Ferrovia Roma-Sulmona-Pescara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roma–Sulmona–Pescara
Stati attraversati Italia Italia
Lunghezza 240 km
Apertura 1873 (Pescara–Sulmona)
1884-88 (Roma–Sulmona)
Gestore RFI
Precedenti gestori RA (1873-1905)
FS[1] e SFM[2] (1905-1906)
FS (1906-2001)
Scartamento normale
Elettrificazione 3000 V CC
Note il punto più alto tocca i 900 m. s.l.m. nella galleria tra Carrito di Ortona dei Marsi e Cocullo.
Ferrovie

La ferrovia Roma–Sulmona–Pescara è una linea ferroviaria italiana che da Roma attraverso l'Abruzzo collega Tivoli, Tagliacozzo, Avezzano, Sulmona, Chieti e Pescara.

Storiamodifica | modifica sorgente

Tratta Inaugurazione[3]
PescaraPopoli 1º marzo 1873
Popoli–Sulmona 1º novembre 1873
TivoliMandela 10 dicembre 1884
Mandela–Cineto Romano 25 novembre 1885
Roma–Tivoli 1º agosto 1887
Sulmona–Cineto Romano 30 luglio 1888

La tratta Pescara-Sulmona venne aperta dalle Strade Ferrate Meridionali nel 1873 per collegare l'Abruzzo interno alla ferrovia Adriatica; contemporaneamente venne attivata la linea Sulmona-Aquila.

Il tronco Roma-Sulmona, previsto dalla legge Baccarini[4], venne aperto nel 1888 innestandosi sulla preesistente tratta.

La tratta Roma – Sulmona fu sede, nel 1927, dell'attivazione sperimentale della trazione trifase a 10.000 Volt e frequenza industriale di 45 Hz; la linea fu scelta perché caratterizzata da forti pendenze (fino al 31 per mille), della lunghezza di 172 km e con 20 km di gallerie. Il 28 ottobre 1928 fu elettrificata la tratta da Roma Prenestina a Tivoli e il 23 marzo 1929 il tratto fino a Sulmona. In seguito ai danni operati durante la seconda guerra mondiale dai nazisti in fuga (la linea si trovava proprio sulla linea di fuoco tra nazifascisti ed esercito alleato) la ferrovia fu semidistrutta e in pratica l'elettrificazione trifase a frequenza industriale fu danneggiata in modo irreparabile. In sede di ricostruzione della linea, le ferrovie dello Stato optarono per la corrente continua a 3.000 Volt e tutti i locomotori che erano sopravvissuti ai danni bellici furono demoliti.

La lineamodifica | modifica sorgente

Stazione ferroviaria Montecelio-Sant'Angelo, attualmente stazione di Guidonia (1931)

Si tratta di una delle linee transappenniniche più acclivi e più suggestive della rete, viste le zone che attraversa, talvolta lontane da centri abitati e circondate da una natura selvaggia. La presenza della ferrovia ha permesso lo sviluppo lungo il suo percorso di diverse frazioni (Bagni di Tivoli, Villa Adriana, Chieti Scalo) e della città di Guidonia.

Si tratta di una linea dal forte traffico pendolare, soprattutto tra Roma e Avezzano, penalizzato a causa di eccessivi tempi di percorrenza (2 ore per percorrere i 104 km tra la capitale e il capoluogo marsicano) e dalla presenza del binario unico che spesso causa forti ritardi. Tra Roma e Tivoli la linea è denominata FR2, con la presenza di numerosi treni che servono l'area metropolitana a est della capitale. Presso la stazione di Avezzano la linea si unisce alla linea per Roccasecca, mentre a Sulmona si unisce con le linee per Terni e Carpinone. Inoltre tra la stazione di Anversa-Villalago-Scanno e Bugnara è presente un maestoso viadotto (Viadotto Sagittario) molto alto, posto in una curva con raggio di 300 m., che fu interamente ricostruito (in c.a. anziché in pietra e senza la strada posta sotto il piano del ferro che permetteva di attraversare la gola del Sagittario usando lo stesso ponte) dopo il conflitto, dopo essere stato fatto saltare da guastatori tedeschi (restò in piedi solo la pila 13, che fu comunque abbattuta in fase di ricostruzione). Il viadotto è anche chiamato dagli abitanti "Gran Ponte d'Italia" per via della sua maestosità.

