Edizione straordinaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Edizione straordinaria (disambigua).

L’edizione straordinaria (o edizione supplemento[1]) è una pubblicazione informativa prodotta da un mezzo di informazione (telegiornale, radiogiornale, quotidiano...), al di fuori della propria periodicità ordinaria, con lo scopo di documentare una notizia di particolare rilievo.[2]

L'edizione straordinaria può trattare eventi inaspettati, per esempio catastrofi naturali, morte di una personalità, caduta del governo di uno stato, rapimenti o rilasci di persone, guerre o attentati; ma anche programmati, per esempio elezioni, messaggi istituzionali, vista di una personalità di stato o religiosa financo inchieste.

L'impatto socialemodifica | modifica sorgente

Vista la particolare importanza informativa degli eventi trattati dalle edizioni straordinarie (specie quando non programmate), sono in genere accompagnate da un forte interesse popolare (alto share, alto numero di vendite, visualizzazioni, ecc.).[3]

Il che può generare esiti grotteschi, come quando, una sera del giugno 1976, le trasmissioni televisive vennero interrotte nell’apprensione generale per comunicare la semplice notizia che i titoli dei temi degli esami della imminente maturità scolastica erano stati sottratti dall’ufficio ministeriale.senza fonte

Le prime edizioni straordinariemodifica | modifica sorgente

Le prime edizioni straordinarie di mezzi d'informazione coincisero con la diffusione su larga scala della stampa quotidiana, avvenuta di pari passo allo sviluppo dell'alfabetizzazione internazionale tra l'Ottocento e il novecento (sebbene il primo quotidiano sia convenzionalmente considerato l'Einkommende Zeitung, fondato a Lipsia nel 1650). Tali edizioni venivano generalmente vendute per le strade e le piazze dagli strilloni.

La prima edizione straordinaria televisiva in Italia venne realizzate dall'allora unico telegiornale nazionale (l'attuale TG1) nel 1960, in occasione delle elezioni amministrative.senza fonte

Alcune edizioni straordinarie nella storiamodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Il Popolo d'Italia, Edizione supplemento, 11 febbraio 1929
  2. ^ Farxlex Dictionary, Edizione straodiaria
  3. ^ Tg1, Record di ascolto durante le edizioni speciali per il terremoto de L'Aquila, 7 aprile 2009

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • P. Di Salvo, Il giornalismo televisivo, Carocci Editore, 2004
  • L. Marino, Manuale di sociologia della comunicazione, Laterza, 2003







Creative Commons License