Emilio Veggetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emilio Veggetti

Emilio Veggetti (Grizzana Morandi, 15 agosto 1877Bologna, 28 febbraio 1953) è stato un politico e letterato italiano.

Profondo conoscitore della montagna, ricoprì numerose cariche ed incarichi.

A testimonianza dei suoi vari interessi culturali restano numerosi scritti che testimoniano un campo di interessi piuttosto vasto e vanno dalla poesia patriottica agli inni dedicati a personalità della scienza e della cultura, dai discorsi per le occasioni civili e politiche, agli interventi nella vita amministrativa e politica (in particolare scritti a carattere storico e letterario volti alla conoscenza della vita bolognese del Settecento); scrisse anche saggi specifici dedicati ad accademie, a medici, alla musica, alla giurisprudenza, agli studi sacri, alle scienze naturali ed alle matematiche e scienze affini nel XVIII secolo.

Dispose lasciti da conferire post sua mortem a Istituzioni quali Curia, Università e Comune. L’amico Giovanni Maioli lo commemorò alla Deputazione di Storia Patria il 17 maggio dello stesso anno.

Operemodifica | modifica sorgente

  • Gli albanesi e la loro letteratura, 1914
  • Grizzana in onore del Prof. Pio Carlo Falletti, 1914
  • Per la cittadinanza grizzanese a S. E. l'On. Luigi Rava, 1915
  • Per Cesare Battisti: Epodo, 1916
  • Nell'annuale della guerra d'Italia, 1916
  • In onore dei mutilati e della Croce Rossa americana, 1918
  • Inno per la mutualità scolastica: canto e piano, parole di Emilio Veggetti, musica di Giovanni Battista Alberani, 1922
  • Sei mesi di commissariato nell'antica sede dei capitani della montagna, 1923
  • Giovan Luigi Mangarelli e le prime edizioni in caratteri greci ed egiziani in Bologna, 1923
  • L'antico santuario di Montovolo nella montagna bolognese, 1925
  • Pier Paolo Molinelli e la prima cattedra italiana di medicina operatoria in Bologna, 1926
  • Per la conservazione del comune di Grizzana, 1927
  • Per la conservazione di tutti i comuni del circondario di Vergato, 1927
  • Le pitture del portico dei Servi in Bologna, 1929
  • Il contratto editoriale del Nicolo de Lapi autenticato da Tommaso Grossi, 1929
  • Per la pretura di Vergato: storia e tradizione, 1930
  • Per il ritorno della cara salma del giovane eroe Antonio Rondelli morto combattendo il 16 marzo 1917, 1923
  • Note inedite di Eugenio Beauharnais sui candidati al Senato del Regno italico, 1933
  • A ricordo dell'avvocato Gianni Roversi nel 1º anniversario della morte, 1938
  • Per le nozze del prof. Amleto Comini bolognese con Giuliamaria Persegani Speranzini benedette il 22 dicembre 1940: cordialmente augurando ogni sognato bene, 1940.
  • Per la nascita di Guglielmo Marconi: inno, 1941
  • Per la morte di Giuseppe Verdi: 1901-1941: inno, 1941
  • Scritti e ricordi a cura di Giovanni Maioli 1955
  • Canti della mia terra a cura di Carolina Vitali, 1956

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • La commemorazione integrale è pubblicata in Atti e Memorie della Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna, vol. V, anno accademico 1953-54, Bologna, 1957.
  • Claudio Cappelletti, Un benemerito della cultura: il Cavaliere Emilio Veggetti, in Savena Setta Sambro n. 5, 1993







Creative Commons License