Esbjörn Svensson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esbjörn Svensson a Gand, 2007.

Esbjörn Svensson (Skultuna, 16 aprile 1964Stoccolma, 14 giugno 2008) è stato un pianista svedese.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Svensson cominciò a suonare molto presto nella vita spinto dalla madre, una pianista classica, e dal padre, appassionato di jazz. Dapprima mostrò interesse per la musica classica. Durante l'adolescenza si appassionò al rock e, insieme ad alcuni compagni di scuola, diede vita ad un gruppo. Tornò successivamente alla musica classica per approdare definitivamente al jazz. A 16 anni cominciò a prendere lezioni di piano. Più tardi frequentò l'Università di Stoccolma per 4 anni.

Nel 1990 Svensson fondò il suo primo gruppo con l'amico di infanzia Magnus Öström alle percussioni. Nel 1993 si aggiunse il bassista Dan Berglund e così nacque lo Esbjörn Svensson Trio (E.S.T.).

Nel 1993 fu pubblicato il loro primo album When Everyone Has Gone. A metà degli anni novanta il trio cominciò ad essere famoso e nel 1995 e nel 1996 in Svezia Svensson fu nominato Musicista Jazz dell'Anno. Nel 1999 il gruppo acquisì notorietà internazionale con l'album From Gagarin's Point Of View.

Con la pubblicazione dell'album Good Morning Susie Soho (2000) e Strange Place For Snow (2002), il trio cominciò ad essere conosciuto negli Stati Uniti. Nel 2002 il gruppo fece un tour di 9 mesi in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone. I loro album successivi Seven Days Of Falling (2003), Viaticum (2005) e Tuesday Wonderland (2006) ebbero una buona accoglienza sia dalla critica che dal pubblico.

Nel numero di maggio 2006 la rivista specializzata americana Down Beat dedicò al gruppo la copertina. L'ultimo album E.S.T. Live in Hamburg, pubblicato nel 2007, è la registrazione del concerto tenuto nell'autunno 2006 ad Amburgo in Germania durante il Tuesday Wonderland Tour.

Prima della morte di Svensson, avvenuta a causa di un incidente subacqueo [1], il trio stava lavorando all'integrazione della musica elettronica nelle sonorità proprie del gruppo. Oltre alle registrazioni con l'E.S.T., Svensson registrò album con Nils Landgren e Viktoria Tolstoy.

Era sposato e padre di due figli.

Discografia selezionatamodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Morto il pianista jazz Esbjörn Svensson, Corriere della Sera, 16 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2008.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Videomodifica | modifica sorgente


Controllo di autorità VIAF: 2671883 LCCN: n97083859








Creative Commons License