Dorotea Elisabetta di Schleswig-Holstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Regno di Danimarca e Norvegia
Casato degli Oldenburg
Royal Arms of King Frederick IV of Denmark and Norway.svg

Cristiano I
Giovanni
Cristiano II
Federico I
Cristiano III
Federico II
Cristiano IV
Federico III
Cristiano V
Federico IV
Cristiano VI
Federico V
Cristiano VII
Federico VI
Cristiano VIII
Federico VII
Modifica

Dorotea Elisabetta di Schleswig-Holstein (Kronborg, 1º settembre 1629Colonia, 18 marzo 1687) fu una contessa danese.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Era figlia di Cristiano IV di Danimarca, re di Danimarca e Norvegia, e della seconda moglie Kirsten Munk.

Il matrimonio dei suoi genitori avvenne morganaticamente pertanto sia lei che i nove fratelli non poterono vantare il titolo di principi ma portarono solo quello di "conti di Schleswig-Holstein".

I suoi genitori divorziarono nel 1630 in quanto Cristiano IV accusò la moglie di tradirlo con altri uomini. Frutto del tradimento, a detta del re, sarebbe proprio stata la nascita di Elisabetta Dorotea, ultima dei dieci figli della coppia.

Dorotea rimase pertanto figlia illegittima per lungo tempo in quanto suo padre si rifiutò di riconoscerla. La giovane nel 1637 si recò ad Amburgo e poi decise di entrare in convento a Colonia. Si convertì al Cattolicesimo e divenne monaca agostiniana nel 1646.

Il re si decise a legittimizzarla nel 1648.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente








Creative Commons License