Episodi di Bones (seconda stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Bones (serie televisiva).

Bones 2005 logo.svg

La seconda stagione della serie televisiva Bones è stata trasmessa in prima visione negli Stati Uniti d'America da Fox dal 30 agosto 2006 al 16 maggio 2007.

In Italia è stata trasmessa in anteprima assoluta da Rete 4 in due parti: (episodi 1-4) dal 27 agosto al 10 settembre del 2007, (episodi 5-22) dall'8 marzo al 21 giugno del 2008.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 The Titan on the Tracks Scambio di identità 30 agosto 2006 27 agosto 2007
2 Mother and Child in the Bay Due scheletri nell'acqua 6 settembre 2006 27 agosto 2007
3 The Boy in the Shroud La rosa di Romeo e Giulietta 13 settembre 2006 10 settembre 2007
4 The Blonde in the Game Il gioco del serial killer 20 settembre 2006 10 settembre 2007
5 The Truth in the Lye Un marito perfetto 27 settembre 2006 8 marzo 2008
6 The Girl in Suite 2103 Immunità diplomatica 4 ottobre 2006 8 marzo 2008
7 The Girl with the Curl Piccole miss 1º novembre 2006 15 marzo 2008
8 The Woman in the Sand La donna nel deserto 8 novembre 2006 15 marzo 2008
9 Aliens in a Spaceship Sepolti vivi 15 novembre 2006 29 marzo 2008
10 The Headless Witch in the Woods Il mistero del bosco 29 novembre 2006 5 aprile 2008
11 Judas on a Pole Il doppio volto della Fede 13 dicembre 2006 12 aprile 2008
12 The Man in the Cell Gli enigmi 31 gennaio 2007 19 aprile 2008
13 The Girl in the Gator Pausa di primavera 7 febbraio 2007 26 aprile 2008
14 The Man in the Mansion Manomissione di prove 14 febbraio 2007 3 maggio 2008
15 The Bodies in the Book Delitto per delitto 14 marzo 2007 10 maggio 2008
16 The Boneless Bride in the River La sposa nel fiume 21 marzo 2007 17 maggio 2008
17 Priest in the Churchyard Devozione cieca 28 marzo 2007 24 maggio 2008
18 The Killer in the Concrete Sotto tortura 4 aprile 2007 31 maggio 2008
19 Spaceman in a Crater Mal di spazio 2 maggio 2007 7 giugno 2008
20 Glowing Bones In A Cove Ossa luminescenti 9 maggio 2007 14 giugno 2008
21 Stargazer in a Puddle Solo per amore 16 maggio 2007 21 giugno 2008

Scambio di identitàmodifica | modifica sorgente

Emily Deschanel e David Boreanaz, i protagonisti principali di Bones.

Tramamodifica | modifica sorgente

Bones e Booth si precipitano sul luogo di un deragliamento ferroviario, in cui ha perso la vita un senatore; sembra che un noto cestista si sia suicidato lanciandosi con l'auto sopra i binari. Sul posto è già arrivato il nuovo capo del Jeffersonian, una donna di colore, Camille Saroyan, per gli amici Cam, che stenta ad avere un rapporto costruttivo con i membri del laboratorio. Le indagini portano però al riconoscimento del cadavere ritrovato nell'auto, che è stato manipolato per assomigliare al noto giocatore di basket; il corpo appartiene invece ad un drogato. Resta quindi l'interrogativo di dove sia effettivamente l'uomo, che ha inscenato la sua morte. Grazie all'aiuto di sua moglie, si scopre che l'atleta era anche un grosso investitore di borsa che collaborava con un investigatore privato. Da qui partono alcune ricerche e grazie ad uno stratagemma, Booth otterrà una confessione: l'investigatore e l'atleta avevano collaborato per inscenare la scomparsa di quest'ultimo, sperando di ottenere forti somme di denaro dovute alla speculazione dei titoli in borsa; ma la morte del senatore nel deragliamento del treno, ha portato l'investigatore a disfarsi del suo socio temendo di essere scoperto, gettandolo dall'auto. Ora resterà paralizzato per tutta la vita su un letto d'ospedale, mentre per l'ex investigatore si aprono le porte del carcere.

