Egidio Bonfante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Egidio Bonfante (Treviso, 1922Milano, 2004) è stato un artista italiano.


Biografiamodifica | modifica sorgente

Egidio Bonfante nasce a Treviso il 7 luglio 1922. A dieci anni si trasferisce a Novara e poco dopo a Milano dove frequenta l’Accademia di Brera e la Facoltà di architettura del Politecnico. Negli stessi anni, dal 1940 al 1946, comincia a frequentare assiduamente Venezia dove incontra diversi artisti, fra questi Giovanni Comisso, Filippo De Pisis e Juti Ravenna. Nel 1942 è tra i fondatori del mensile di politica, lettere e arti Posizione; qualche anno più tardi codirige i giornali di arte e letteratura Il Ventaglio e Numero. Con Juti Ravenna è autore di Cinquanta disegni di Picasso, 1943 e di Arte Cubista, 1945. Nel 1946 sottoscrive il Manifesto del Realismo e pubblica Considerazioni sulla pittura dei giovani. L’incontro con Adriano Olivetti, nel 1948, segna una svolta nella sua carriera artistica e professionale: viene incaricato dall’azienda di studiare la nuova veste grafica della rivista Comunità. È’ l’inizio di una intensa attività nel settore dell’ industrial design: progetta negozi ed esposizioni in varie parti del mondo, oltre a libri e manifesti. La pittura degli inizi è orientata da matrici post-impressioniste e fauves, spesso accese di espressionismo, per approdare negli anni Cinquanta al figurativo-astratto. Da allora tutta la sua opera è arricchita dalla compresenza di due valori: l’amore per Venezia e le sue architetture e l’astrazione coloristica. I monumenti di Venezia offrono immagine, schema compositivo, partitura e ritmo dell’opera. Il colore è teso in grandi tessere, quasi a comporre un moderno mosaico bizantino. Lo splendore del colore permane anche negli assemblages di tappi corona e nei collages. Nel 1969 è autore, con lo pseudonimo Jacopo Robusti, di L’amour Peintre dove raccoglie centoventuno epigrammi dedicati a personaggi della cultura e dell’arte italiana. Nel 1996 Rossana Bossaglia pubblica per Electa il volume monografico Egidio Bonfante.

Nel 2003, in occasione della mostra allestita a Ivrea, l’Associazione Archivio Storico Olivetti gli dedica il libro Egidio Bonfante: un pittore alla Olivetti con un saggio di Renzo Zorzi e una lunga intervista di Eugenio Pacchioli all’artista. Del 1940 è la sua prima personale all’Istituto di Cultura di Novara, successivamente ha esposto in più di sessanta mostre personali e in numerose manifestazioni collettive in Italia e all’estero. Hanno scritto sul suo lavoro artistico, tra gli altri: Guido Aristarco, Guido Ballo, Riccardo Barletta, Leonardo Borgese, Luigi Carluccio, Raffaele Carrieri, Giovanni Comisso, Beniamino Dal Fabbro, Raffaele De Grada, Mario De Micheli, Gillo Dorfles, Sebastiano Grasso, Raffaele Monti, Carlo L. Ragghianti, Franco Russoli, Pier Carlo Santini, Leonardo Sinisgalli, Enrico Somarè, Marco Valsecchi. Muore a Milano il 12 febbraio 2004.

Principali mostre personali e collettivemodifica | modifica sorgente

1940 Personale all'Istituto di Cultura, Novara.

1942 Mostra della Società Promotrice di Belle Arti, Torino. XI Mostra d'Arte Trevigiana, Palazzo dei Trecento, Treviso.

1943 V Mostra Sindacale d'arte, Palazzo del Broletto, Novara. Mostra del disegno italiano, Galleria Cairola, Milano.

1945 Personale alla Galleria Cucchi, Novara. Mostra Collettiva con Giuseppe Ajmone, Renato Birolli, Bruno Cassinari, Alik Cavaliere, Alfredo Chighine, Gianni Dova, Giacomo Manzù, Giuseppe Migneco, Ennio Morlotti, Giovanni Paganin, Cesare Peverelli, Atanasio Soldati, Luigi Veronesi, Fronte della Gioventù, Milano.

