Diocesi di Sutri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sutri
Sede vescovile titolare
Dioecesis Sutrina
Chiesa latina
Sede titolare di Sutri
Sutri - Cattedrale di Santa Maria Assunta
Vescovo titolare Antonio Guido Filipazzi
Istituita 16 febbraio 1991
Stato Italia
Regione Lazio
Diocesi soppressa di Sutri
Suffraganea di immediatamente soggetta alla Santa Sede
Eretta V secolo
Soppressa 11 febbraio 1986
aggregata alla diocesi di Civita Castellana
Dati dall'annuario pontificio
Lista delle sedi titolari della Chiesa cattolica
La cattedrale di Sutri e, in primo piano, il palazzo vescovile

La diocesi di Sutri (in latino: Dioecesis Sutrina) è una sede soppressa della Chiesa cattolica, oggi sede vescovile titolare.

Storiamodifica | modifica sorgente

La diocesi di Sutri fu eretta nel V secolo. Primo vescovo noto è Eusebio, presente al sinodo romano del 465 indetto da papa Ilario.

Importante fu il legame di questa diocesi con la vicina Sede apostolica, a cui fu sempre immediatamente soggetta. In seguito alla donazione di Sutri il territorio fu inserito nel Patrimonium Sancti Petri, il nucleo originario dello Stato Pontificio. Qui sorsero nell'VIII e nel IX secolo alcune importanti domuscultae, fattorie fortificate per l'approvvigionamento di Roma.

Secondo Duchesne, in un'epoca imprecisata attorno al X secolo Sutri avrebbe assorbito l'antica diocesi di Monterano (la Forum Clodi di epoca romana).[1]

Nel 1046 a Sutri si svolse un concilio indetto dall'imperatore Enrico III, che pose fine allo scisma che vedeva opporsi tre rivali per il papato: vi fu eletto papa Clemente II. In un altro sinodo del 1059 fu deposto l'antipapa Benedetto X ed eletto papa Niccolò II.

Nell'XI secolo emerge la figura del grande vescovo Bonizone, tra i protagonisti della cosiddetta riforma gregoriana ed in seguito nominato vescovo di Piacenza.

Nel 1111 Sutri fu ancora teatro delle vicende politico-religiose che videro coinvolte la Santa Sede e l'imperatore Enrico V con la stipulazione del cosiddetto concordato di Sutri (Iuramentum Sutrinum).

Tra il 1243 ed il 1244 la città fu per breve tempo sede papale, quando papa Innocenzo IV vi si stabilì per fuggire dall'imperatore Federico II, che egli aveva scomunicato.

La cattedrale diocesana era dedicata a Santa Maria Assunta; la diocesi era immediatamente soggetta alla Santa Sede.

Il 12 dicembre 1435 le diocesi di Nepi e di Sutri furono unite con la bolla Sacrosancta Romana ecclesia di papa Eugenio IV.

Nel 1523 la sede di Nepi fu conferita in amministrazione apostolica al vescovo di Viterbo Egidio Canisio, ma alla sua morte nel 1532 tornò ad essere amministrata dal vescovo di Sutri Jacopo Bongalli.

Fu vescovo di Nepi e Sutri fra il 1556 e il 1560 il futuro papa Pio V, uno dei massimi protagonisti della riforma cattolica post-tridentina. Già nel 1564 il vescovo Girolamo Gallarati istituì a Sutri il seminario diocesano, che però fu costretto a chiudere due anni più tardi, per riaprire solo nel 1703.

All'inizio del Settecento, per porre fine ai dissidi fra i capitoli delle due cattedrali, la Congregazione del Concilio decretò che nelle diocesi ci fossero due vicari generali e che nelle bolle di nomina i vescovi avessero alternativamente il titolo di Nepi e Sutri e di Sutri e Nepi.

Durante il periodo napoleonico il vescovo di Nepi e Sutri Camillo de Simeoni rifiutò di sottoscrivere il giuramento, che fu di conseguenza imprigionato e deportato, mentre le sue diocesi furono soppresse e aggregate alle diocesi di Civita Castellana e Orte.

Il 14 giugno 1854 la diocesi di Sutri cedette le parrocchie di Tolfa e Allumiere alla diocesi di Corneto e Civitavecchia.

L'11 febbraio 1986 le diocesi di Nepi e Sutri, assieme a quelle di Orte e di Gallese, furono soppresse ed unite alla diocesi di Civita Castellana.

Il 16 febbraio 1991 Sutri è diventata una sede vescovile titolare; l'attuale arcivescovo titolare è Antonio Guido Filipazzi, nunzio apostolico in Indonesia.