La stazione di Pescara Porta Nuova funge da bivio tra la linea per Roma e quella per Bari; le due linee condividono il restante tratto fino alla stazione di Pescara Centrale.

Convoglimodifica | modifica sorgente

Tra Roma e Pescara ci sono 10 treni (5 da Roma per Pescara e 5 nel senso opposto), più numerose relazioni locali tra Avezzano e Roma, Avezzano e Sulmona, e tra Sulmona e Pescara.

I treni sono classificati tutti come regionali, due dei quali sostituiscono dal 2002 le due coppie di treni InterCity Amiternus e Gianicolo. Presso le stazioni di Tagliacozzo, Avezzano, Carsoli, Sulmona e Chieti fermano tutti i treni passeggeri in transito. Il tempo di percorrenza tra Pescara e Roma varia dalle 3 ore e 42 minuti alle 4 ore e 18 minuti, a seconda delle fermate effettuate dal treno. Inoltre effettuano servizio anche linee bus sostitutive, molto utilizzate tra Avezzano e Sulmona. Tutti i treni sono svolti con quattro, cinque o sei carrozze MDVE, a piano ribassato o MDVC con una locomotiva E.464.

Raddoppio del tracciatomodifica | modifica sorgente

Raddoppi attivatimodifica | modifica sorgente

Di tutti i 240 km totali dell'intero percorso, solo 15,2 km sono stati raddoppiati.
Nel 2005 è stato attivato il doppio binario nel tratto compreso tra Roma Prenestina e Salone, mentre dal 2007, è a doppio binario il tratto fra Salone e Lunghezza.
Attualmente sono in corso i lavori per il raddoppio del tratto tra Lunghezza e Guidonia.[5]; lavori avviati nel 2012 anche tra Sulmona e Pratola Peligna per ammodernamento del tracciato.

Progetti di raddoppiomodifica | modifica sorgente

È in progetto il raddoppio del tratto Pescara Porta Nuova-Chieti, segmento ferrato che serve l'area metropolitana della città costiera e la zona industriale di Chieti, con annesse le nuove stazioni di Pescara Aeroporto, in prossimità dell'Aeroporto internazionale d'Abruzzo e Chieti Madonna delle Piane in prossimità dell'Università e del Policlinico di Chieti. Complessivamente il progetto prevede otto interventi; il più significativo è una variante tra Bugnara e Cocullo.

È stato approvato nella seduta del CIPE del 28.06.2007 l'Allegato delle opere infrastrutturali al DPEF (DPEF 2008-2012), in cui l'ammodernamento della ferrovia Roma-Pescara è inserito tra le opere da avviare entro il 2012 per un costo totale di Mil. €1.184,00.

È in via di approvazione il progetto preliminare per ridurre a meno di due ore e 50 minuti i tempi di percorrenza dell'intera tratta da Roma a Pescara.