1946 Premio Città di Novara, Palazzo del Broletto, Novara; gli viene assegnato il secondo premio. Mostra collettiva con Remo Brindisi, Roberto Crippa, Franco Francese, Bobo Piccoli, Aligi Sassu, Giovanni Testori, Ernesto Treccani, Italo Valenti, Emilio Vedova, Fronte della Gioventù, Milano. Mostra Premio di Pittura Oltre Guernica e Manifesto del Realismo, Milano; sottoscritto da Giuseppe Ajmone, Rinaldo Bergolli, Egidio Bonfante, Gianni Dova, Ennio Morlotti, Giovanni Paganin, Cesare Peverelli, Vittorio Tavernari, Giovanni Testori, Emilio Vedova.

1947 Personale alla Galleria del Naviglio, Milano. La Quadriennale, Società Promotrice delle Belle Arti, Galleria Civica d'Arte Moderna, Torino.

1948 I Gran Premio di Pittura, Saint Vincent (AO). Mostra Nazionale d'Arte Contemporanea, Villa Reale, Milano. Biennale Nazionale d'Arte Sacra, Palazzo del Broletto, Novara.

1949 Personale alla Galleria Chiurazzi, presentazione di Raffaele Carrieri, Roma. II Gran Premio di Pittura, Saint Vincent (AO).

1950 Personale alla Galleria la Bussola, presentazione di Giovanni Comisso, Torino.

1951 Personale alla Galleria Al Blu di Prussia, Napoli. La Quadriennale, Società Promotrice delle Belle Arti, Torino.

1952 Personale al Centro Culturale Olivetti, presentazione di Libero Bigiaretti, Ivrea.

1953 Esposizione Nazionale di arti Figurative, Società promotrice di Belle Arti, Torino.

1954 Esposizione di Arte Contemporanea Piemontese, Società Promotrice di Belle Arti, Torino. Premio Nazionale di Pittura Michetti, Francavilla a Mare.

1956 Personali alla Galleria dell'Ariete, Milano e al Centro Culturale Olivetti, presentazione di Geno Pampaloni, Ivrea. Mostra in terrazza, a cura di Bruno Munari, Galleria Montenapoleone 6A, Milano.

1957 Mostra del libro d'arte figurativa, Centro Culturale Canavesano, Ivrea. IV Premio di Pittura, Orzinuovi (BS).

1958 Personale al Centro Culturale Canavesano, presentazione di Franco Russoli, Ivrea. Esposizione Giovani Artisti Italiani, a cura di Marco Valsecchi, Palazzo della Permanente, Milano.

1959 Personali, presentate da Pier Carlo Santini, alla Galleria del Cavallino, Venezia; alla Galleria la Strozzina, Firenze; alla Casa della Cultura, Livorno. Mostra Nazionale di Pittura V Premio Bergamo, Palazzo della Ragione, Bergamo. La collezione minima di Zavattini, Galleria la Strozzina, Firenze e Casa della Cultura, Livorno. XXII Premio di Pittura Suzzara (MN).

1962 IV Premio di Pittura Esso, Cento anni di industria in Italia, Roma. Premio Nazionale di Pittura, Sassari.

1963 Personale alla Galleria dell'Ariete, presentazione di Carlo L.Ragghianti, Milano. VI Mostra Nazionale di Pittura, Capo d'Orlando (ME). Biennale Nazionale d'Arte Contemporanea, Castello Svevo, Bari. VII Mostra Nazionale della Grafica e dell'Incisione, La Spezia; gli viene assegnato il primo premio. I pittori ritraggono i critici, Galleria Montenapoleone 6A, Milano.

1965 IX Quadriennale Nazionale d'Arte, Roma. Mostra Nazionale di Pittura Golfo della Spezia, La Spezia. Mostra Nazionale del Piccolo Dipinto, Galleria della Biennale, Palermo. Triennale dell'Adriatico di Grafica e Scultura, Palazzo delle Esposizioni, Civitavecchia, Marche. XXIV Biennale Nazionale d'Arte Città di Milano, Palazzo della Permanente, Milano. Arte Grafica Internazionale d'Oggi, Galleria di Palazzo Carmi, Parma.

1966 Personali alla Galleria d'Arte Cavour, presentazione di Pier Carlo Santini, Milano; alla Galleria San Petronio, presentazione di Franco Passoni, Bologna.

