Federico Pisani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Federico Pisani
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 1997
Carriera
Giovanili
19??-1991 Atalanta Atalanta
Squadre di club1
1991-1993 Atalanta Atalanta 16 (1)
1993-1994 Monza Monza 21 (2)
1994-1997 Atalanta Atalanta 48 (5)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Federico Pisani (Castelnuovo di Garfagnana, 25 luglio 1974Milano, 12 febbraio 1997) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Cresciuto nel settore giovanile dell'Atalanta, dopo qualche anno è passato al Margine Coperta, società satellite della società nerazzurra. Tornato a Bergamo, debuttò in Serie A a 17 anni. Nella Primavera nerazzurra era stato allenato da Cesare Prandelli. Veniva spesso utilizzato a partita iniziata[1].

La sua vita venne bruscamente interrotta a causa di un incidente stradale con la sua BMW 320 cabrio, avvenuto mentre si trovava in compagnia della sua ragazza Alessandra Midali (anch'ella deceduta nell'incidente)[2] e di due amici (rimasti illesi), il 12 febbraio 1997 sull'autostrada Milano-Laghi. Pisani stava rincasando dopo una serata passata al casinò di Campione d'Italia.[3]

In seguito alla morte del calciatore, l'Atalanta decise di ritirare la maglia numero 14 da lui indossata, nonché di intitolargli sia il campo principale del Centro Sportivo Bortolotti a Zingonia sia la curva nord dello stadio di Bergamo.

Nella sua breve carriera ha totalizzato complessivamente 44 presenze e 5 reti in Serie A.

È sepolto nel cimitero della frazione Poggio del comune di Camporgiano (LU).

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Elio Corbani e Pietro Serina, op. cit. pg. 362
  2. ^ L'addio di Bergamo a Federico e Alessandra archiviostorico.corriere.it
  3. ^ Pisani, uno schianto nella notte archiviostorico.corriere.it

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License