Eros Sciorilli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eros Sciorilli
Eros Sciorilli nel 1955
Eros Sciorilli nel 1955
Nazionalità Italia Italia
Genere Jazz
Musica leggera
Periodo di attività 1930 – 1981

Eros Sciorilli (Busto Arsizio, 25 novembre 1911Milano, 27 giugno 1981) è stato un direttore d'orchestra, compositore e pianista italiano.

È stato autore di quasi cinquecento canzoni, e di esse molte sono entrate nella storia della musica leggera italiana: tra esse Non pensare a me (con cui vinse il Festival di Sanremo 1967), Sono una donna, non sono una santa e La riva bianca, la riva nera.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Trasferitosi nelle Marche con la famiglia, studiò pianoforte al Conservatorio Gioacchino Rossini di Pesaro; iniziò ad occuparsi di musica leggera, scrivendo le prime canzoni folk in dialetto, e nel 1928 partecipò alla prima edizione della Festa della Canzone marchigiana, con la canzone Portu Sagnorgiu te fa 'ncantà (su testo di Rosita Giraldi).

Si trasferì per qualche tempo in Argentina; tornato in Italia, nel 1932 formò un proprio complesso jazz, con cui si esibì in tutta Europa, fino al 1938, anno in cui venne assunto come collaboratore musicale ed arrangiatore dalla Fonit.

Nel 1941 scrive la musica di Birimbo birambo (su testo di Mario Panzeri e Nino Rastelli), portata al successo da Natalino Otto; la fama come compositore la raggiunse però nel dopoguerra: nel 1945 scrive infatti la musica di In cerca di te (con il testo di Gian Carlo Testoni) che, lanciata da Nella Colombo, diventò un grande successo, reinterpretata nel corso degli anni da moltissimi altri artisti (e nota anche con un altro titolo, Solo me ne vo per la città, dal verso iniziale).

Questo successo gli procura un contratto con le edizioni musicali Metron, con cui pubblicherà per molti anni le sue canzoni.

Nel dopoguerra riforma il suo complesso, con Mirella Zamboni alla voce, Pino Guerra alla chitarra, Raoul Ceroni al trombone, Mirko Barbier alla batteria e al vibrafono, Germano Tellarini al clarinetto e lo stesso Sciorilli al pianoforte.

Il complesso Sciorilli nel 1955: da sinistra a destra: Eros Sciorilli, Pino Guerra, Raoul Ceroni, Mirella Zamboni, Mirko Barbier, Germano Tellarini

Debuttò al Festival di Sanremo nel 1956, con La colpa fu (con testo di Gippi e Luciano Beretta), interpretata da Ugo Molinari.

Partecipò al festival di Napoli 1959 con Cerasella, interpretata da Gloria Christian e Wilma De Angelis.

Scrisse anche colonne sonore per film, come ad esempio I ragazzi del juke-box, diretto da Lucio Fulci nel 1959.

Nel 1960 accompagnò con la sua orchestra Luciana Gonzales al Festival de la cancion italiana di Buenos Aires, a cui partecipava con il brano Ti credo.

Partecipò al Festival di Sanremo 1962 con I colori della felicità (testo di Leda Ranzato), interpretata da Wilma De Angelis e da una giovanissima Lara Saint Paul, al Festival di Sanremo 1963 con Non costa niente (testo di Giorgio Calabrese e Diego Calcagno), lanciata da Wilma De Angelis e Johnny Dorelli, e al Festival di Sanremo 1964 con L'ultimo tram (testo di Giorgio Calabrese), interpretata da Milva e Frida Boccara.

Ritornò al festival di Napoli nel 1964 con Mo (Me ne vaco a Pusilleco), presentata da Aurelio Fierro e Robertino.

Partecipò a Un disco per l'estate 1965 con I tuoi occhi verdi, con testo di Alberto Testa, che si classificò al secondo posto e divenne il maggior successo di Franco Tozzi.

Nel 1966 debuttò allo Zecchino d'Oro, presentando la canzone Il dito in bocca, composta insieme a Nicola Aprile su testo di Alberto Testa e presentata alla manifestazione dai bambini Alessandro Ferraro e Angiolina Gobbi.

Con Alberto Testa stabilì un sodalizio che, nel corso degli anni, diede vita a molte canzoni, tra cui Non pensare a me che, interpretata da Claudio Villa ed Iva Zanicchi, vinse il Festival di Sanremo 1967, Sono una donna, non sono una santa, il maggior successo di Rosanna Fratello (incisa anche dagli Squallor) e La riva bianca, la riva nera, canzone pacifista presentata da Iva Zanicchi a Un disco per l'estate 1971.

