Fantasy umoristico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il fantasy umoristico (in inglese comic fantasy[1] o light fantasy) è un sottogenere del fantasy che ha essenzialmente intenti e tono umoristici. Solitamente ambientate in mondi immaginari, questo tipo di storie fantasy spesso tratta di giochi di parole e parodie di altre celebri storie fantasy.

Storiamodifica | modifica sorgente

Il sottogenere è nato nella seconda metà del ventesimo secolo. Le opere di Terence Hanbury White ne sono un esempio,[2] le storie Complete Enchanter di Lyon Sprague de Camp e Fletcher Pratt sono i primi esemplari. La grande mole delle storie fantasy di de Camp era comica.[3]

In tempi più moderni, i romanzi Xanth di Piers Anthony, MythAdventures di Robert Asprin, la serie del Mondo Disco di Terry Pratchett[4] e i romanzi di Tom Holt sono buoni esempi. Non sorprendentemente ci sono anche strisce di fumetti/romanzi grafici nel genere fantasy umoristico, tra cui le serie di Pewfell di Chuck Whelon e il fumetto online 8-Bit Theater.

Il sottogenere è stato rappresentato anche in televisione e in film, come nel serial televisivo fantasy comico Strega per amore e il film del 1972 Monty Python e il Sacro Graal. Un raro esempio di opera radiofonica è invece Hordes of the Things, una parodia del Signore degli anelli prodotta dalla BBC.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Si noti che il termine inglese "comic fantasy" non significa per forza fantasy comica, ma è più legato al concetto generale di commedia.
  2. ^ Lin Carter, ed. Kingdoms of Sorcery, p 121–2. Doubleday and Company Garden City, NY, 1976.
  3. ^ Carter. Kingdoms of Sorcery.
  4. ^ Roberto Chiavini, Gian Filippo Pizzo, Michele Tetro, Il grande cinema fantasy, Gremese Editore, 2004, p. 170

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

fantasy Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantasy







Creative Commons License