Eugenio Cecconi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Eugenio Cecconi (pittore).
« Io vi amo, o carissimi, sia che a Lui vi serbiate fedeli, sia che trepidamente lo serviate, sia che per vostra sventura col peccato gli siate diventati nemici »
(Dalla prima pastorale)
Eugenio Cecconi
arcivescovo della Chiesa cattolica
ArchbishopPallium PioM.svg
Incarichi ricoperti Arcivescovo di Firenze
Nato 4 febbraio 1834, Firenze
Ordinato presbitero 8 settembre 1859
Consacrato arcivescovo 3 gennaio 1875
Deceduto 15 giugno 1888, Firenze

Eugenio Cecconi (Firenze, 4 febbraio 1834Firenze, 15 giugno 1888) è stato un arcivescovo cattolico italiano, arcivescovo di Firenze dal 1874 al 1888.

Originario di Firenze, fu, oltre che uomo di chiesa, un poeta e letterato. Profondo conoscitore della storia, seppe capire i tempi che stavano mutando prima degli altri, e forse non venne capito a fondo per essere pienamente apprezzato.

Dopo una lunga malattia pubblicò una lettera pastorale intitolata "La Pace", che fu ripresa da molti uomini politici.

Quando i protestanti celebrarono il quarto centenario della nascita di Lutero, anche a Firenze, dove all'epoca circa un terzo della popolazione erano stranieri, ci fu un gran numero di manifestazioni e cerimonie. In quell'occasione l'arcivescovo scrisse uno studio storico in difesa della fede cattolica nella sua città.

Morì di cancro il 15 giugno 1888.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • La chiesa fiorentina, Curia arcivescovile, Firenze 1970.
Predecessore Arcivescovo di Firenze Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Giovacchino Limberti 1874 - 1888 Agostino Bausa







Creative Commons License