Football Club Lausanne-Sport

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Football Club Lausanne-Sport
Calcio Football pictogram.svg
FC Lausanne-Sport.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blu e Bianco (Strisce).png Blu-bianco
Dati societari
Città Losanna
Paese Svizzera Svizzera
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Switzerland (Pantone).svg ASF/SFV
Campionato Super League
Fondazione 1896
Rifondazione 2003
Presidente Svizzera Jean-François Collet
Allenatore Francia Henri Atamaniuk
Stadio Stade Olympique de la Pontaise
(15 800 posti)
Sito web www.lausanne-sport.ch
Palmarès
Trofeo campionato svizzero di calcio.pngTrofeo campionato svizzero di calcio.pngTrofeo campionato svizzero di calcio.pngTrofeo campionato svizzero di calcio.pngTrofeo campionato svizzero di calcio.pngTrofeo campionato svizzero di calcio.pngTrofeo campionato svizzero di calcio.png
Campionati svizzeri 7
Trofei nazionali Coppa svizzera.png Coppa Svizzera: 9
Si invita a seguire il modello di voce

Il Football Club Lausanne-Sport è una società di calcio svizzera della città di Losanna. È la sezione calcistica della società polisportiva Lausanne-Sports. Attualmente milita nella Super League, la massima divisione del campionato svizzero.

Il club gioca le sue partite casalinghe nello Stade Olympique de la Pontaise, usato anche per i Mondiali del 1954 e sede dell'annuale meeting di atletica leggera della IAAF Diamond League "Athletissima".

Storiamodifica | modifica sorgente

La sezione calcistica fu fondata nel 1896 con il nome di Montriond Lausanne, anche se il Lausanne Football and Cricket Club fu fondato nel 1860; per questo, alcuni storici credono si tratti della più vecchia squadra di calcio del continente europeo. Il club ha adottato il suo nome attuale nel 1920, dopo che la sezione calcio si fuse con il club di ginnastica Hygiénique de Lausanne.

Nel 1906 il Montriond partecipa al suo primo campionato di Serie B, mentre la prima vittoria ii un campionato della massima divisione arriva nel 1912. L'anno successivo la formazione si aggiudica il torneo olimpico di Losanna (manifestazione organizzata in occasione del primo congresso olimpico) sconfiggendo in finale per 7 a 0 l'Association Sportive Française Paris. Nel 1932 la formazione vince il secondo titolo svizzero, ripetendosi anche nel 1935 (realizzando un "doublé" campionato-coppa) e nel 1936. Nel 1939, al Wankdorf di Berna, il Lausanne-Sports conquista una nuova Coppa Svizzera e, nel 1944, riesce nuovamente a vincere sia in campionato, sia in coppa. Nel 1947 la formazione è battuta in finale di Coppa Svizzera dal Basilea ma, nel 1950, davanti a 42.000 spettatori, conquista la sua quarta coppa nazionale mentre, l'anno successivo, vince nuovamente il campionato distanziando il Chiasso di 3 punti.

Gli anni sessanta, dopo un decennio di astinenza, segnano il ritorno dei vodesi ai vertici del calcio elvetico. Nel 1961 s'impongono in Coppa Svizzera (ai rigori contro il Bellinzona) e si ripetono nel 1964. L'anno successivo (dopo aver vinto il campionato) raggiungono i quarti di finale della Coppa delle Coppe inchinandosi al West Ham di Bobby Moore.

Il Losanna conquisterà la coppa nuovamente nel 1981 (contro lo Zurigo), nel 1998 (contro il San Gallo) e nel 1999 (contro il Grasshoppers). Partecipa poi all'ultima edizione della Coppa delle Coppe (edizione 1998-99) arrendendosi alla Lazio (che poi vincerà il trofeo) nei sedicesimi di finale dopo aver pareggiato a Roma 1 a 1 e in casa 2 a 2.

Nel 2000 raggiunge i sedicesimi della Coppa UEFA dopo aver sconfitto Cork City, Torpedo Mosca e Ajax. Si tratta dell'ultima vera soddisfazione per i tifosi che, il 4 marzo 2002, vedono la propria squadra retrocessa a tavolino in Challenge League per motivi finanziari, e che l'anno seguente assistono al fallimento del club.

