Football Club Internazionale 1962-1963

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Football Club Internazionale
Inter 1962-63.jpg
Una formazione dell'Inter 1962-1963
Stagione 1962-1963
Allenatore Argentina Helenio Herrera
All. in seconda Italia Maino Neri
Presidente Italia Angelo Moratti
Serie A Vincitore
Coppa Italia Ottavi di finale
Maggiori presenze Campionato: Guarneri (34)
Totale: Guarneri (34)
Miglior marcatore Campionato: Di Giacomo (11)
Totale: Di Giacomo e Mazzola (11)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale nelle competizioni ufficiali della stagione 1962-1963.

Stagionemodifica | modifica sorgente

Sul mercato l'Inter acquistò Tarcisio Burgnich dal Palermo, voluto da Helenio Herrera[1] o da Italo Allodi secondo altre fonti[2], Humberto Maschio e Beniamino Di Giacomo, lanciando stabilmente tra i titolari anche Giacinto Facchetti e il primogenito di Valentino Mazzola, Sandro. Helenio Herrera rimase alla guida della squadra, dopo essersi dimesso a seguito di un caso di doping che aveva coinvolto alcuni calciatori nerazzurri.

In porta c'era Lorenzo Buffon;[3] la difesa veniva guidata da Armando Picchi, trasformato in libero da Herrera, il capitano;[3] davanti a lui c'erano Tarcisio Burgnich e Aristide Guarneri.[3] Sulla fascia sinistra venne attuata la prima rivoluzione tattica di Herrera: Giacinto Facchetti diventò il primo terzino capace di affondare in avanti e trasformarsi in una vera e propria ala, il cosiddetto fluidificante.[3] A centrocampo c'erano Franco Zaglio come mediano, il regista Luis Suárez, all'ala destra c'era il nuovo arrivato brasiliano Jair, prelevato a novembre,[3] a sinistra Mario Corso che dava fantasia alla squadra con Sandro Mazzola che fungeva da mezz'ala mentre di punta c'era Beniamino Di Giacomo (scambiato a novembre con Gerry Hitchens).[3]

Nelle prime giornate i nerazzurri stentarono ma riuscirono comunque a rimanere nella parte alta della classifica.[4] Il 23 dicembre venne sconfitta la Juventus, poi un doppio pareggio intralciò la corsa nerazzurra e, il 13 gennaio, furono i bianconeri a terminare il girone d'andata in testa con un punto di vantaggio sull'Inter. L'aggancio dell'Inter sulla Juventus arrivò il 3 febbraio. Successivamente, dopo un mese di coabitazione al primo posto, i torinesi persero il derby e l'Inter balzò in testa: non lasciò più la prima posizione, aumentò il suo vantaggio e terminò il campionato a quattro punti di distanza dalla Juventus. Il 5 maggio la capolista perse sul campo della Roma, ma risultò essere matematicamente Campione d'Italia[4]; fu il primo scudetto dell'era Moratti-Allodi (e ottavo della storia interista), arrivato su rimonta dopo che nei due tornei precedenti erano stati proprio i nerazzurri a essere superati.

A contribuire in modo decisivo alla vittoria fu la difesa, già distintasi nei due precedenti tornei: Herrera puntò in questa stagione su un modulo maggiormente affine al catenaccio[4]. Questa la formazione titolare: Buffon, Burgnich, Facchetti, Zaglio, Guarneri, Picchi, Jair, Mazzola, Di Giacomo, Suárez, Corso. In Coppa Italia, dopo aver eliminato l'Alessandria (5-0), l'Inter esce agli ottavi di finale contro il Padova (1-2).