Due scheletri nell'acquamodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Nella baia di Delaware viene ritrovato il cadavere di una donna incinta scomparsa l'anno prima; ancora una volta le indagini vengono focalizzate sull'ex marito della vittima, ripetuto fedifrago e scagionato per mancanza di prove all'origine del fatto. Ma la scomparsa di quest'ultimo avvicina la curiosità di Booth alla nuova compagna dell'uomo, che, prima indicando di averlo conosciuto solo dopo la scomparsa della moglie, si scopre però averlo avvicinato già diverso tempo prima. Si teme un coinvolgimento della donna nell'omicidio della prima moglie quindi, ma le analisi dello staff e del nuovo capo del Jeffersonian, il cui rapporto con Bones stenta a decollare, sui resti della donna e del feto ritrovati, fanno giungere a ben altre conclusioni. Il feto ritrovato infatti è il corpicino di un neonato già nato e poi morto; grazie all'analisi del DNA e alla ricostruzione olografica di Angela, si può risalire alla vera madre: si tratta di un'amica della defunta, che in preda ad un momento di depressione, ha ucciso il proprio figlio appena nato. Grazie alle sue abilità di veterinaria poi, ha avvicinato l'amica e, dopo averla uccisa, le ha prelevato il bambino ormai pronto a venir alla luce, scambiandolo con il proprio. Nel frattempo il padre biologico è stato ritrovato, e dopo aver ammesso di essere scappato solo per timore del giudizio di tutti quanti, ha potuto riabbracciare il proprio figlio ed essere scagionato da ogni accusa.

La rosa di Romeo e Giuliettamodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Viene ritrovato il cadavere decomposto di un adolescente scomparso qualche tempo prima, grazie ad un incidente stradale che ha coinvolto un camion della nettezza urbana che si è capovolto. Il ragazzo, avvolto in un sudario in mezzo ai sacchi della spazzatura, offre la possibilità ad Angela di ricavarne i tratti del volto come è stato per la Sacra Sindone, permettendone il riconoscimento nel database nazionale. Al ragazzo, corrisponde anche la scomparsa di una sua coetanea, adottata; le indagini si concentrano prima su questa ragazza, ma vengono poi deviate quando questa viene ritrovata e tenta di addossarsi la colpevolezza dell'omicidio. I conti non tornano infatti, sulla scena del delitto deve esserci stata una terza persona, e le attenzioni vengono poste sul fratello della ragazza, che lei stava tentando di proteggere addossandosi la colpa, adottato anch'esso; per paura di restare solo senza la sorella, ha provocato la morte dell'adolescente spingendolo da una finestra dopo averlo colpito a quindici metri di altezza. La sensibilità di Bones verso il caso, anche lei proviene da una famiglia che l'ha adottata, la porta a comunicare con il nuovo capo stabilendo un punto d'incontro che le porterà a collaborare in futuro.

Il gioco del serial killermodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Una persona a spasso con il suo cane ritrova in mezzo ad un bosco il cadavere di una ragazza scomparsa; ad una prima analisi lo staff di Bones scopre che il modus operandi è lo stesso di una loro vecchia conoscenza, il serial killer Apps. Le indagini si complicano però quando si scopre che un osso del cadavere rinvenuto non fa parte dello stesso, ma appartiene ad una seconda vittima a cui Bones e Booth arrivano grazie ad una serie di indizi che il serial killer lascia, facendosi aiutare inconsapevolmente anche da sua moglie che recapita messaggi ad un casella postale. Nel secondo cadavere viene infatti ritrovato un medaglione appartenente ad una terza ragazza; Angela e di Hodgins scoprono delle tracce di sostanze dovute alla disinfezione dall'antrace negli uffici postali e quindi collegano l'aiutante di Apps con un postino: questo permette a Bones e Booth di arrivare in tempo in un ufficio postale dismesso e salvare la ragazza; Bones, con un colpo di pistola, uccide il secondo serial killer (che altro non è che la persona col cane che ha rinvenuto il primo cadavere, sapendo da Apps dove si trovava) mentre sta per colpire Booth.

