Festival di Sanremo 1973

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Festival di Sanremo 1973
Edizione XXIII
Periodo 8 marzo - 10 marzo
Sede Salone delle Feste del Casinò Municipale di Sanremo
Presentatore Mike Bongiorno affiancato da Gabriella Farinon
Trasmesso da TV
Radio
Partecipanti 30 (30 canzoni)
Vincitore Peppino Di Capri
Premio della critica no
Cronologia
1972 1974

Il ventitreesimo festival della canzone italiana si tenne a Sanremo dall'8 marzo al 10 marzo 1973.

Adriano Celentano ritirò la sua canzone L'unica chance prima della manifestazione a causa di una gastrite che gli impedi di presentarsi sul palcoscenico, mentre la canzone di Rosa Balistreri Terra che non senti fu squalificata in quanto non inedita.

Questa edizione fu la prima in cui la RAI impiegò le telecamere a colori per la ripresa, a beneficio dei paesi stranieri collegati tramite l'Eurovisione, che poterono così per la prima volta vedere la kermesse canora a colori. Il festival sarà visibile a colori anche in Italia solo a partire dal 1977.

La RAI non trasmise le prime due serate per problemi sorti all'interno dell'organizzazione con il comune di Sanremo, ma alcune canzoni emersero ugualmente: notabilmente, tra quelle vincitrici nella classifica, la melodica tradizionale Un grande amore e niente più di Peppino di Capri, e la raffinata Da troppo tempo di Milva, tra quelle degli esordienti Serena, interpretata da Gilda Giuliani, e tra quelle escluse dalla finale Vado via, di Drupi, che raggiunse alte posizioni nella Hit Parade inglese e francese.[1]

Assieme alle edizioni del 1966, 1967, 1974, 1975 e 1976 di questo festival non esiste ad oggi alcuna ripresa ufficiale a causa di un incendio che si verificò nelle Teche RAI nei primi anni ottanta che distrusse molti materiali filmati.

Ne rimangono solo un filmato in bianco e nero trasmesso dalla televisione cilena con voce fuori campo in spagnolo di difficilissima reperibilità ed un breve spezzone a colori, visibile su Youtube, in cui Gilda Giuliani canta la canzone Serena.

Classifica, canzoni e cantantimodifica | modifica sorgente

Posizione Canzone Autori Artista Voti
1. Un grande amore e niente più (E. J. Wright, Giuseppe Faiella e Franco Califano) Peppino di Capri 1.710
2. Come un ragazzino (Gaetano Amendola e Peppino Gagliardi) Peppino Gagliardi 1.482
3. Da troppo tempo (Gene Colonnello e Luigi Albertelli) Milva 1.463
4. Dolce frutto (Umberto Balsamo e Cristiano Minellono) Ricchi e Poveri 1.430
5. Serena (Gino Mescoli e Vito Pallavicini) Gilda Giuliani 1.413
6. Tu nella mia vita (Arfemo e Il Guardiano del Faro) Wess e Dori Ghezzi 1.295
7. L'uomo che si gioca il cielo a dadi (Roberto Vecchioni) Roberto Vecchioni 1.246
8. La bandiera di sole (Vito Pallavicini e Fausto Leali) Fausto Leali 1.226
9 Amore mio (Umberto Balsamo e Cristiano Minellono) Umberto Balsamo 1.224
10. Mi sono chiesta tante volte (Gianni Guarnieri e Pier Paolo Preti) Anna Identici 1.197
11. Come sei bella (Claudio Cavallaro e Giancarlo Bigazzi) Camaleonti 1.170
12. Tu giovane amore mio (Ricky Gianco, Alberto Nicorelli, Gian Pieretti e Fulvio Monachesi) Donatello 1.131
13. Il mondo è qui (Memo Remigi) Memo Remigi 1.111
14. Tre minuti di ricordi (Alessandro Pintus e Miki Del Prete) Alessandro 1.065
15. Straniera straniera (Franco Chiaravalle e Francesco Specchia) Lionello 1.050
16. Una casa grande (Andrea Lo Vecchio, Nicola Aprile e Nereo Villa) Lara Saint Paul 990

Non finalistemodifica | modifica sorgente

Posizione Canzone Autori Artista Voti
Addio amor (testo di Massimo Gallerani e Gianfranco Bosisio; musica di Mario Nobile) Mocedades
Angeline (Rosa Nisi Marsella e Claudio Daiano) Pop Tops
Anika na-o (testo di Felice Piccarreda; musica di Piero Cochis e Piero Cassano) Jet
Cara amica (testo di Francesco Specchia; musica di Paolo Prencipe e Vitaliano Caruso) Bassano
Dove andrai (Detto Mariano) Carmen Amato
Elisa Elisa (Sergio Bardotti e Sergio Endrigo) Sergio Endrigo
Innamorata io? (Adriano Celentano e Franco Chiaravalle) Lolita
Mistero (Claudio Mattone) Gigliola Cinquetti
Mondo mio (Paolo Conte e Giorgio Conte) Christian De Sica
Ogni volta che mi pare (testo di Franca Evangelisti; musica di Piero Pintucci) Alberto Feri
Povero (testo di Luciana Medini; musica di Mario Mellier) Junior Magli
Sugli sugli bane bane (Franco Chiaravalle, Paolo Tomelleri e Anna Maria Piccioli) Le Figlie del Vento
Vado via (Enrico Riccardi e Luigi Albertelli) Drupi
Via Garibaldi (Tony Santagata) Toni Santagata

Regolamentomodifica | modifica sorgente

Una interpretazione per brano, 16 brani qualificati per la serata finale. I brani selezionati erano 32 ma furono esclusi: Terra che non senti di Rosa Balistreri (non inedito) e L'unica chance di Adriano Celentano (ammalato).

Orchestramodifica | modifica sorgente

Orchestra diretta dai maestri: Renato Angiolini, Pino Massara, Juan Carlos Calderón, Carmelo Carucci, Luis Bacalov, Ettore Lombardi, Natale Massara, Mario Mellandini, Sergio Parisini, Piero Pintucci, Gian Franco Reverberi, Massimo Salerno, Paolo Tomelleri e Danilo Vaona. Ripete i brani Raymond Lefevre.

Organizzazionemodifica | modifica sorgente

Comune di Sanremo

Direzione artisticamodifica | modifica sorgente

Vittorio Salvetti

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ di Paolo Ruggieri, Canzoni Italiane, Fabbri, 1994, Vol.4, pag.96
Festival di Sanremo Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Festival di Sanremo







Creative Commons License