Organigramma societariomodifica | modifica sorgente

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: dott. Angelo Quarenghi[5]
  • Massaggiatore: Bartolomeo Della Casa e Giancarlo Della Casa

Rosamodifica | modifica sorgente

N. Ruolo Giocatore
Italia P Lorenzo Buffon
Italia P Ottavio Bugatti
Italia P Giovanni Ferretti
Italia D Bruno Bolchi
Italia D Tarcisio Burgnich
Italia D Giorgio Della Giovanna[6]
Italia D Giacinto Facchetti
Italia D Aristide Guarneri
Italia D Spartaco Landini
Spagna C Luis Suárez
Italia D Armando Picchi
Italia C Beniamino Di Giacomo
N. Ruolo Giocatore 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png
Italia C Mario Corso
Italia C Carlo Tagnin
Italia C Sandro Mazzola
Italia C Franco Zaglio
Italia C Enea Masiero
Argentina C Humberto Maschio
Italia A Egidio Morbello
Brasile A Jair da Costa
Regno Unito A Gerry Hitchens[6]
Italia A Lorenzo Bettini[6]
Italia A Mauro Bicicli
Argentina A Marcelo Pagani

Risultatimodifica | modifica sorgente

Campionatomodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Serie A 1962-1963.

Girone di andatamodifica | modifica sorgente

Mantova
16 settembre 1962
1ª giornata
Mantova 600px Rosso e Bianco con colori di Mantova.png 0 – 0 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Danilo Martelli
Arbitro Bonetto (Torino)

Milano
23 settembre 1962
2ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 0 600px Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png Vicenza Stadio San Siro
Arbitro Sbardella (Roma)

Catania
30 settembre 1962
3ª giornata
Catania 600px Azzurro e Rosso (Strisce) con elefantino.png 1 – 0 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Cibali
Arbitro Jonni (Macerata)

Palermo
7 ottobre 1962
4ª giornata
Palermo 600px Rosa e Nero in diagonale con aquila.png 1 – 1 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio La Favorita
Arbitro De Marchi (Pordenone)

Milano
14 ottobre 1962
5ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 0 600px Azzurro con N cerchiata.png Napoli Stadio San Siro
Arbitro Francescon (Padova)

Milano
21 ottobre 1962
6ª giornata
Milan Bianco e Rosso (Croce) e Rosso e Nero (Strisce).svg 1 – 1 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio San Siro
Arbitro Adami (Roma)

Milano
28 ottobre 1962
7ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 2 600px Azzurro e Nero (Strisce).png Atalanta Stadio San Siro
Arbitro De Marchi (Pordenone)

Genova
1 novembre 1962
8ª giornata
Genoa 600px Rosso e Blu con striscia Bianco e croce Rossa su sfondo Bianco.png 1 – 3 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Marchese (Napoli)

Milano
4 novembre 1962
9ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 2 – 0 600px Verde Nero e Arancione (Diagonale).png Venezia Stadio San Siro
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Milano
18 novembre 1962
10ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 4 – 0 600px Blu Bianco Rosso e Nero (Strisce Orizzontali) con croce di San Giorgio Bianca e Rossa.png Sampdoria Stadio San Siro
Arbitro Angonese (Mestre)

Firenze
25 novembre 1962
11ª giornata
Fiorentina 600px Viola con giglio Rosso su sfondo Bianco.png 1 – 1 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Artemio Franchi
Arbitro Adami (Roma)

Milano
9 dicembre 1962
12ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 3 – 2 600px Azzurro e Bianco con colori di Ferrara.png SPAL Stadio San Siro
Arbitro Jonni (Macerata)

Bologna
16 dicembre 1962
13ª giornata
Bologna 600px Rosso e Blu (Strisce) con croce Rosso e Giallo.png 0 – 4 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Comunale
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Milano
23 dicembre 1962
14ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 0 600px Nero e Bianco (Strisce).png Juventus Stadio San Siro
Arbitro Adami (Roma)

Milano
30 dicembre 1962
15ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 2 – 0 600px Giallo e Rosso2.png Roma Stadio San Siro
Arbitro De Marchi (Pordenone)

Modena
6 gennaio 1963
16ª giornata
Modena 600px Giallo e Blu3.png 0 – 0 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Alberto Braglia
Arbitro Rigato (Mestre)

