Don Lurio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg

Donald Benjamin Lurio, più noto come Don Lurio (New York, 15 novembre 1929Roma, 26 gennaio 2003), è stato un ballerino, coreografo, conduttore televisivo e cantante statunitense naturalizzato italiano.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Di origine italo-americana, studiò danza a Broadway con Bob Fosse e Jack Cole, poi arrivò in Europa con il suo tour in Francia con Roland Petit; a Parigi allestì le coreografie di Appuntamento mancato di Françoise Sagan, e venne notato da alcuni dirigenti della sede RAI di Torino, per cui venne scritturato in Italia nel 1959 per lo show Crociera d'estate. Lo stesso anno curò le coreografie di Delia Scala per Canzonissima.

Nel 1961 portò in Italia le gemelle Kessler col programma Giardino d'inverno, e nello stesso anno lavorò nuovamente con loro in Studio Uno. Negli anni sessanta partecipò con Totò come comparsa al film Totò di notte n. 1 ed a film musicali. All'inizio degli anni settanta fece conoscere Minnie Minoprio e fu coreografo per i programmi Hai visto mai? (con Lola Falana), Formula due, Chi? condotto da Pippo Baudo. Nel 1978 ritrovò Delia Scala e con lei condusse Che combinazione !, mentre l'anno successivo presentò il varietà Così per caso, insieme a Cecilia Buonocore e con la partecipazione di Elton John quale ospite fisso.

Negli anni ottanta fu protagonista di Pronto chi gioca?, il programma di Gianni Boncompagni, con Giancarlo Magalli e Enrica Bonaccorti su Rai uno. Pippo Baudo l'aveva avuto come ospite nel 1992 a Partita doppia.

Nel 1985 ha condotto Quo vadiz?, con Maurizio Nichetti e Sydne Rome, con i disegni di Bruno Bozzetto. Partecipò l'anno seguente alle trasmissioni di Raiuno Vincerai e Regali di Natale su testi di Marco Di Tillo. Nel 1999 partecipò al Festival di Sanremo come "coreografo" ed insegnante di danza della co-conduttrice Laetitia Casta, con la quale improvvisò diversi siparietti comici durante le serate in diretta. Sempre nel 1999 partecipò al film di Leonardo Pieraccioni Il pesce innamorato nel ruolo di Pacini.

Vita privatamodifica | modifica sorgente

Ebbe una relazione di oltre 20 anni con il suo manager Livio Costagli, morto di AIDS nel 1994 a soli 44 anni. A seguito della morte del compagno dovette affrontare una causa legale con i familiari del Costagli, i quali impugnarono il testamento olografo in cui l'estinto lasciava tutti i suoi beni a Don Lurio[1], che dovette lottare a lungo per veder riconosciuti i suoi diritti all'eredità[2].

È morto nel 2003 a causa di un attacco respiratorio al Policlinico Gemelli di Roma lasciando come testamento di istituire una borsa di studio a suo nome per l'Accademia Nazionale di Danza. È sepolto nel cimitero del Verano.

Filmografiamodifica | modifica sorgente

Spettacoli teatralimodifica | modifica sorgente

Discografia parzialemodifica | modifica sorgente

Librimodifica | modifica sorgente

  • Balla con me, Bietti, 1980

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Don Lurio, cuore e denari
  2. ^ Biografia di Don (Donald Benjamin) Lurio

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Andrea Jelardi, Queer TV, omosessualità e trasgressione nella televisione italiana, Croce, Roma 2007 - prefazione di Carlo Freccero.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License