Cronotassi dei vescovimodifica | modifica sorgente

Vescovi di Sutrimodifica | modifica sorgente

  • Eusebio † (menzionato nel 465)
  • Costanzo † (menzionato nel 487)
  • Mercurio † (prima del 495 - dopo il 501)
  • Agnello I † (menzionato nel 593)
  • Barbato † (menzionato nel 649)
  • Grazioso I † (menzionato nel 680)
  • Agnello II † (menzionato nel 721)
  • Grazioso II (o Gaudioso) † (menzionato nel 743)
  • Agatone † (menzionato nel 769)
  • Valeriano † (menzionato nell'826)
  • Giovanni I † (menzionato nell'853)
  • Bonifacio dei conti di Tuscolo † (menzionato nell'882)
  • Martino † (menzionato nel 963)
  • Benedetto dei conti di Tuscolo † (? - 974 eletto papa con il nome di Benedetto VII)
  • Domenico I † (menzionato nel 1001)
  • Pietro † (menzionato nel 1017)
  • Domenico II † (menzionato nel 1027)
  • Kilino † (menzionato nel 1046)
  • Rolando † (menzionato nel 1059)
  • Mainardo † (menzionato nel 1062)
  • Giovanni II † (menzionato nel 1063)
  • San Bonizone † (1072 - 1082 nominato vescovo di Piacenza)
  • Gennaro † (menzionato nel 1090)
  • Ottone † (1126 - 1130 deposto)
  • Giovanni III † (menzionato nel 1137)
  • Adalberto † (menzionato nel 1170)
  • Giovanni IV † (menzionato nel 1179)
  • Anonimo † (menzionato nel 1197)
  • Pietro Ismaeli † (prima del 1202 - dopo il 1209)
  • Menco (o Morico o Moruccio) † (prima del 1253 - 1275 deceduto)
  • Francesco † (1275 - ?)
  • Florasio † (22 settembre 1279 - 1282 deceduto)
  • Aldobrando † (12 gennaio 1283 - 1290 deceduto)
  • Giacomo † (16 maggio 1290 - ? deceduto)
  • Tommaso, O.P. † (7 giugno 1325 - ? deceduto)
  • Berengario † (16 ottobre 1328 - ? dimesso)
  • Uguccione di Perugia, O.F.M. † (19 marzo 1333 - ? deceduto)
  • Giovanni V † (20 marzo 1340 - ? deceduto)
  • Giovanni Vergoni, O.E.S.A. † (19 luglio 1342 - 1348 deceduto)
  • Ugolino da Pietralonga, O.P. † (23 giugno 1348 - gennaio 1353 deceduto)
  • Nicola † (13 febbraio 1353 - ? deceduto)
  • Pietro Velli, O.F.M. † (12 ottobre 1360 - 1363 deceduto)
  • Angelo † (5 giugno 1364 - ? deceduto)
  • Domenico † (25 gennaio 1377 - ?)
    • Pietro Cenci † (1º maggio 1384 - ?) (antivescovo)
  • Bernardo † (? - 1406 deceduto)
  • Andrea † (16 giugno 1406 - 1410 deceduto)
  • Domenico d'Anglona, O.Cist. † (19 ottobre 1411 - 28 febbraio 1429 nominato vescovo di Montefiascone)
  • Andrea II, O.P. † (28 febbraio 1429 - 1430 deceduto)
  • Luca Rossi de' Tartarinis † (13 novembre 1430 - 12 dicembre 1435 nominato vescovo di Nepi e Sutri)