Il 13 giugno 2003 la società rinasce sotto il nome di Football Club Lausanne-Sport ed è ammessa alla Seconda Lega interregionale. Al primo campionato in questa categoria il Lausanne-Sport centra il primo posto e la promozione. Per il campionato 2004-2005 in Prima Lega il Losanna accoglie il ritorno di Stéphane Chapuisat, che ha deciso a fine carriera di tornare a dare una mano alla sua squadra del cuore. Grazie alle sue reti la squadra vince subito il campionato di Prima Lega.

Nel 2005-2006, malgrado le 16 reti di Chapuisat il Losanna si classifica al terzo posto della Challenge League non ottenendo una promozione per la Super League.

Orfano di un Chapuisat ritirato, il Losanna disputa alcune stagioni di Challenge League poco brillanti, piazzandosi tredicesimo nel 2006-2007, dodicesimo nel 2007-2008 e settimo nel 2008-2009. Nel campionato 2009-2010, nonostante il decimo posto nella seconda serie nazionale, il Losanna riesce a raggiungere la finale di Coppa Svizzera, dove viene sconfitto 6-0 dal Basilea. Nonostante ciò si qualifica per il secondo turno preliminare di UEFA Europa League, essendo il Basilea qualificato per la UEFA Champions League in quanto campione nazionale.

La stagione 2010-2011, che vede il ritorno a fine carriera di Fabio Celestini, inizia nel miglior dei modi sia in campionato che in Europa League. In campionato i 22 punti nelle nove prime partite portano il Lausanne-Sport in vetta alla classifica di Challenge League, alla lotta con due altri ex-grandi del calcio elvetico, Servette FC e FC Lugano, per un ritorno in Super League. Nella manifestazione europea i vodesi sono riusciti a raggiungere la fase a gironi dell'Europa League, eliminando nei turni preliminari i bosniaci del Borac Banja Luka (1-0 a Losanna e 1-1 in Bosnia) e i danesi del Randers FC (2-3 in Danimarca e 1-1 alla Pontaise). Ai playoff il Losanna supera il Lokomotiv Mosca (squadra con un budget venti volte superiore) ai calci di rigore dopo un doppio pareggio con un punteggio di 1-1. Nella fase a gironi viene inserito nel girone F insieme al CSKA Mosca, il Palermo e lo Sparta Praga. Dopo due immeritate sconfitte in casa contro i russi e a Palermo contro i rosaneri, il Lausanne-Sport agguanta un pareggio 3-3 al 96º alla Generali Arena di Praga, che rimarrà l'unico punto raccolto nel girone. La seconda partita della stagione inizia in modo tutto contrario: Fabio Celestini rescinde il suo contratto per divergenze con la dirigenza e il Losanna, non trovando più la vittoria, si fa superare in classifica dal Lugano, dal Vaduz e dal Servette. A sette giornate dal termine del campionato, la squadra biancoblu punta al quarto posto con 14 punti di ritardo sul Lugano e le speranze di promozione sembrano svanite. Ma il "miracolo" avviene: contemporaneamente al crollo del Lugano e del Vaduz il Lausanne-Sport raccoglie 21 punti nelle ultime sette partite e finisce il campionato di Challenge League al primo posto, sinonimo di promozione diretta in Super League, facendo così il suo ritorno nella massima divisione del campionato svizzero dopo nove anni di assenza.

Cronistoriamodifica | modifica sorgente

(Legenda: Super League (ex-Lega Nazionale A) = 1º livello / Challenge League (ex-Lega Nazionale B) = 2º livello / Prima Lega = 3º livello / Seconda Lega Interregionale = 4º livello / Seconda Lega = 5º livello / Terza Lega = 6º livello / Quarta Lega = 7º livello / Quinta Lega = 8º livello / Sesta Lega = 9º livello)

Stadiomodifica | modifica sorgente

Il Losanna gioca le partite casalinghe allo stadio della Pontaise. Costruito per il Campionato mondiale di calcio 1954 aveva una capienza di 50.000 posti, poi ridotta a 25.000 nel 1985 ed a 15.786 posti dal 1993. Le dimensioni del terreno di gioco sono di 105 per 68 m. È in progetto la costruzione di uno nuovo stadio di 13.000 posti e senza pista di atletica che dovrebbe sorgere nella parte sud-ovest della città nel 2014 o 2015.