Un marito perfettomodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Un elettricista di mezza età viene ritrovato liquefatto in una vasca da bagno posizionata in un cantiere, piena di acidi. Lo staff del Jeffersonian, dopo un'attenta analisi, riesce a dare un volto al malcapitato, scoprendo una strana verità. L'uomo infatti aveva due mogli e due famiglie che riusciva a far coesistere; ci troviamo ora con due possibili esecutori dell'omicidio, le mogli, ma dopo avere verificato la loro estraneità le indagini vengono incentrate su un ferma capelli ritrovato nella vasca, risparmiato dagli acidi. Si tratta di un oggetto che appartiene ad una terza donna anch'essa incinta dell'uomo, ma che si dichiara anch'essa innocente. Sarà allora una capsula dentaria ritrovata sul luogo dell'omicidio a collegare il capo cantiere all'omicidio dell'uomo, di cui era creditore di diverse migliaia di dollari; l'omicidio avvenne per un colpo alla testa, che a causa della fragilità ossea del malcapitato risultò fatale. L'insabbiamento del suicidio dentro la vasca però, è da attribuire anche alle donne che avevano scoperto il doppio gioco del marito e volevano fargliela pagare.

Immunità diplomaticamodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Un'esplosione distrugge una sala conferenze dove è presente una donna colombiana; è un giudice che da anni collabora con l'America contro la lotta al narco traffico. Bones, Booth e lo staff del Jeffersonian cercano subito di ricostruire i resti delle persone ritrovate, e compare subito evidente la presenza di una cameriera estranea, morta anch'essa nell'esplosione a cui si attribuisce in un primo momento la responsabilità dell'attentato. Ma quando si scopre che, prima il figlio del giudice è implicato in una storia di sesso con la cameriera, e poi il marito, le indagini si spostano su di loro; godendo dell'immunità diplomatica però, Booth può fare ben poco. Saranno i collaboratori di Bones a trovare la soluzione: visionando un filmato di sicurezza, scoprono che l'arma che ha ucciso la cameriera è il tacco di una sua scarpa, assieme al foulard usato per strangolarla. Scoprono anche che, nel tentativo di mascherare l'omicidio, il giudice ha dato fuoco alla scena del delitto, ignorando però che la stanza stava per essere ritinteggiata, e che al suo interno conteneva numerosi vernici; i fumi hanno dato luogo all'esplosione. La donna alla luce di queste accuse rifiuta l'immunità per paura di essere uccisa dal cartello della droga nel suo paese e accetta un processo su suolo americano.

Piccole missmodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Una reginetta di bellezza di soli nove anni viene ritrovata completamente decomposta nell'impianto di depurazione acque della città. I sospetti, dopo aver sentito la madre, cadono sull'ex marito, padre della bambina, il quale ha ripetutamente tentato di ottenere la custodia della piccola, e sarebbe disposto a tutto pur di non lasciare la bambina alla madre. Anche quest'ultima non viene esclusa dalle indagini, in quanto sospettata di fare subire alla figlia trattamenti di bellezza non adatti ad una bambina; ma per entrambi, i sospetti cadono di fronte ai loro alibi. Ancora una volta, l'aiuto dello staff del Jeffersonian sarà determinante nel riuscire a ricomporre il luogo dell'omicidio, grazie ai resti rinvenuti sul corpo; grazie ad un'attenta analisi delle ulteriori prove raccolte, è ora possibile dare un'identità all'omicida: si tratta di un'altra piccola miss del concorso, coetanea della vittima, che per futili motivi ha spinto l'amica facendola cadere rovinosamente in un parcheggio, causandone la morte. La paura di rimproveri, vista la tenera età, ha fatto sì che l'evento fosse tenuto nascosto.

La donna nel desertomodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

A pochi chilometri da Las Vegas, le ossa di una giovane ragazza vengono ritrovate abbandonate accanto a quelle di un noto giudice scomparso diversi anni prima. La squadra del Jeffersonian deve appurare se le vittime sono state ritrovate vicino solo per casualità, o se le loro morti hanno in comune lo stesso omicida. Bones e Booth usano una copertura da freschi sposi per indagare nel Mondo delle scommesse e degli incontri clandestini, la quale li porterà ad assistere ad un incontro dove Booth si improvviserà pugile. Bones, dopo aver scommesso molti soldi sulla vittoria del suo collega, deve ora ritirare la somma vinta: ma è qui che si scopre il trucco; chi vince parecchi soldi infatti viene fatto sparire da un noto proprietario di Casinò che non intende perdere grosse somme di denaro. È qui che Booth esprime la sua grande dote di comunicatore e, riuscendo a convincere il complice incaricato dell'esecuzione, un noto pugile degli anni novanta, smaschera la mente che tesse i fili dei combattimenti, che viene arrestato.

