Elisabetta di Wittelsbach-Simmern

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi con questo nome vedi, vedi Elisabetta di Wittelsbach.
Palatinato
Simmern
Armoiries électeur palatin 1648.svg

Federico III
Ludovico VI
Federico IV
Federico V
Carlo I Luigi
Carlo II
Modifica
Stemma della Sassonia.

Elisabetta di Wittelsbach-Simmern (Birkenfeld, 30 giugno 1540Neustadt, 8 febbraio 1594) era figlia del principe elettore Federico III del Palatinato e di Maria di Brandeburgo-Kulmbach, figlia di Casimiro di Brandeburgo-Kulmbach.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Sposò a Weimar il 12 giugno 1558 Giovanni Federico II di Sassonia, elettore di Sassonia dal 1554 al 1556.

La politica di intrighi intrapresa da suo marito Giovanni Federico II, che mirava a recuperare il titolo di elettore perso dal padre nel 1547, provocò la reazione dell'imperatore Massimiliano II che gli impose il Reichsacht (bando imperiale). Dopo l'assedio al castello di Gotha, Giovanni Federico venne definitivamente sconfitto nel 1566 e imprigionato a vita. Elisabetta trascorse così il resto della vita coniugale lontana dal marito, che morì in carcere un anno dopo di lei.

Suo figlio Giovanni Casimiro divenne duca di Sassonia-Coburgo nel 1596. Giovanni Ernesto fu invece duca di Sassonia-Eisenach dal 1596 al 1638 e di Sassonia-Eisenach-Coburgo dal 1633 al 1638[1].

Discendenzamodifica | modifica sorgente

Elisabetta mise al mondo quattro figli maschi[1]:

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b Wettin 3

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License