1967 XXV Biennale Nazionale d'Arte Città di Milano, Palazzo della Permanente, Milano. Biennale Nazionale d'Arte, a cura di Giuseppe Marchiori, Verona. Arte Grafica Internazionale d'Oggi, Meda (MI). Gli artisti per Firenze, Museo Internazionale d'Arte Contemporanea, a cura di Carlo L.Ragghianti, Palazzo Vecchio, Firenze. Lo Spazio, mostra del gruppo Humor Graphic, a cura di Luciano Consigli, Palazzo Costanzi, Trieste; Galleria del Naviglio, Milano; Galleria Arte Moderna Villa Reale, Milano. Rassegna dell'Art Directors Club di Milano. L'anno precedente è stato tra i fondatori dell'associazione; parteciperà alle successive esposizioni; premiato nel 1967 e nel 1971.

1968 Personali alla Galleria il Salotto, Como e alla Galleria Arnetta, presentazione di Beniamino Dal Fabbro, Gallarate (VA).

1969 Personale al centro culturale Hos Olivetti, presentazione di Carlo L.Ragghianti con una poesia di Jean Cocteau, Copenhagen. Olivetti Formes et Recherches, Musée des arts Décoratifs, Parigi. Dal 1969 al 1971, fu poi ospitata dal Pabellon Italiano de la Ferie de Muestras, Barcellona; dal Palacio de Cristal, Madrid; dalla Waverley Market Hall, Edimburgo; dalla Euston Station Plaza, Londra; dal Prince Hotel, Tokyo.

1970 Personale alla Galleria del Giorno, presentazione di Riccardo Barletta, Milano.

1971 Personale al Centro Castelli, Milano.

1972 Personale alla Galleria d'Arte Cortina, presentazione di Carlo L.Ragghianti e scritti in catalogo di Riccardo Barletta, Beniamino Dal Fabbro, Enzo Fabiani, Pier Carlo Santini. Biennale di Venezia, XXXVI Esposizione Internazionale d'Arte, Venezia. Seconda Triennale dell'Incisione, Palazzo della Permanente, Milano.

1973 Personali alla Galleria del Leone, Tradate (VA); alla New Gallery, Catania; alla Galleria Niccoli, presentazione di Marco Valsecchi, Parma; al Circolo Empedocleo, Agrigento. International Art Exhibition, Bertrand Russel Centenary, Nottingham. Les Artistes de la Galerie il Giorno, Le Soleil dans la Tête, Parigi.

1974 Personali alla Galleria la Tavolozza, Bergamo; alla Galleria Nove Colonne, Trento; alla Galleria Rizzardi, Milano; alla sede centrale della Banca Popolare, Milano. Nevrotic, mostra del gruppo Humor Graphic, Galleria Cortina, Milano.

1975 Personali alla Galleria Arte Incontro, Messina; alla Galleria la Panchetta, Bari; allo Studio d'Ars, Milano.

1976 Personali alla Galleria il Salotto, Como; alla Galleria la Bottega, Fidenza (PR); al centro Congressi La Serra, presentazione di Riccardo Barletta, Ivrea. Al Negozio Olivetti di Venezia espone gli assemblages di tappi corona, presentazione di Luigi Carluccio. Concorso Nazionale di Pittura Città di Vercelli, Vercelli; gli viene assegnato il primo premio: Premio di Pittura Lario Cadorago, Villa Olmo, Como; parteciperà alle edizioni del 1977, 1978, 1979; premiato nel 1976, 1977, 1979. Escatologic, mostra del gruppo Humor Graphic, Palazzo Confalonieri, Milano; Bedford House Gallery, Londra. Esposizione Gli Artisti e Olivetti, Caracas. Dal 1976 al 1978 la rassegna è stata ripetuta a San Paolo del Brasile, Città del Messico, Madrid, Barcellona, Pamplona, Kamakura, Kyoto, Nagoya.

1977 Personali all'Auditorium Santa Chiara, presentazione di Giorgio Soavi, Assessorato alla Cultura, Vercelli; alla Calcografia De Tullio, Milano; al Palazzo Olivetti, presentazione di Renzo Zorzi, Firenze; alla Galleria d'Arte Matuzia, Sanremo (IM). Mostra retrospettiva Grafica di Costume 1954-1965, Centro Allende, La Spezia.

1978 Personale allo showroom Cassina, Milano. Mostra dell'Alliance Graphique Internationale, Westerham Press Limited e Royal College of Art, Londra.

1979 Rassegna di pittura italiana Il Morazzone, Morazzone (VA). Psyco, mostra del gruppo Humor Graphic, Museo Egizio Castello Sforzesco, Milano.

