Dino Leonetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dino Leonetti (Firenze, 3 marzo 1937Roma, 24 ottobre 2006) è stato un fumettista italiano. È ricordato principalmente per il fumetto erotico-comico Maghella, che creò nel 1974 per il settimanale satirico Menelik.

Carrieramodifica | modifica sorgente

La sua carriera iniziò in campo cinematografico, per poi focalizzarsi sui fumetti nei primi anni sessanta, quando disegnò alcune storie di Mandrake e Phantom per il mercato italiano. Successivamente creò "Fantasm" e "Demoniak" (con Franco Verola) e lavorò per il mercato inglese attraverso lo studio Giolitti. Dopo una breve parentesi cinematografica (collaborò, fra l'altro, alle scenografie del film di Carlo Lizzani L'amante di Gramigna), tornò ai fumetti con "Maghella", pubblicata, su testi di Furio Arrasich, inizialmente nel settimanale Menelik della editrice Tattilo e successivamente in una pubblicazione interamente dedicatale dalla Ediperiodici. Leonetti fondò i Dino Leonetti studios, dove debuttarono artisti come Roberto De Angelis e Giuseppe Barbati. Del 1975 è l'illustrazione di buona parte dei volumi della collezione "Storia di Roma", e la pubblicazione, sul Corriere dei Ragazzi, delle storie di "Flower" e di "Marshall Jim", nonché di "Benvenuti a Roma!" per Il Messaggero. Negli anni ottanta collaborò alle pubblicazioni femminili Ragazza e Cioè.








Creative Commons License