Percorsomodifica | modifica sorgente

Stazioni e fermate
BSicon CONTg.svg Linee per Firenze (LL) e Firenze (DD)
BSicon BHF.svg 0+000 Roma Tiburtina 20 m s.l.m.
Unknown route-map component "CONTgq" Junction to right
Linee per Viterbo, Pisa, Fiumicino, Napoli (via Cassino) e Napoli (via Formia)
Unknown route-map component "CONTgq" Junction from right
per Roma Termini
BSicon eBHF.svg 3+592 Roma Prenestina (vecchia, † 1939[6])
BSicon BHF.svg 4+256 Roma Prenestina * 1939[6] 32 m s.l.m.
Track turning from left Junction to right
Enter tunnel Enter tunnel
4+975 galleria Serenissima (1273 m)
Unknown route-map component "tSTR" Unknown route-map component "tHST"
5+288 Serenissima * 2006
Exit tunnel Exit tunnel
6+248
Straight track Stop on track
6+694 Palmiro Togliatti * 2006
Enter tunnel Enter tunnel
Unknown route-map component "tSTR" Unknown route-map component "tBHF"
7+852 Tor Sapienza
Exit tunnel Exit tunnel
Straight track Unknown route-map component "eHST"
Tor Sapienza (vecchia, † 2006) 30 m s.l.m.
Enter tunnel Enter tunnel
Unknown route-map component "tSTR" Unknown route-map component "tHST"
9+648 La Rustica Città * 2006
Exit tunnel Exit tunnel
Unknown route-map component "AKRZu" Unknown route-map component "AKRZu"
Grande Raccordo Anulare - Strada europea E80
Straight track Unknown route-map component "eHST"
10+583 La Rustica * 1985[7]
Straight track Stop on track
10+773 La Rustica U.I.R.
Straight track Stop on track
12+018 Salone 35 m s.l.m.
Continuation to left Track turning right Straight track
ferrovia Roma-Napoli (alta velocità)
BSicon AKRZu.svg Autostrada A24 - Strada europea E80
BSicon BHF.svg 14+923 Lunghezza 35 m s.l.m.
BSicon WBRÜCKE.svg fiume Aniene
BSicon DST.svg 15+360 P.M. Lunghezza Aniene termine del doppio binario
BSicon AKRZu.svg Autostrada A1 - Strada europea E45
BSicon BHF.svg 20+546 Bagni di Tivoli 63 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 25+904 Guidonia-Montecelio-Sant'Angelo 85 m s.l.m.
BSicon eBHF.svg Guidonia-Monte Celio Cantieri 93 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 33+679 Marcellina-Palombara 170 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 39+573 Tivoli 232 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 47+303 Castel Madama 266 m s.l.m.
BSicon HST.svg 50+537 Vicovaro 271 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 53+651 Valle dell'Aniene-Mandela-Sambuci 300 m s.l.m.
Unknown route-map component "exCONTr" Unknown route-map component "eABZrf"
linea per Subiaco † 1933
BSicon eBHF.svg Cineto Romano
BSicon BHF.svg 61+801 Roviano 455 m s.l.m.
BSicon HST.svg 65+529 Arsoli 547 m s.l.m.
BSicon eHST.svg 67+790 Riofreddo 602 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 69+954 Oricola-Pereto 622 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 74+531 Carsoli 600 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 80+930 Colli di Monte Bove 773 m s.l.m.
BSicon TUNNELa.svg 81+587 galleria Colli di Monte Bove (3939 m)
BSicon TUNNELe.svg 85+526
BSicon HST.svg 86+706 Sante Marie 769 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 91+167 Tagliacozzo 730 m s.l.m.
BSicon HST.svg 96+249 Villa San Sebastiano 721 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 99+302 Scurcola Marsicana 701 m s.l.m.
BSicon HST.svg 101+754 Cappelle-Magliano 701 m s.l.m.
Continuation to left Junction from right
linea per Roccasecca
BSicon BHF.svg 107+080 Avezzano 704 m s.l.m.
BSicon eHST.svg 111+367 Paterno-San Pelino 696 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 117+713 Celano-Ovindoli 727 m s.l.m.
BSicon HST.svg 121+471 Aielli 752 m s.l.m.
BSicon TUNNEL2.svg galleria Frana (144 m)
BSicon HST.svg 123+097 Cerchio 772 m s.l.m.
BSicon TUNNEL1.svg galleria Belvedere (444 m)
BSicon TUNNEL2.svg galleria Cotigliano (183 m)
BSicon BRÜCKE.svg viadotto Collarmele
BSicon BHF.svg 126+802 Collarmele 825 m s.l.m.
BSicon TUNNEL2.svg galleria Santa Cecilia (199 m)
BSicon HST.svg 131+729 Pescina 854 m s.l.m.