1980 Personale alla Galleria Greminger, Genova. Mostra di pitture, sculture e incisioni Fuoco e fiamme, Galleria dei Bibliofili, Milano. Mostra collettiva Arte e carnevale, Galleria Graphica Club, Milano. Le maschere, di civiltà antiche e di artisti contemporanei, Galleria dei Bibliofili, Milano. Archeologjc, mostra del gruppo Humor Graphic, Civico Museo Archeologico, Milano.

1981 Personale alla Galleria dei Bibliofili, presentazione di Beniamino Dal Fabbro, Milano. Il Segno, mostra del gruppo Humor Graphic, Palazzo delle Stelline, Milano.

1982 Personale allo showroom Olivetti Synthesis, presentazione di Renzo Zorzi, Milano. Tre pittori, tre città: Venezia di Egidio Bonfante, Firenze di Robert Carrol, Roma di Carlo Quaglia, a cura di Riccardo Barletta, Galleria Radice, Lissone (MI). L'uomo nel suo habitat colorato, 10 murales di Marco Biassoni, Egidio Bonfante, Norberto Civardi, Luciano Consigli, Amleto Dalla Costa, Luciano Francesconi, Alarico Gattia, Rosario Mele, Ercole Pignatelli, Armando Testa, Piazzetta Reale, Milano.

1983 Personale alla Galleria Villata, presentazio- ne di Giovanna Barbero, Cerrina Monferrato (AL). Mostra Nel castello di Kafka, Palazzo Sormani, Milano. La mostra viene ripetuta, nel 1984, a Brescia e al Centre George Pompidou, Parigi. Visual Design 1933-1983, cinquant'anni di produzione in Italia, Piazza Duomo, Milano. Pecunia, mostra del gruppo Humor Graphic, Salone della Comunicazione Visiva Fiera di Bologna.

1984 Biennale des Art Graphiques, Exposition Internationale de l'Illustration e du Graphisme du Livre, Brno, Cecoslovacchia. Prima Biennale della Grafica, indagine del manifesto di pubblica utilità dagli anni Settanta ad oggi, Cattolica (FO). Mostra Raffaello cinquecento anni dopo, Arte Polivalente Bonaparte, Milano. Magia, mostra del gruppo Humor Graphic, Galleria V.Emanuele Uff. Informazioni, Milano; Centro Culturale L.Russo, Pietrasanta, Viareggio.

1985 Personale alla Galleria Alberto Giorgi, Arte Contemporanea, Milano. XVIII Rassegna Internazionale d'Arte Elogio dell'Architettura, a cura di Riccardo Barletta, Palazzo di Città, Acireale (CT); Galleria Sagittaria, Pordenone. Fashion, mostra del gruppo Humor Graphic, Centrodomus, Milano.

1986 Personale alla Galleria Fornasetti, Torino, presentazione di Raffaele De Grada. Personale antologica alla Galleria d'Arte Moderna di Gallarate, presentazione di Riccardo Barletta. Movie, mostra del gruppo Humor Graphic, Galleria V.Emanuele Uff. Informazioni, Milano.

1988 Personale alla Basilica di Sant'Ambrogio, Milano. Il Suono, mostra del gruppo Humor Graphic, Galleria Vittorio Emanuele Ufficio Informazioni, Milano.

1989 Personali al Centro Culturale il Gelso, Lodi, alla Galleria Prisma, presentazione di Francesco Butturini, Verona. Arte e Ambiente mostra d'arte contemporanea, Museo del Risorgimento, Roma. Il Tempo, mostra del gruppo Humor Graphic, Civico Museo Archeologico, Milano.

1990 Self-Image Exhibition, The Israel Museum, Jerusalem. Cibus, mostra del gruppo Humor Graphic, Palazzo delle Stelline, Milano; Eurocucina, Fiera di Milano.

1991 Triennale dell'incisione, Palazzo della Permanente, Milano. Premio per l'Incisione Montevertine. Ritus, mostra del gruppo Humor Graphic, Palazzo dell'Arte, Milano.