Nella seconda metà degli anni '70 si ritirò dall'attività; il figlio Ettore Sciorilli tentò l'attività di cantante, ottenendo un certo successo nel 1977 con Occhi blu.

Nel 2009 la generazione musicale continua con la nipote di Eros Sciorilli e figlia di Ettore Sciorilli, Aurielle Sciorilli cantautrice, che a Milano firma un contratto con Sony Music.

Le principali canzoni scritte da Eros Sciorillimodifica | modifica sorgente

Anno Titolo Autori del testo Autori della musica Interpreti
1936 Tulilem blem blu Eros Sciorilli Eros Sciorilli Trio Vocale Sorelle Lescano
1939 Danza con me' Nino Rastelli Eros Sciorilli Trio Vocale Sorelle Lescano
1941 Birimbo birambo Mario Panzeri e Nino Rastelli Eros Sciorilli Natalino Otto
1945 In cerca di te (perduto amor) Gian Carlo Testoni Eros Sciorilli Nella Colombo
1956 La colpa fu Luciano Beretta e Gippi Eros Sciorilli Ugo Molinari
1959 Cerasella Enzo Bonagura e Ugo Pirro Eros Sciorilli Gloria Christian e Wilma De Angelis
1959 I ragazzi del Juke-box Enzo Bonagura e Ugo Pirro Eros Sciorilli Adriano Celentano
1962 I colori della felicità Leda Ranzato Eros Sciorilli Wilma De Angelis e Tanya
1963 Non costa niente Giorgio Calabrese e Diego Calcagno Eros Sciorilli Wilma De Angelis e Johnny Dorelli
1964 L'ultimo tram Giorgio Calabrese Eros Sciorilli Milva e Frida Boccara
1964 Mo (Me ne vaco a Pusilleco) Alberto Testa Eros Sciorilli Aurelio Fierro e Robertino
1965 I tuoi occhi verdi Alberto Testa Eros Sciorilli Franco Tozzi
1966 Il dito in bocca Alberto Testa Eros Sciorilli e Nicola Aprile Alessandro Ferraro e Angiolina Gobbi
1967 Non pensare a me Alberto Testa Eros Sciorilli Claudio Villa ed Iva Zanicchi
1967 Salvé Venesia Franco Cacciatore e Pino Tombolato Eros Sciorilli e Dario Mateicich Mariolino Barberis
1968 La bocca, gli occhi Alberto Testa Eros Sciorilli Corrado Francia
1970 Stivali e colbacco Miki Del Prete e Fiorenzo Batacchi Eros Sciorilli e Butrowsky Adriano Celentano
1971 Occhi bianchi e neri Miki Del Prete e Alberto Testa Eros Sciorilli Mau Cristiani
1971 La riva bianca, la riva nera Alberto Testa Eros Sciorilli Iva Zanicchi
1971 Sono una donna, non sono una santa Alberto Testa Eros Sciorilli Rosanna Fratello e gli Squallor
1972 Lontano vicino Alberto Testa Eros Sciorilli Graziella Ciaiolo
1974 Il primo che passa Alberto Testa Eros Sciorilli Nancy Cuomo

Edizioni Musicali Mascottemodifica | modifica sorgente

Verso la fine degli anni '50 intraprese l' attività editoriale fondando l' Edizioni Musicali "Mascotte" . Pubblicò, in collaborazione con il pianista e compositore Italo Salizzato alcune sue canzoni e diversi brani strumentali tra cui: Aspettiamo la sera e Pericolosamente dal Concorso Rai Uncla degli anni '73, '74. Dopo il decesso, l'intero repertorio, venne ceduto alle Mascheroni Edizioni Musicali.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Nunzio Lusso e Toni Bonavita (a cura di), Almanacco della canzone, Trevi editore, Roma, 1969; alla voce Sciorilli Eros, pag. 263
  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, editore Armando Curcio (1990); alla voce Sciorilli Eros, di Fabrizio Stramacci, pag. 1572
  • Gianni Borgna - Storia della canzone italiana - Ed. Mondadori, Milano, 1992
  • Adriano Mazzoletti - Il jazz in Italia - Ed. EDT, Torino, 2004







Creative Commons License