Fabio Fossati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabio Fossati
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore
Carriera
Squadre di club
1972-1977 Stella Azzurra Roma Stella Azzurra Roma 71 (270)
1978-1982 Basket Brescia Basket Brescia 104 (365)
1982-1983 A.P.U. Udine A.P.U. Udine 30 (149)
1983-1984 Napoli Basket Napoli Basket 35 (81)
Carriera da allenatore
1984-1985 Basket Brescia Basket Brescia (vice)
1986-1987 Basket Brescia Basket Brescia 12-32
1988-1991 Virtus Roma Virtus Roma (giov.)
1992-1993 Basket Ravenna Basket Ravenna
1993-1996 Juvi Cremona Juvi Cremona
1997-1999 Basket Treviglio Treviglio
1999-2000 Bees Treviglio Bees Treviglio
2000-2003 Pool Comense Pool Comense
2003-2004 Dinamo Mosca Dinamo Mosca
2004-2007 Pall. Schio Schio
2008 Montigarda Basket Montigarda Basket
2008-2009 Napoli Vomero Napoli Vomero
2009-2010 Sdent Nyon Sdent Nyon
2011 Camerun Camerun
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2011

Fabio Fossati (Monza, 26 giugno 1951) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro italiano.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Dopo aver giocato tra Stella Azzurra Roma, Brescia, Udine, Napoli e Bergamo, nella stagione 1984-85 comincia come vice-allenatore presso il Basket Brescia al fianco di Arnaldo Taurisano.Diventerà poi lui stesso capo allenatore della formazione lombarda, e vi rimarrà per due stagioni (86-87 e 87-88).

Fossati viene poi nominato responsabile del settore giovanile dell'allora Messaggero Roma (Virtus), e vi rimarrà per tre anni, prima di provare esperienze come head-coach in B1 tra Ravenna, Cremona e Treviglio. Proprio nella cittadina bergamasca avviene il suo passaggio alla pallacanestro femminile, come allenatore della Sea Treviglio nella stagione 1999-00, ottenendo un ottimo 5º posto, che gli poermise di partecipare ai play-off scudetto, dove verrà eliminato ai quarti di finale da Schio.

Grazie al successo ottenuto con Treviglio, Fossati viene chiamato ad allenare la Pool Comense, formazione da sempre all'apice della A1 di categoria, con la quale vincerà il titolo di Campione d’Italia, nella stagione 2001-02, e 2 Supercoppe di lega (2000 e 2001), oltre a partecipare ad altre 2 finali scudetto (2000-01 e 2002-03).

Nel 2003 viene chiamato sulla panchina della Dinamo Mosca, con la quale vincerà la Supercoppa di Russia e parteciperà alla Final Four dell'Eurocup femminile, arrivando terzo.

Nel 2004 passerà alla Pallacanestro Schio, e vince subito scudetto e Coppa Italia, bissando poi la doppietta nella stagione successiva. Con i veneti vince anche la Supercoppa Italiana nella stagione 2005 e 2006.

Dopo aver lasciato Schio nel 2007, viene chiamato dalla New Wash Montigarda nel gennaio del 2008 con il compito di salvare la formazione bresciana da una retrocessione imminente; che poi arriverà il 30 marzo dello stesso anno durante la stagione regolare.

In seguito è stato allenatore della Napoli Basket Vomero[1], militante in A1 femminile, che nella stagione 2008-09 si è classificata all'ottavo posto in regular season, mancando i play-off ed evitando i play-out. Nel 2011 venne nominato capoallenatore della nazionale femminile di pallacanestro del Camerun che doveva partecipare ai campionati africani continentali.[2].

Attualmente insegna educazione fisica all'Istituto tecnico commerciale "Luigi Einaudi" di Chiari.

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Fabio Fossati nuovo allenatore della Vomero.
  2. ^ | legabasketfemminile.it | | Lega Basket Femminile | Copyright 2013 ©

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License