Fondazione Prada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Fondazione Prada presieduta da Miuccia Prada e Patrizio Bertelli e diretta dal 1995 da Germano Celant, è un’istituzione dedicata all’arte contemporanea e alla cultura. [1]

Dal 1993 al 2010 la Fondazione ha organizzato negli spazi espositivi di Milano 24 mostre personali concepite in dialogo con artisti contemporanei di livello internazionale come Anish Kapoor (1995), Louise Bourgeois (1997), Sam Taylor-Wood (1998), Walter De Maria (1999), Enrico Castellani (2001), Steve Mcqueen (2005), Tom Sachs (2006), Nathalie Djurberg (2008) e John Baldessari (2010). [2]

Tra il 2005 e il 2009, in occasione delle esposizioni internazionali d'arte della Biennale di Venezia, tre mostre personali dedicate a Francesco Vezzoli(2005) [3], Thomas Demand (2007)[4] e John Wesley (2009)[5] sono state presentate negli spazi della Fondazione Cini a Venezia.

Negli ultimi 20 anni sono state promosse altre attività come rassegne cinematografiche (“Tribeca Film Festival alla Fondazione Prada”, 2004; “Italian Kings of the Bs. Storia segreta del Cinema Italiano 1949-1976”, 2004; “Storia Segreta del Cinema Asiatico”, 2005; “Storia Segreta del Cinema Russo”, 2007), conferenze multidisciplinari e filosofiche ed eventi legati all'architettura e al design (“Herzog & de Meuron, OMA/AMO Rem Koolhaas. Projects for Prada. Works in Progress”, 2001; “Unveiling the Prada Foundation”, 2008; “Rotor: Ex Limbo”, 2011 [6].

Nel 2011 la Fondazione Prada ha inaugurato una nuova sede espositiva a Venezia, Ca’ Corner della Regina, un palazzo del 1700 affacciato sul Canal Grande che ha ospitato tre mostre collettive: “Fondazione Prada_Ca’ Corner”, 2011; “The Small Utopia. Ars multiplicata”, 2012 e “When Attitudes Become Form: Bern 1969/Venice 2013”, 2013. [7]

I progetti speciali della Fondazione includono “Double Club” di Carsten Höller a Londra [8], “Prada Transformer” di OMA a Seul [9] e “24h Museum” di Francesco Vezzoli al Palais d’Iéna a Parigi [10].

Nella primavera del 2015 saranno inaugurati i nuovi spazi della Fondazione Prada a Milano, a Largo Isarco, nella zona sud della città [11]. Il progetto concepito dallo studio di architettura OMA, guidato da Rem Koolhaas comprenderà un centro per le arti e spazi espositivi permanenti per un'area totale di 21.783 m2 [12].

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Germano Celant, AMO/OMA - Rem Koolhaas, Unveiling Prada Foundation, Progetto Prada Arte, Milano, 2008
  2. ^ Germano Celant, Fondazione Prada - Ca' Corner della Regina, Progetto Prada Arte, Milano, 2011
  3. ^ http://fondazioneprada.org/ita/comunicati/FV.ITA.pdf
  4. ^ http://www.fondazioneprada.org/ita/comunicati/TD.ITA.pdf
  5. ^ http://www.cini.it/events/john-wesley-it
  6. ^ http://rotordb.org/project/2011_ExLimbo_expo)
  7. ^ http://www.prada.com/it/fondazione/cacorner#home!
  8. ^ http://thedoubleclub.co.uk/
  9. ^ http://prada-transformer.com/
  10. ^ http://www.24hoursmuseum.com/
  11. ^ http://www.comune.milano.it/portale/wps/portal/CDM?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/wps/wcm/connect/ContentLibrary/giornale/giornale/tutte+le+notizie+new/vice+sindaco,+urbanistica,+edilizia+privata,+agricoltura/museo_fondazione_prada
  12. ^ http://oma.com/projects/2008/fondazione-prada


Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License