BSicon BRÜCKE.svg 132+286 viadotto Forche Caruso
BSicon BRÜCKE.svg 134+236 viadotto Mandria delle Vacche
BSicon BHF.svg 136+778 Carrito-Ortona 896 m s.l.m.
BSicon TUNNELa.svg 137+802 galleria Carrito-Ortona (3545 m)
BSicon TUNNELe.svg 141+347
BSicon TUNNEL2.svg galleria delle Grazie (176 m)
BSicon BHF.svg 142+374 Cocullo 885 m s.l.m.
BSicon TUNNEL1.svg galleria Pietrafitta (1786 m)
BSicon BRÜCKE.svg 147+030 viadotto Vallone Gemma
BSicon BRÜCKE.svg 147+886 viadotto Tarino
BSicon HST.svg 148+362 Goriano Sicoli 766 m s.l.m.
BSicon TUNNEL1.svg galleria Ponteserra (842 m)
BSicon TUNNEL1.svg galleria Palombo (224 m)
BSicon BRÜCKE.svg 151+324 viadotto Palombo
BSicon BRÜCKE.svg 153+347 viadotto San Giovanni
BSicon TUNNEL1.svg galleria San Giovanni (509 m)
BSicon TUNNEL2.svg galleria San Martino (110 m)
BSicon HST.svg 155+398 Prezza 609 m s.l.m.
BSicon BRÜCKE.svg 155+558 viadotto San Lorenzo
BSicon TUNNEL1.svg galleria Cane (250 m)
BSicon TUNNEL1.svg galleria San Cosmo (354 m)
BSicon TUNNEL2.svg galleria Guttari (106 m)
BSicon TUNNEL2.svg galleria Iannuci (83 m)
BSicon AKRZu.svg Autostrada A25 - Strada europea E80
BSicon TUNNEL1.svg galleria Difesa (446 m)
BSicon BHF.svg 161+884 Anversa-Villalago-Scanno 457 m s.l.m.
BSicon WBRÜCKE.svg 162+240 viadotto Sagittario (240 m)
BSicon TUNNEL1.svg galleria Duca (973 m)
BSicon HST.svg 165+616 Bugnara 432 m s.l.m.
BSicon TUNNEL1.svg galleria Tratturo (631 m)
Continuation to left Unknown route-map component "ABZ+lr" Track turning right
linea per Isernia
Station on track
171+937
67+660
Sulmona * 1888 348 m s.l.m.
Junction to left Unknown route-map component "eABZq+l" Continuation to right
linea per Terni
Straight track Unknown route-map component "exBHF"
Sulmona (vecchia, † 1888)
Track turning left Unknown route-map component "xABZlg"
BSicon BHF.svg 62+085 Pratola Peligna 291 m s.l.m.
BSicon eHST.svg Roccacasale 278 m s.l.m.
BSicon eBHF.svg Corfinio † 2003 260 m s.l.m.
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon BHF.svg 52+436 Popoli 252 m s.l.m.
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon BHF.svg 49+160 Bussi 242 m s.l.m.
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon TUNNEL1.svg galleria (~ 630 m)
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon HST.svg 42+692 Tocco-Castiglione 216 m s.l.m.
BSicon TUNNEL1.svg galleria (~ 800 m)
BSicon BHF.svg 37+980 Torre dei Passeri 162 m s.l.m.
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon HST.svg 35+865 Piano d'Orta-Bolognano * 1950[8] 137 m s.l.m.
BSicon BHF.svg 31+112 Scafa-San Valentino-Caramanico Terme 108 m s.l.m.
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon HST.svg 27+997 Alanno 81 m s.l.m.
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon BHF.svg 23+434 Manoppello 73 m s.l.m.
Unknown route-map component "exKBHFa" Station on track
14+469 Chieti 45 m s.l.m.
Unknown route-map component "exCONTr" Unknown route-map component "exSTRrf" Straight track
linea per Chieti città † 1943
BSicon DST.svg 7+237 P.M. San Giovanni Teatino
BSicon HST.svg 2+977 Pescara San Marco * 2005
Continuation to left Junction from right
Linea per Bari
BSicon HST.svg
0+667
351+309
Pescara Porta Nuova
BSicon WBRÜCKE1.svg fiume Pescara
BSicon BHF.svg 349+969 Pescara Centrale
Track turning left Continuation to right
Linea per Ancona

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Tratta Roma–Sulmona
  2. ^ Tratta Sulmona–Pescara
  3. ^ Prospetto cronologico dei tratti di ferrovia aperti all'esercizio dal 1839 al 31 dicembre 1926
  4. ^ Tabella A, punto 2
  5. ^ Roma - Italferr
  6. ^ a b Ordine di Servizio n. 48 del 1939
  7. ^ Ordine di Servizio 77 - 1987
  8. ^ Ordine di Servizio n. 98 del 1950

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Rete Ferroviaria Italiana. Fascicolo linea 104 (Pescara–Sulmona)
  • Rete Ferroviaria Italiana. Fascicolo linea 115 (Roma–Sulmona)

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License