 18 novembre 2007 Cina Tennis Masters Cup, Shanghai Cemento (i) Svizzera Roger Federer 2-6 3-6 2-6
5. 4 maggio 2008 Spagna Barcelona Open Banco Sabadell, Barcellona (1) Terra battuta Spagna Rafael Nadal 1-6 6-4 1-6
6. 28 febbraio 2009 Emirati Arabi Uniti Dubai Tennis Championships, Dubai Cemento Serbia Novak Đoković 5-7 3-6
7. 26 aprile 2009 Spagna Barcelona Open Banco Sabadell, Barcellona (2) Terra battuta Spagna Rafael Nadal 2-6 5-7
8. 21 febbraio 2010 Argentina Copa Telmex, Buenos Aires Terra battuta Spagna Juan Carlos Ferrero 7-5 4-6 3-6
9. 2 maggio 2010 Italia Internazionali BNL d'Italia, Roma Terra battuta Spagna Rafael Nadal 5-7 2-6
10. 11 ottobre 2010 Cina China Open, Pechino Cemento Serbia Novak Đoković 2-6 4-6
11. 17 aprile 2011 Monaco Monte Carlo Rolex Masters, Monaco Terra battuta Spagna Rafael Nadal 4-6 5-7
12. 24 aprile 2011 Spagna Barcelona Open Banco Sabadell, Barcellona (3) Terra battuta Spagna Rafael Nadal 2-6 4-6
13. 17 luglio 2011 Svezia Swedish Open, Båstad Terra battuta Svezia Robin Söderling 2-6, 2-6
14. 16 ottobre 2011 Cina Shanghai Rolex Masters, Shanghai Cemento Regno Unito Andy Murray 5-7, 4-6
15. 29 aprile 2012 Spagna Barcelona Open Banc Sabadell, Barcellona (4) Terra battuta Spagna Rafael Nadal 61-7 5-7
16. 2 marzo 2013 Messico Abierto Mexicano Telcel, Acapulco Terra battuta Spagna Rafael Nadal 0-6, 2-6
17. 31 marzo 2013 Stati Uniti Sony Ericsson Open, Miami Cemento Regno Unito Andy Murray 6-2, 4-6, 61-7
18. 5 maggio 2013 Portogallo Estoril Open, Estoril Terra battuta Svizzera Stanislas Wawrinka 1-6, 4-6
19. 9 giugno 2013 Francia Roland Garros, Parigi Terra battuta Spagna Rafael Nadal 3-6, 2-6, 3-6
20. 20 ottobre 2013 Svezia Stockholm Open, Stoccolma Cemento (i) Bulgaria Grigor Dimitrov 6-2, 3-6, 4-6
21. 27 ottobre 2013 Spagna Valencia Open 500, Valencia Cemento (i) Russia Michail Južnyj 3-6, 5-7
22. 3 novembre 2013 Francia BNP Paribas Masters, Parigi Cemento (i) Serbia Novak Đoković 5-7, 5-7

Doppiomodifica | modifica sorgente

Vittorie (2)modifica | modifica sorgente

Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 31 gennaio 2005 Cile Movistar Open, Viña del Mar Terra battuta Spagna Santiago Ventura Argentina Gastón Etlis
Argentina Martín Rodríguez
6-3 6-4
2. 21 febbraio 2005 Messico Abierto Mexicano Telcel, Acapulco Terra battuta Spagna Santiago Ventura Rep. Ceca Jiří Vaněk
Rep. Ceca Tomáš Zíb
4-6 6-1 6-4

Finali perse (1)modifica | modifica sorgente

Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 31 gennaio 2003 Messico Abierto Mexicano Telcel, Acapulco Terra battuta Spagna Fernando Vicente Bahamas Mark Knowles
Canada Daniel Nestor
3-6 3-6

Risultati in progressionemodifica | modifica sorgente

Statistiche aggiornate al 6 gennaio 2014

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ tennisblog.it, Us Open 2012: il ciclone Djokovic si abbatte su Ferrer, terza finale consecutiva per Nole, 9 settembre 2012. URL consultato il 25 maggio 2013.
  2. ^ gazzetta.it, Ferrer, dolce prima volta, 4 novembre 2012. URL consultato il 24 novembre 2012.
  3. ^ tennispanorama.com, Czech Republic Wins Davis Cup Title Over Defending Champion Spain, 18 novembre 2012. URL consultato il 24 novembre 2012.
  4. ^ outdoorblog.com, Australian Open 2013: Djokovic demolisce Ferrer e conquista la terza finale consecutiva, gli highlights del match, 24 gennaio 2013. URL consultato il 25 maggio 2013.
  5. ^ Tennis, Roland Garros - Nadal re di Parigi per l'ottava volta: Ferrer rimedia solo 8 game, Il Messaggero, 9 giugno 2013.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

tennis Portale Tennis: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di tennis







Creative Commons License