1992 Energia, mostra del gruppo Humor Graphic, Civico Museo archeologico, Milano.

1995 Posters Against Violence Worldwide, Alberta, Canada.

1997 Personale alla Galleria Iozia, Piacenza.

1998 Personali alla Galleria Manini, Torino e alla Galleria Modarte, Milano.

1999 Antologica alla Galleria d'Arte Moderna, Ferrara.

2011 Mostra retrospettiva al Liceo Artistico Statale di Brera - Spazio Laboratorio Hajech, Milano.

2012 Mostra retrospettiva alla Fondazione Achillle Marazza e alla Galleria Borgoarte, Borgomanero


Attività editorialemodifica | modifica sorgente

1942 Fonda, con Franco Berutti e Giulio Tornielli, il mensile di politica, lettere ed arti, Posizione, edito dal GUF di Novara; chiuderà le pubblicazioni nel luglio 1943.

Dirige le edizioni di Posizione. Tra i titoli: Il Cammino e Sulla Collina di Beniamino Joppolo; Poesie di Luigi Capelli, con una nota di Mario de Micheli; Italo Valenti di Guido Piovene; Sedici taccuini di Renato Birolli, con disegni e uno scritto di Umbro Apollonio (questo volume è stato ristampato, accresciuto nel testo, da Giulio Einaudi editore, Torino, 1960); Sei battaglie di Aligi Sassu, litografie originali tirate da Piero Fornasetti, con uno scritto di Egidio Bonfante Cinquanta disegni di Picasso a cura di Egidio Bonfante e Juti Ravenna, con scritti di Carlo Carrà, Enrico Prampolini, Alberto Savinio, Gino Severini, Ardengo Soffici.

Organizza, con Paolo Grassi, gli spettacoli di Posizione, Novara, 1942-43. Sono le prime regie di Giorgio Strehler; testi di Luigi Pirandello, Felice Gaudioso, Beniamino Joppolo; scenografie di Luigi Veronesi.

1945 È autore, con Juti Ravenna, di Arte Cubista, con le Meditations Estetiques sur la Peinture di Guillaume Apollinaire, Venezia.

1946 È autore di Considerazione sulla pittura dei giovani, Milano.

Dirige, con Alberto Cavallari, Numero, mensile di arte e letteratura, Milano.

E' redattore, con Aldo Buzzi, della rivista, diretta da Carlo Pagani, A, Attualità Architettura, Abitazione, Arte, Editoriale Domus, Milano.

Dirige, con Angelo Del Boca e Ugo Ronfani, Il Ventaglio, settimanale, Novara.

Principali opere e realizzazioni per la Olivettimodifica | modifica sorgente

1948 Studia la veste grafica per la nuova serie della rivista Comunità, diretta da Adriano Olivetti. Il primo numero esce nel gennaio 1949. Dopo la morte di Adriano Olivetti, la direzione viene assunta da Renzo Zorzi. Ne sarà redattore fino al 1970.

1949 Redige la griglia, relativa al comprensorio di Ivrea, per il congresso e la mostra di Bergamo del CIAM, Congrès Internationaux d'Architecture Moderne.

Progetta, con Giovanni Astengo, la veste grafica della rivista Urbanistica, bimestrale dell'Istituto Nazionale di Urbanistica, diretta da Adriano Olivetti e Giovanni Astengo. Il primo numero esce nel mese di luglio; ne sarà redattore fino al 1967.

1950 Influenzato dalle esperienze di Moholy-Nagy e di Man Ray, realizza in camera oscura una serie di fotogrammi; gli serviranno per comporre alcuni poster per Olivetti.

Esegue le illustrazioni per la guida Tutta l'Italia, Istituto Geografico De Agostini, Novara.

1951 Ordinamento e allestimento, con Giovanni Astengo, della sezione Urbanistica alla IX Triennale di Milano; collabora anche alla sezione dell'Abitazione.

1952 Esegue grandi decorazioni murali, ispirate alle maschere della commedia dell'arte, alla marina di Viareggio, al circo, al luna park, ai pupi siciliani, nei locali di giuoco, di refezione e di riposo della colonia estiva Olivetti di Marina di Massa. Ristruttura il negozio Olivetti di Napoli e vi esegue una decorazione murale ispirata all'architettura spontanea del Mediterraneo. Allestimento del padiglione Olivetti alla Mostra d'Oltremare, Napoli

1956 Progetto del negozio Olivetti di San Gallo, Svizzera. Allestimento del padiglione Olivetti al Salone Internazionale della Tecnica, Torino.