Vescovi di Nepi e Sutrimodifica | modifica sorgente

  • Luca Rossi de' Tartarinis † (12 dicembre 1435 - 1447 deceduto)
  • Giacomo Cordoni † (26 maggio 1447 - 1453 deceduto)
  • Angelo Altieri, O.P. † (30 aprile 1453 - 1472 deceduto)
  • Battista Pontini † (5 luglio 1473 - 5 novembre 1484 nominato vescovo di Bitonto)
  • Andrea Paltroni † (5 novembre 1484 - 1489 deceduto)
  • Bartolomeo Flores † (21 agosto 1489 - 4 agosto 1495 nominato vescovo di Cosenza)
  • Francesco da Cascia † (5 agosto 1495 - 1497 deceduto)
  • Antonio Torres, O.S.H. † (17 aprile 1497 - 1497 deceduto)
  • Zanardo Bacarotto † (17 luglio 1497 - 24 agosto 1503 deceduto)
  • Antonio Alberici † (11 ottobre 1503 - 1506 deceduto)
  • Gian Giacomo Bruni † (6 febbraio 1506 - 27 agosto 1507 dimesso)
  • Paolo Emilio Bruni † (27 agosto 1507 - 1516 deceduto)
  • Jacopo Bongalli † (5 novembre 1516 - 1538 dimesso)[2]
  • Pomponio Cesi † (24 novembre 1539 - 4 agosto 1542 deceduto)
  • Pietro Antonio De Angelis † (7 agosto 1542 - 1553 deceduto)
  • Antonio Simeoni, O.S.B.Cam. † (3 luglio 1553 - 2 settembre 1556 deceduto)
  • Antonio Michele Ghislieri, O.P. † (4 settembre 1556 - 27 marzo 1560 nominato vescovo di Mondovì, poi eletto papa con il nome di Pio V)
  • Girolamo Gallarati † (27 marzo 1560 - 9 giugno 1564 nominato vescovo di Alessandria)
  • Egidio Valenti, O.E.S.A. † (25 ottobre 1566 - 9 maggio 1568 deceduto)
  • Camillo Campeggi, O.P. † (14 maggio 1568 - 1569 deceduto)
  • Donato Stampa † (14 dicembre 1569 - 1575 deceduto)
  • Alessio Stradella, O.E.S.A. † (20 luglio 1575 - 27 agosto 1580 deceduto)
  • Orazio Moroni † (5 settembre 1580 - 30 maggio 1603 deceduto)
  • Taddeo Sarti † (31 maggio 1604 - 1616 dimesso)
  • Dionisio Martini, O.F.M.Obs. † (18 maggio 1616 - settembre 1627 deceduto)
  • Sebastiano De Paoli † (settembre 1627 succeduto - 17 febbraio 1643 deceduto)
  • Bartolomeo Vannini † (13 luglio 1643 - 1653 deceduto)
  • Marcello Anania † (1º giugno 1654 - 25 aprile 1670 deceduto)
  • Giulio Spinola † (2 giugno 1670 - 8 novembre 1677 nominato arcivescovo, titolo personale, di Lucca)
  • Giacomo Buoni † (28 febbraio 1678 - circa 1679 o 1681 deceduto)
  • Stefano Ricciardi † (1º novembre 1681 - 1683 deceduto)
  • Francesco Giusti † (9 aprile 1685 - 23 novembre 1693 nominato vescovo di Camerino)
  • Savio Millini † (17 maggio 1694 - 10 febbraio 1701 deceduto)
  • Giuseppe Cianti † (14 marzo 1701 - novembre 1708 deceduto)
  • Vincenzo Vecchiarelli † (15 aprile 1709 - 24 o 27 gennaio 1740 deceduto)
  • Francesco Viviani † (11 novembre 1740 - 18 aprile 1746 nominato vescovo di Camerino e Fabriano)
  • Giacinto Silvestri † (2 maggio 1746 - 22 luglio 1754 nominato vescovo di Orvieto)
  • Filippo Mornati † (16 settembre 1754 - 8 giugno 1778 deceduto)
  • Girolamo Luigi Crivelli † (28 settembre 1778 - 27 novembre 1780 deceduto)
  • Camillo de Simeoni † (16 dicembre 1782 - 2 gennaio 1818 deceduto)
  • Anselmo Basilici † (25 maggio 1818 - 5 settembre 1840 deceduto)
  • Francesco Spalletti † (14 dicembre 1840 - 12 gennaio 1850 deceduto)
  • Gaspare Petocchi † (20 maggio 1850 - 7 agosto 1855 deceduto)
  • Lorenzo Signani, O.F.M.Cap. † (28 settembre 1855 - 2 settembre 1863 deceduto)
    • Sede vacante (1863-1867)
  • Giulio Lenti † (22 febbraio 1867 - 28 gennaio 1876 nominato vescovo ausiliare di Roma)
  • Giovanni Battista Paolucci † (28 gennaio 1876 - 15 luglio 1878 nominato arcivescovo titolare di Adrianopoli di Emimonto)
  • Giuseppe Maria Costantini † (15 luglio 1878 - 1º giugno 1891 deceduto)
  • Generoso Mattei † (1º giugno 1891 - 9 gennaio 1900 dimesso)
  • Bernhard Joseph Doebbing, O.F.M. † (2 aprile 1900 - 14 marzo 1916 deceduto)
  • Luigi Maria Olivares, S.D.B. † (15 luglio 1916 - 19 maggio 1943 deceduto)
  • Giuseppe Gori † (17 agosto 1943 - 2 luglio 1969 deceduto)
    • Sede vacante (1969-1974)
  • Marcello Rosina † (10 agosto 1974 - 11 febbraio 1986 nominato vescovo di Civita Castellana)

Cronotassi dei vescovi titolarimodifica | modifica sorgente

Statistiche della diocesi di Nepi e Sutrimodifica | modifica sorgente

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 63.854 63.854 100,0 107 61 46 596 72 260 35
1970 69.232 69.279 99,9 86 48 38 805 66 313 37
1980 84.223 84.667 99,5 92 52 40 915 88 292 38

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Louis Duchesne, Le sedi episcopali nell'antico ducato di Roma, in Archivio della romana società di storia patria, Volume XV, Roma 1892, p. 493.
  2. ^ Dal 1523 al 1532 fu vescovo solo di Sutri.

Fontimodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi







Creative Commons License