Fabio Melilli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabio Melilli
Bandiera italiana
'
Partito Partito Democratico
Legislatura XVII
Gruppo Partito Democratico
Coalizione Italia. Bene Comune
Fabio Melilli

Presidente dell'Unione Province Italiane
Durata mandato 16 novembre 2004 –
11 febbraio 2008
Predecessore Lorenzo Ria
Successore Giuseppe Castiglione

Presidente della Provincia di Rieti
Durata mandato 27 giugno 2004 –
9 ottobre 2012
Predecessore Giosuè Calabrese
Successore vacante

Dati generali
Partito politico PD

Fabio Melilli (Poggio Moiano, 4 aprile 1958) è un politico italiano, Presidente della Provincia di Rieti dal 2004 al 2012.

Laureato in giurisprudenza, è stato segretario comunale a Petrella Salto, Fiamignano e Marcetelli, dirigente dell'Ancitel (società dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, che ha il compito di diffondere l’innovazione amministrativa e tecnologica e fornire consulenze agli enti locali), ha collaborato con "Il Sole 24 Ore" e con i principali quotidiani economici nazionali, con il Cnel, con numerosi Ministeri e con istituti di ricerca italiani ed europei. È stato direttore generale dell'Anci e presidente di Ancitel. Esponente della Democrazia Cristiana, segretario provinciale e consigliere nazionale, assessore comunale a Poggio Moiano e assessore della Comunità montana, sindaco dal 23 aprile 1995 e al 13 giugno 1999. Aderisce alla Margherita.

È stato eletto Presidente della Provincia nel turno elettorale del 2004 (ballottaggio del 26 e 27 giugno), raccogliendo il 51,7% dei voti in rappresentanza di una coalizione di centrosinistra.

Nel novembre 2004 è stato eletto dall'Assemblea Generale, Presidente Nazionale dell'Unione delle Province d'Italia.

Durante il suo primo mandato da presidente della provincia di Rieti è sostenuto da:


Dal 24 febbraio 2009 il Segretario del PD Dario Franceschini (già Vicesegretario di Veltroni nominato leader del Pd dopo le sue dimissioni dalla Segreteria nazionale) lo nomina Responsabile nazionale Enti Locali nella nuova Segreteria.

Alle elezioni provinciali del 6 e 7 giugno 2009 Melilli viene candidato alla presidenza della provincia da tutto il centrosinistra e, sebbene al primo turno chiuda in svantaggio (44,4% delle preferenze) dietro al candidato del centrodestra Felice Costini (45,0%), al ballottaggio riesce a raccogliere il 53,1% dei voti, che lo riconfermano presidente della provincia sabina. In questo secondo mandato, le forze politiche che sostengono la giunta Melilli sono:

il 29 luglio 2011 consegna le sue dimissioni da Presidente della Provincia con riferimento alla vicenda Ritel, chiedendo però al Segretario Generale di non protocollare la sua lettera di dimissioni.[1]

Il 9 ottobre 2012 insieme ad altri Presidenti di Provincia annuncia le sue dimissioni da Presidente della Provincia di Rieti per protesta contro l'accorpamento ed il previsto commissariamento degli Enti provinciali operati dal Governo Monti e con la volontà manifesta di candidarsi alle Politiche del 2013, incarico per cui scatta l'incompatibilità con quello di Presidente di Provincia.[2]

Il 26 ottobre 2012 Melilli decide di ritirare le dimissioni, motivando la sua decisione avendo saputo dal Governo che i Presidenti dell'Ente avranno il ruolo di costruttori delle nuove provincie accorpate, nel caso specifico per guidare l'iter amministrativo di fusione con la Provincia di Viterbo.[3]

Il 21 dicembre 2012 Melilli annuncia le sue dimissioni definitive motivando la nuova decisione con il fatto che la Provincia di Rieti è stata salvata, per partecipare alle primarie del Pd per il Parlamento la settimana successiva[4], a cui parteciperà grazie ad una deroga del Pd nazionale e di cui risulterà vincitore[5]. Melilli risulterà candidato alla Camera dei Deputati con il quarto posto nella graduatoria delle liste per la circoscrizione Lazio 2.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Ritel, Melilli: consegno le mie dimissioni, Il Giornale di Rieti, 29 luglio 2011. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  2. ^ Melilli conferma le dimissioni, Il Giornale di Rieti, 8 ottobre 2012. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  3. ^ Melilli ritira le dimissioni, Il Giornale di Rieti, 26 ottobre 2012. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  4. ^ Primarie del Pd, Melilli si dimette dalla Provincia e sfida Anibaldi, Il Messaggero, 22 dicembre 2012. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  5. ^ Primarie Pd: sono Melilli e la Massimi i candidati ma in città vince Anibaldi, Il Messaggero, 30 dicembre 2012. URL consultato il 14 gennaio 2013.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente


Predecessore Sindaco di Poggio Moiano Successore Poggio Moiano-Stemma.png
Cicolani Angelo 23 aprile 1995 - 13 giugno 1999 Desideri Sante
Predecessore Presidente dell'Unione Province Italiane Successore
Lorenzo Ria 16 novembre 2004 - 12 febbraio 2008 Giuseppe Castiglione
Predecessore Presidente della Provincia di Rieti Successore Provincia di Rieti-Stemma.png
Giosuè Calabrese 27 giugno 2004 - 8 giugno 2009 Fabio Melilli I
Fabio Melilli 9 giugno 2009 - 9 ottobre 2012 vacante II







Creative Commons License