Sepolti vivimodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Jack Hodgins (in secondo piano) e Temperance "Bones" Brennan (primo piano) sepolti vivi in una macchina mentre cercano di inviare un SMS all'FBI per cercare di salvarsi

Bones ed il suo staff sono sulle tracce di un serial killer, chiamato Il Becchino, che rapisce le sue vittime e le tumula vive; solo dopo il pagamento di un riscatto, l'omicida rivela l'esatta ubicazione della sepoltura. Il Jeffersonian sta seguendo le vicende di questo killer a causa del ritrovamento di due cadaveri sotterrati in una cisterna, appartenenti a due giovani ragazzi rapiti cinque anni fa e la cui famiglia non ha pagato il riscatto. Ma mentre Jack, dopo aver esaminato i reperti, scopre un tassello fondamentale per la ricerca dell'omicida, corre per dirlo a Bones, ma il Becchino sta per colpire ancora. Il Becchino tramortisce Bones e investe con l'auto Jack. Dopo alcune ore i due si risvegliano nella stessa auto, seppellita anch'essa sottoterra. Jack ha un'articolazione della gamba slogata e Bones decide quindi di aprire la gamba per far diminuire la pressione, in modo che Jack non consumi troppo in fretta l'ossigeno. Nel frattempo Booth riceve un messaggio dal Becchino che gli dice che deve pagare 8 milioni di dollari come riscatto per riaverli. Nel frattempo nell'auto l'operazione è riuscita, ma Jack dal dolore è svenuto. Quando questo rinviene lui e Bones cominciano a cercare di non morire soffocati. Bucano le ruote dell'auto per ricavare un po' di ossigeno e inoltre Jack riesce, tramite una reazione chimica, a produrre ossigeno mischiando vari elementi che Bones aveva nella sua borsa. Nel frattempo Booth pensa che il Becchino non sia altri che uno scrittore che ha scritto la biografia sullo stesso assassino e quindi lo minaccia di morte se Bones e Hodgins non verranno liberati. Intanto Bones nell'auto è riuscita a collegare la batteria dell'auto al suo cellulare, per poter mandare un messaggio di aiuto ai suoi colleghi. Jack si propone di scrivere il messaggio, in quanto hanno neanche un secondo per poterlo scrivere. Bones accende l'auto e Jack riesce per un soffio a inviare il messaggio composto solo da numeri. Booth lo riceve e tutto il tema del Jeffersonian comincia a interrogarsi sui significati dei vari numeri inviati. Dopo diverso tempo Zack capisce che i numeri corrispondono agli elementi sulla tavola periodica e mettendoli tutti insieme si ottiene una cava di terriccio e sasso vicino a Washington. Tutti corrono nella cava nella speranza di trovare i due dottori sepolti vivi. Intanto nell'auto sepolta Bones ha un'idea per cercare di liberarsi: fare esplodere l'auto mettendo gli esplosivi dell'airbag nel motore, sperando che lo sbalzo li faccia uscire dal veicolo e invece non che li ammazzi sul colpo. Jack accetta la proposta, in quanto l'aria scarseggia e collegano l'esplosivo al motore. Dopo essersi detti addio lo fanno esplodere. Da fuori Booth vede una nuvola di fumo uscire dalla sabbia e corre a scavare, sotto quasi un metro di macerie ci sono Jack e Bones in fin di vita. Vengono portati in ospedale ma vengono presto dimessi per le loro condizioni di salute ottime. Il Becchino è ancora a piede libero e Booth si promette che un giorno lo troverà.