1957 Ordinamento e allestimento, con Aldo Colombo, Franco Grignani, Attilio Rossi, Leonardo Sinisgalli, Ignazio Weiss, della Mostra di Arte Grafica alla XI Triennale di Milano. Premiato con medaglia d'oro. Progetto del negozio Olivetti di Caracas. Vi esegue una decorazione murale ispirata all'architettura veneziana.

1958 Progetta, con Adriano Olivetti, la struttura grafica delle collane delle Edizioni di Comunità, Milano: Studi e documenti di storia dell'arte e Panorami e profili d'architettura e d'urbanistica. Ne curerà numerosi volumi. 1960 Ordinamento e allestimento, con Riccardo Musatti e Renzo Zorzi, della Mostra in ricordo di Adriano Olivetti alla XII Triennale di Milano. Allestimento delle sale stampa Olivetti ai Giochi della XVII Olimpiade, Roma. Impostazione grafica, con Renzo Zorzi, della collana Saggi di cultura contemporanea delle Edizioni di Comunità, Milano. Ne curerà un centinaio di titoli.

1961 Allestimento, con Franco Albini, della sezione L'organizzazione industriale, la produttività, il mercato alla Esposizione Internazionale del Lavoro, Torino.

1962 Allestimento della sala Olivetti alla Mostra permanente del disegno industriale, Essen, Germania.

1963 Inizia la rubrica Grafica pubblicitaria, che terrà fino al 1967, sulla rivista D'Ars, diretta da Oscar Signorini, Milano.

1964 Allestimento delle sale stampa Olivetti ai giochi della XVIII Olimpiade, Tokio. Progetto dei negozi Olivetti di Lione e di Biel, Svizzera.

1966 Allestimento del padiglione Olivetti all'Interorgtechnika, Mosca.

1968 Allestimento delle sale stampa Olivetti ai Giochi della XIX Olimpiade, Città del Messico. Disegni per il film d'animazione Millimetro, diretto da Aristide Bosio per Olivetti. Il cortometraggio illustra il funzionamento di una macchina per scrivere elettrica a spaziatura differenziata

1969 Allestimento del padiglione Olivetti all'esposizione Internazionale delle Macchine per Ufficio, Copenhagen.

1970 Allestimento del padiglione Olivetti alla Fiera Internazionale, Hannover.

1971 Allestimento della sala Olivetti alla Esposizione Internazionale delle Macchine per Ufficio, Madrid.

1972 Allestimento dei padiglioni Olivetti alla rassegna del S.I.C.O.B., Parigi e dell'esposizione dell'Industria Italiana, Pechino.

1979 Design Process Olivetti 1908-1978, esposizione itinerante.


Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Libero Bigiaretti, Catalogo della personale al Centro Culturale Olivetti, Ivrea 1952.

Geno Pampaloni, Catalogo della personale alla Galleria dell'Ariete, Milano 1956.

Franco Russoli, Catalogo della personale al Centro Culturale Canavesano, Ivrea 1958.

Pier Carlo Santini, catalogo della personale alla Galleria del Cavallino, Venezia 1959.

Carlo L. Ragghianti, catalogo della personale alla Galleria dell'ariete, Milano 1963.

Riccardo Barletta, Letteratura, Roma, maggio-giugno 1963.

Raffaele Monti, Catalogo della Mostra Nazionale di Pittura Golfo della Spezia, La Spezia 1965.

Franco Passoni, Catalogo della personale alla Galleria San Petronio, Bologna 1966.

Luigi Carluccio, Catalogo della personale Venezia e Bisanzio, Venezia 1976.

Renzo Zorzi, Catalogo della personale al Palazzo Olivetti, Firenze 1977.

Beniamino Dal Fabbro, Catalogo della personale alla Galleria dei Bibliofili, Milano 1981.

Francesco Butturini, Catalogo della personale alla Galleria Prisma, Verona 1989.

Angelo Andreotti, Catalogo della personale a Palazzo Massari-Padiglione Arte Contemporanea, Ferrara 1999.

Rossana Bossaglia, Egidio Bonfante, Electa, Milano 1996.

Renzo Zorzi, Egidio Bonfante. Un pittore alla Olivetti, Archivio Storico Olivetti, Ivrea 2003.


  • (IT) Daniele Baroni, Maurizio Vitta, Storia del design grafico, VI, Milano, Longanesi [2003], 2010, pp. 334 pp.. ISBN 978-88-304-2011-3.







Creative Commons License