Fabio Vittorini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fabio Vittorini (Ancona, 19 dicembre 1971) è un critico letterario e docente universitario italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nel 1995 si laurea in Lettere Moderne presso l'Università di Bologna discutendo con Mario Lavagetto una tesi sul Macbeth di Shakespeare e Verdi. Nel 1999 consegue il Dottorato di Ricerca in Teoria e Analisi del Testo presso l’Università di Bergamo discutendo una tesi sul Shakespeare e il melodramma romantico, che verrà poi pubblicata [1]. Dopo avere tenuto corsi di narratologia e di letteratura italiana contemporanea presso le università di Bologna, Modena e Reggio Emilia, dalla fine del 2002 è professore associato di Letterature comparate e Linguaggi musicali per i media audiovisivi [2] presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano, dove è anche coordinatore della laurea magistrale in "Televisione, cinema e new media" [3].

Tra il 2003 e il 2007 collabora con la Fondazione Milano per la Scala e con il Forum Austriaco di Milano tenendo conferenze sulle opere in programma al Teatro alla Scala [4]. Nel 2004 pubblica l'edizione filologica con commento de La coscienza di Zeno e delle sue Continuazioni in Tutte le opere di Italo Svevo per I Meridiani Mondadori [5]. Scrive di cinema e altro per il mensile duellanti; recensisce eventi musicali per il quotidiano il manifesto. Dal 2007 è membro della giuria del Premio Arti Visive San Fedele - Giovani Filmmaker, che si svolge annualmente a Milano presso il Centro Culturale San Fedele [6]. Dal 2010 è membro della giuria del concorso Apertamente, che si svolge annualmente a Palermo nell'ambito del festival letterario Mondello Giovani [7].

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Librimodifica | modifica sorgente

  • Fabula e intreccio, Firenze, La Nuova Italia, 1998
  • Shakespeare e il melodramma romantico, Firenze, La Nuova Italia, 2000
  • Italo Svevo: Guida alla Coscienza di Zeno, Roma, Carocci, 2003
  • La soglia dell’invisibile. Percorsi del Macbeth: Shakespeare, Verdi, Welles, Roma, Carocci, 2005
  • Il testo narrativo, Roma, Carrocci, 2006
  • Il sogno all’opera. Racconti onirici e testi melodrammatici, Palermo, Sellerio, 2010
  • Italo Svevo, Milano, Mondadori, 2011

Saggi (selezione)modifica | modifica sorgente

  • La Coscienza di Zeno (1923), in AA.VV., Quindici episodi del romanzo italiano (1831-1923), Bologna, Pendragon, 1999
  • Shakespeare, Verdi et les Sorcières de «Macbeth», in AA. VV., Shakespeare avec Verdi, Cahiers du Festival d’Aix en Provence, 2002
  • «Macbeth» et la mise en scène de l’inconscient, in AA. VV., Verdi e o seu tempo, in «Românica», Centro de Estudos Comparatistas de Lisboa, 2002, n. 11
  • I sogni di Zeno, in AA.VV., Nel paese dei sogni, a cura di F. Vittorini e V. Pietrantonio, Firenze, Le Monnier, 2003
  • «Ce beau genre de pathétique»: Amleto e il melodramma romantico, in AA. VV., Poesia romantica in musica, a cura di A. Caprioli, Bologna, Bononia University Press, 2005
  • Agli occhi della propria storia. Le identità inquiete di Pier Vittorio Tondelli, in AA. VV., Le identità giovanili raccontate nelle letterature del Novecento, a cura di C. A. Augieri, Lecce, Manni, 2005
  • Il sorriso degli angeli: Romeo and Juliet all’opera (Vaccai, Bellini), in “Quaderni musicali Marchigiani”, vol. 11, a cura di R. Graciotti, Urbino, QuattroVenti, 2007
  • «O vecchio cuore batti». Musica e orchestrazione in «Rime e Ritmi», in Qual musica attorno a Giosue. Nel centenario della morte di Carducci, a cura di P. Mioli, Bologna, Pàtron, 2009
  • «Mi hai sedotto o Dio»: l’Altro e la distruzione di sé, in Le frontiere dell’alterità, a cura di P. Proietti e R. Boccali, Palermo, Sellerio, 2010
  • Prefazione a M. Trainini, A silent Extinction. Saggio su «L'arcobaleno della gravità» di Thomas Pynchon, Milano, Arcipelago, 2010.

Edizioni e curatelemodifica | modifica sorgente

  • Edizione con testo critico, apparati genetici e commento de La coscienza di Zeno e delle "Continuazioni" di Italo Svevo, in I. Svevo, Romanzi e «Continuazioni», Milano, Mondadori (I Meridiani), 2004

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Leggi il parere di F. Rognoni in [1] e quello di G. Melchiori in [2]
  2. ^ Vedi [3]
  3. ^ Vedi [4]
  4. ^ Vedi [5]
  5. ^ Vedi la recensione di A. Cavaglion in [6]
  6. ^ Vedi [7]
  7. ^ Vedi la rassegna stampa dell'evento in [8]

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 2719947








Creative Commons License