Il mistero del boscomodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Un guardia boschi effettua una terribile scoperta: trova il cadavere decapitato di un giovane scomparso l'anno prima, in un bosco. Bones e Booth sono al lavoro per cercare di trovare l'artefice di questo efferato gesto. Grazie allo staff del Jeffersonian, che fornisce un'identità al povero ragazzo, si scopre che quest'ultimo era un provetto regista, e che nella sera della sua morte, stava compiendo un documentario sulle leggende di un fitto bosco. Con lui erano presente l'amico e la fidanzata; dapprima le indagini si concentrano su questi, ma la totale mancanza di prove che fa crollare i loro moventi, porta Booth a sospettare del fratello maggiore della vittima, grazie ad un lampo di genio di Hodgins che fa ritrovare l'arma del delitto da cui si può estrarre un secondo DNA. Booth può adesso compiere l'arresto, mentre il fratello è in compagnia di Bones, il quale può solo spiegare, di fronte all'evidenza, i motivi del suo tragico gesto: voleva aiutare il fratello a creare un documentario realistico, impersonando i panni di una strega famosa nelle leggende di quel luogo, ma per futili motivi, dopo una discussione, ha quella sera colpito fortemente il fratello uccidendolo. Non gli restava altro da fare che completare l'opera, attribuendo alla leggenda la morte del povero caro.

Il doppio volto della fedemodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Il cadavere di un uomo viene ritrovato crocifisso e bruciato sul tetto di un palazzo dove vengono custoditi i testimoni in attesa di processo. Il chiaro significato simbolico dell'atto fa presagire a Booth un regolamento di conti, ma le analisi svolte dal Jeffersonian dimostrano che il cadavere appartiene ad un ex agente dell'Fbi che in passato era stato coinvolto con un altro collega, morto anch'esso, nell'arresto di un esponente pacifista, che poteva minare le basi politiche di allora. Partono quindi le ricerche, e mentre un prete in contatto con Bones e con suo fratello che si affacciano alla vicenda, qualcuno tenta di assassinare proprio quest'ultimo. È chiaro che qualcuno tenta di coprire qualcosa; una riesumazione del secondo agente implicato nell'arresto infatti, dimostra che le modalità di uccisione non coincidono con quelle redatte dall'Fbi; per il baccano smosso da Booth dopo la riesumazione, questo viene sospeso dal servizio dal suo superiore, un ex cecchino, che si scoprirà, in seguito, implicato nell'omicidio. Il prete infatti è il padre di Bones, che in passato aveva derubato una cassetta di sicurezza contenente le prove dell'innocenza del pacifista; qualcuno stava tentando di uccidere i suoi figli come ripicca, e lui si era fatto vendetta da solo. Dopo avere consegnato le prove a Bones, scappa insieme al figlio. Di fatto, dopo essere state revisionate, le prove hanno permesso il reintegro di Booth, ma prima di sparire, il padre di Bones ha compiuto un'ultima vendetta, uccidendo con le stesse modalità del primo cadavere, anche il capo di Booth.

Gli enigmimodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Un vasto incendio nella cella di Howard Epps, il famoso serial killer che ha più volte coinvolto con i suoi enigmi lo staff del Jeffersonian, fa pensare alla sua possibile morte. Ma i resti ritrovati fanno presupporre al cadavere di uno dei pompieri corsi in suo aiuto. Di sicuro è libero di uccidere ancora. Inizia una spietata caccia all'uomo, mentre Epps miete vittime in continuazione, lasciando numerosi enigmi sui luoghi degli omicidi; questi enigmi porteranno un membro del Jeffersonian in fin di vita, dopo avere inalato polveri pericolose dalla testa di una delle vittime, mentre tentava di scoprire quanti più indizi possibili per cercare di fermarlo. La determinazione degli agenti, che intuiscono chi sarà la prossima vittima, li porterà per tempo a casa di Bones, riuscendo a salvarla; il killer tenta di lanciarsi dalla finestra a quindici metri di altezza, riuscendo nel suo intento di suicidio solo quando Booth, senza più forze, lo lascia cadere nel vuoto dopo aver tentato di salvarlo.