Torino
13 gennaio 1963
17ª giornata
Torino Flag - Garnet with white bull.svg 1 – 1 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Comunale
Arbitro Jonni (Macerata)

Girone di ritornomodifica | modifica sorgente

Milano
20 gennaio 1963
18ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 0 600px Rosso e Bianco con colori di Mantova.png Mantova Stadio San Siro
Arbitro Francescon (Padova)

Vicenza
27 gennaio 1963
19ª giornata
Vicenza 600px Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png 1 – 2 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Romeo Menti
Arbitro Sbardella (Roma)

Milano
3 febbraio 1963
20ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 2 – 1 600px Azzurro e Rosso (Strisce) con elefantino.png Catania Stadio San Siro
Arbitro Gambarotta (Genova)

Milano
10 febbraio 1963
21ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 4 – 0 600px Rosa e Nero in diagonale con aquila.png Palermo Stadio San Siro
Arbitro Di Tonno (Lecce)

Napoli
17 febbraio 1963
22ª giornata
Napoli 600px Azzurro con N cerchiata.png 1 – 5 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio San Paolo
Arbitro Francescon (Padova)

Milano
24 febbraio 1963
23ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 1 Bianco e Rosso (Croce) e Rosso e Nero (Strisce).svg Milan Stadio San Siro
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Bergamo
3 marzo 1963
24ª giornata
Atalanta 600px Azzurro e Nero (Strisce).png 1 – 0 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Atleti Azzurri d'Italia
Arbitro Marchese (Napoli)

Milano
10 marzo 1963
25ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 6 – 0 600px Rosso e Blu con striscia Bianco e croce Rossa su sfondo Bianco.png Genoa Stadio San Siro
Arbitro Francescon (Padova)

Venezia
17 marzo 1963
26ª giornata
Venezia 600px Verde Nero e Arancione (Diagonale).png 0 – 2 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Pierluigi Penzo
Arbitro Sbardella (Roma)

Genova
31 marzo 1963
27ª giornata
Sampdoria 600px Blu Bianco Rosso e Nero (Strisce Orizzontali) con croce di San Giorgio Bianca e Rossa.png 0 – 0 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Luigi Ferraris
Arbitro R.Lo Bello (Messina)

Milano
7 aprile 1963
28ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 0 600px Viola con giglio Rosso su sfondo Bianco.png Fiorentina Stadio San Siro
Arbitro Gambarotta (Genova)

Ferrara
14 aprile 1963
29ª giornata
SPAL 600px Azzurro e Bianco con colori di Ferrara.png 0 – 0 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Paolo Mazza
Arbitro Francescon (Padova)

Milano
21 aprile 1963
30ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 4 – 1 600px Rosso e Blu (Strisce) con croce Rosso e Giallo.png Bologna Stadio San Siro
Arbitro De Marchi (Pordenone)

Torino
28 aprile 1963
31ª giornata
Juventus 600px Nero e Bianco (Strisce).png 0 – 1 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Comunale
Arbitro Sbardella (Roma)

Roma
5 maggio 1963
32ª giornata[7]
Roma 600px Giallo e Rosso2.png 3 – 0 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Olimpico
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Milano
19 maggio 1963
33ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 0 – 0 600px Giallo e Blu3.png Modena Stadio San Siro
Arbitro Francescon (Padova)

Milano
26 maggio 1963
34ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 1 Flag - Garnet with white bull.svg Torino Stadio San Siro
Arbitro D'Agostini (Roma)

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Prestigiacomo, op. cit., p.130
  2. ^ Livorno-Napoli: parla Burgnich gazzetta.it
  3. ^ a b c d e f Helenio Herrera: 1962/63, inter.it.
  4. ^ a b c Chiesa, op. cit.
  5. ^ e' morto Angiolino Quarenghi il dottore della " grande Inter " in Corriere della Sera, 18 luglio 1992. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  6. ^ a b c Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  7. ^ In seguito ai risultati di questa giornata, l'Inter conquista matematicamente lo scudetto.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Calciatori 1962-63, Modena-Milano, Panini-L'Unità, 1994.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License