Pausa di primaveramodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Booth, mentre si trova in compagnia di Bones, perde il controllo fuori da un fast food e se la prende con un camioncino dei gelati, scaricando la propria pistola sul clown che fa da mascotte al furgone. Booth viene quindi sottoposto a supervisione di uno psichiatra, ed a Bones viene assegnato un agente temporaneo di nome Sullivan. La nuova coppia deve indagare sulla morte di una studentessa che è stata in seguito ingoiata da un alligatore, nelle paludi della Florida. I sospetti cadono inizialmente su un agente pubblicitario che procura quindici minuti di notorietà alle ragazze che gli si presentano, tramite un sito di spogliarelli. Ma la realtà viene a galla quando emergono delle prove schiaccianti, che inchiodano un pastore protestante allontanato dalla sua chiesa, il quale avrebbe accolto nel suo furgone la ragazza scaricata dall'agente pubblicitario e l'avrebbe poi uccisa con il manico del cambio a causa del rifiuto nei suoi confronti; per finire poi, l'avrebbe gettata nella palude. Parallelamente Booth, ad indagine conclusa, riceve l'ok dello psichiatra per tornare in servizio, ma tra la dottoressa e Sullivan è già scoccata la scintilla.

Manomissione di provemodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Lo staff del Jeffersonian sta indagando sulla morte di uno dei ricchi benefattori del Jeffersonian. Si scoprirà in seguito che Hodgins è coinvolto sentimentalmente con la moglie della vittima, e tentando di nascondere la sua vicinanza per non perdere il caso, nasconde delle prove fotografie. Questo procura non pochi danni al resto dello staff, che nel frattempo, grazie agli indizi raccolti proprio dallo stesso Hodgins, ha un possibile omicida e un movente: si tratta del gestore del luogo dove si ritrovavano i ragazzi disadattati del quartiere, finanziato dalla vittima, sembra che avesse sequestrato della droga ad un ragazzo. È chiaro che il gestore, con un passato da eroinomane, resta il principale indagato. La difesa, grazie alla manomissione provocata da Hodgins, tenta di invalidare il processo, ma viene alla luce una nuova prova, che inchioderà l'uomo assicurandolo alla giustizia.

Delitto per delittomodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Bones e Booth assistono al ritrovamento di un corpo ucciso secondo le modalità presenti nel libro che Bones ha appena pubblicato. Lo sconcerto sopraggiunge quando anche un secondo cadavere ritrovato ha lo stesso modus operandi descritto nel libro, con l'eccezione che i due cadaveri tra loro sono stati uccisi con un metodo diverso per quanto concerne i colpi d'arma da fuoco: decisamente strano per un serial killer, abituato a seguire uno schema. Quando anche l'editrice di Bones viene assassinata, allo staff del Jeffersonian risulta chiaro di trovarsi di fronte a tre killer ben distinti, che cercano di mascherare i loro delitti utilizzando il libro. Ma è grazie all'Fbi, che rintraccia le identità di tre fan iscritti ad una chat per romanzi gialli, coincidono giusto con i primi indiziati di ogni delitto, che la situazione si fa più chiara: d'accordo, i tre uomini hanno ucciso seguendo il libro, per sperare di farla franca, mascherati dal modus operandi descritto nel romanzo. Booth effettua gli arresti: si tratta del cognato della prima vittima, del marito della seconda e dell'aiutante della terza ed ultima vittima, editrice di Bones.

La sposa nel fiumemodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

La squadra dell'Fbi trova un baule in un fiume contenente il cadavere senza ossa di una povera donna asiatica. Successivamente si scopre che la donna, il cui visto era stato rilasciato qualche tempo prima, era negli Stati Uniti D'America per unirsi in matrimonio; il promesso marito diviene subito il principale indiziato: Booth corre ad interrogarlo, ma lui scappa e fa perdere le sue tracce. Viene alla luce anche un rituale cinese, che permette ai giovani cinesi morti celibi, di potere essere tumulati con le ossa di una giovane donna, promessa sposa per l'aldilà. Grazie ad un antropologo cinese che sta studiando il rituale, la squadra riesce ad avvicinarsi ad una famiglia che sta praticando questo rituale: quest'ultima resta molto diffidente e si rifiuta di collaborare; ma finalmente il promesso sposo della vittima viene catturato, e con grande stupore degli agenti, confida che aveva rifiutato la moglie e quindi è stato rimborsato: di sicuro l'impresa matrimoniale è andata sotto con le spese, e diviene la principale indiziata dell'omicidio, la famiglia paga una cospicua somma per ricevere le ossa di una promessa moglie da tumulare, per avere rivenduto, e prima, quindi, ucciso, la povera donna. Il ritrovamento di un veleno nel frigo della direttrice dell'impresa la inchioda e Booth può effettuare l'arresto.

Devozione ciecamodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

In un cimitero, vicino ad una piccola parrocchia, una tubatura saltata dell'acqua dissotterra tutte le bare; ma tra i cadaveri, tutti risalenti al primo novecento, vi è anche un cadavere molto più recente, tumulato da soli pochi anni. Lo staff del Jeffersonian scopre che le spoglie appartengono al precedente parroco, che ha abbandonato la chiesa senza motivi qualche anno prima. Essendo le tombe ricche di gioielli di molto valore, viene accusato un ex tossico facente parte della comunità di fedeli che ruota attorno alla parrocchia; confessa il furto, ma non l'omicidio, e Booth gli crede. Una visita alla chiesa da parte di Bones porta alla scoperta dell'arma del delitto: il sacro calice usato per le funzioni. L'indagine si sposta quindi sul prete più vecchio, che non vede di buon occhio l'arrivo di preti più giovani che un giorno lo andranno a sostituire. Il vecchio prete in un primo tempo confessa l'omicidio, ma Booth non si lascia ingannare e scopre il tentativo di coprire una donna della comunità, allevata fin da piccola dal prete. Questa, portata nella stanza degli interrogatori, viene confessata dal parroco e ammette di avere agito in quel modo perché convinta della colpevolezza di pedofilia del prete più giovane: intendeva dargli una lezione, ma esagerando con una dose di veleno, l'ha finito colpendolo con il calice e inscenando il suo abbandono del sacerdozio.

Sotto torturamodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

In una struttura dell'Fbi, una cane ritrova lo scheletro di una persona scomparsa da diverso tempo. Le indagini portano all'identità della vittima, che sembra collaborasse con la mafia. La modalità di uccisione rispecchia il modus operandi di un'altra persona implicata con la mafia, uccisa diversi anni prima durante uno scontro con una cacciatrice di taglie mandata dal governo, ma il corpo non è mai stato ritrovato: è stato possibile recuperare solo una gamba mozzata nell'incidente. Lo staff del Jeffersonian stabilisce che la gamba appartiene al secondo mafioso, ma quando si scopre che è stata amputata con strumenti e non in seguito ad un incidente, la cacciatrice di taglie diviene la prima sospettata. È chiaro che l'uomo, d'accordo con la donna, ha inscenato la sua morte; le voci cominciano a circolare, ed ora anche il capo mafia, che nel frattempo ha catturato Booth, è sulle sue tracce. Grazie all'aiuto del padre ricercato di Bones ed all'intuito dello staff del Jeffersonian, è possibile risalire ad una vecchia fabbrica abbandonata, luogo usato dal mafioso per i sequestri. La squadra Swat irrompe e salva Booth, assicurando il mafioso alla giustizia. Il padre di Bones, grazie all'aiuto di Bones, fugge per l'ennesima volta.

Mal di spaziomodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

In un campo, ad un miglio dalla costa, un corpo umano si disintegra al suolo. È evidente che si tratta di un uomo senza paracadute lanciato da oltre quattrocento metri di altezza. La squadra si mette subito al lavoro e, dopo avere analizzato le prove, scorge un'anomalia ossea nei resti; questo fa presupporre che il cadavere sia un astronauta rimasto per parecchio tempo in assenza di peso. Vengono interrogati la moglie e l'amico allievo astronauta che stava addestrando, ma manca un movente per accusarli. Anche una bizzarra società per viaggi spaziali viene sentita, ma ancora una volta Booth brancola nel buio. Una svolta avviene quando lo staff del Jeffersonian scopre che le ossa del defunto erano sottoposte ad una cura sperimentale per la ricostruzione minerale, volta a contrastare gli effetti dell'assenza di gravità; la cura procedeva con ottimi risultati e l'astronauta avrebbe potuto tornare nello spazio, il che consegna nelle mani di Booth un possibile movente da parte del suo allievo, che avrebbe perso l'occasione di volare. Interrogato, quest'ultimo, vuota il sacco: l'amico gli aveva confidato della cura e la moglie, presente anch'essa, lo aveva schiaffeggiato e spinto involontariamente contro le pale di un aereo acceso. Questo infatti significava niente missione per il marito che, in un secondo momento, avrebbe provveduto a fare sparire i resti, mancando però di poco l'oceano.

Ossa luminescentimodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

All'interno di una casa abbandonata vi è il corpo di una giovane cuoca scomparsa, le cui ossa sono luminescenti; si pensa ad un avvelenamento da sostanze radioattive, ma lo staff del Jeffersonian arriva alla conclusione che si tratti di un batterio presente nel sushi che ha contaminato il sangue della vittima. Viene interrogato il cuoco di un noto locale, e vengono confrontati i segni inferti sulla vittima con i coltelli: combacia solo un taglio su un dito, responsabile della contaminazione del batterio, ma si esclude che i coltelli sequestrati possano essere l'arma del delitto. Viene quindi chiamato in causa il marito della vittima, reo di avere stipulato un'assicurazione sulla vita milionaria alla giovane cuoca, ma la situazione si sblocca quando viene ritrovata l'auto della vittima con all'interno ancora viva la sua amica. Utilizzando le prove raccolte ed analizzando la dinamica infatti, è ora possibile giungere ad una conclusione. L'amica della giovane cuoca, venuta a conoscenza dei tradimenti del suo ragazzo con la vittima, ha inscenato la rapina ed ha compiuto l'omicidio; durante la colluttazione l'amica è restata ferita, e sfruttando i traumi subiti, ha inscenato di essere stata rinchiusa nel bagagliaio. In verità prima di farlo, ha spostato l'auto in un luogo dove potesse essere ritrovata facilmente, ma non tenendo conto della pioggia improvvisa che ha allontanato i civili nei paraggi; ha rischiato anch'essa di morire. Angela ed Hodgins, alla fine dell'episodio, decidono di sposarsi.

Solo per amoremodifica | modifica sorgente

Tramamodifica | modifica sorgente

Il corpo di una bambina con una rara malattia che induce all'invecchiamento precoce, viene ritrovata in una zona abbandonata, una sorta di palude. Le indagini di Booth si concentrano sull'assistente sociale segnalato dalla madre, reo di avere fatto il bagno alla piccola in circostanze poco chiare, uscendo dalle sue abituali mansioni; ma è chiaro agli occhi di Booth che l'uomo è innocente. Intanto il padre di Bones torna a farsi vivo, e l'FBI faticherà non poco per arrestarlo: l'ironia della sorte vuole che vice direttore ucciso qualche tempo prima gli avesse cancellato l'identità dal sistema, con lo scopo di farlo sparire. In questo modo, con l'identità cambiata da diversi anni, è impossibile fare un riscontro per identificarlo. Nel frattempo al Jeffersonian si lavora per cercare nuove tracce ed ecco la scintilla che permette di fare luce sul caso: vicino al cadavere sono stati ritrovati piccoli molluschi deceduti in seguito ad una overdose di un medicinale usato per curare l'AIDS, trasmesso dalla carne della vittima. La madre della piccola, malata di AIDS, diviene la principale indiziata, e dopo essere stata interrogata crolla e confessa: stava per morire e non voleva abbandonare questo mondo prima di sua figlia. Più tardi però i farmaci sperimentali che assumeva fecero effetto e quindi sopravvisse anche lei. Il padre di Bones viene arrestato da Booth grazie ad una prova custodita da diverso tempo, e lui si lascia catturare per non abbandonare ancora una volta la figlia. Alla fine dell'episodio fervono i preparativi per il matrimonio di Jack ed Angela, dove Booth parteciperà come testimone; ancora una volta il fato fermerà però la cerimonia: Angela risulta già sposata da quattro anni. Imbarazzati dall'evento, decidono di comunicare agli invitati che c'è stato un imprevisto e di partire insieme, abbandonando la chiesa e scappano insieme.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b Ascolti Tv: i dati Auditel di lunedì 27 agosto 2007, Tvblog.it, 28-08-2007. URL consultato l'11-08-2008.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione







Creative Commons License