Organicomodifica | modifica sorgente

Rosamodifica | modifica sorgente

Rosa e numerazione aggiornate al 18 febbraio 2014[1]

N. Ruolo Giocatore
1 Svizzera P Kevin Fickentscher
2 Guinea A Pascal Feindouno
3 Svizzera D Mickaël Facchinetti
4 Slovenia C Miha Mevlja
5 Spagna C Gabri
6 Svizzera D Guillaume Katz
8 Svizzera C Fabrizio Zambrella
9 Portogallo A Luis Filipe Pimenta
10 Israele A Ohad Kadusi
11 Francia A Yannis Tafer
12 Francia C Yoric Ravet
13 Svizzera C Michel Avanzini
14 Svizzera D Sébastien Meoli
15 Svizzera C Numa Lavanchy
16 Portogallo P Barroca
17 Tunisia C Wajdi Bouazzi
18 Svizzera P Thomas Castella
N. Ruolo Giocatore 600px Blu e Bianco (Strisce).png
19 Spagna C Jesjua Cruyff
20 Camerun C Patrick Ekeng
21 Svizzera C Ming Yang Yang
22 Svizzera P Signori Antonio
23 Marocco D Abdelouahed Chakhsi
24 Francia D Jérôme Sonnerat
25 Senegal A Matar Coly
26 Svizzera D Adriano De Pierro
27 Venezuela D Rolf Feltscher
28 Svizzera C Romain Dessarzin
29 Francia A Matt Moussilou
30 Portogallo C Olivier Custodio
31 Svizzera C Ahmet Ozcan
32 Svizzera P Kevin Martin
33 Camerun D Yaya Banana
34 Svizzera C Gabriel Cuénoud
Croazia A Ante Vukušić

Staff tecnicomodifica | modifica sorgente

Allenatore: Francia Henri Atamaniuk
Allenatore in seconda: Italia Marco Simone
Allenatore dei portieri: Svizzera Florent Delay

Stagioni passatemodifica | modifica sorgente

Giocatori celebrimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Calciatori del F.C. Lausanne-Sport.

Allenatorimodifica | modifica sorgente

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Trofei nazionalimodifica | modifica sorgente

1912-1913[2], 1931-1932, 1934-1935, 1935-1936, 1943-1944, 1950-1951, 1964-1965
1934-1935, 1938-1939, 1943-1944, 1949-1950, 1961-1962, 1963-1964, 1980-1981, 1997-1998, 1998-1999

Altri piazzamentimodifica | modifica sorgente

1936-1937, 1945-1946, 1946-1947, 1956-1957, 1966-1967, 1983-1984, 1999-2000, 2009-2010
1980-1981

Risultati in Europamodifica | modifica sorgente

Stagione Competizione Turno Nazione Club Risultato
1955-1958 Coppa delle Fiere Turno Preliminare Germania Est Selezione Lipsia 3-6, 7-3
1955-1958 Coppa delle Fiere Semifinale Inghilterra Selezione Londra 2-1, 0-2
1958-1960 Coppa delle Fiere Ottavi di finale Jugoslavia Selezione Belgrado 1-6, 3-5
1960-1961 Coppa delle Fiere Ottavi di finale Scozia Hibernians rinuncia
1961-1962 Coppa delle Fiere Ottavi di finale Spagna Valencia 3-4, rinuncia
1962-1963 Coppa delle Coppe Sedicesimi di finale Paesi Bassi Sparta Rotterdam 3-0, 2-4
1962-1963 Coppa delle Coppe Ottavi di finale Cecoslovacchia Slovan Bratislava 1-1, 0-1
1963-1964 Coppa delle Fiere Sedicesimi di finale Scozia Heart of Midlothian FC 2-2, 2-2 (3-2 d.c.r.)
1963-1964 Coppa delle Fiere Ottavi di finale Spagna Real Saragozza 1-2, 0-3
1964-1965 Coppa delle Coppe Sedicesimi di finale Ungheria Honved 2-0, 0-1
1964-1965 Coppa delle Coppe Ottavi di finale Bulgaria Slavia Sofia 0-1, 2-1, 3-2
1964-1965 Coppa delle Coppe Quarti di finale Inghilterra West Ham 1-2, 3-4
1965-1966 Coppa dei Campioni Turno preliminare Cecoslovacchia Sparta Praga 0-0, 0-4
1966-1967 Coppa delle Fiere Sedicesimi di finale Inghilterra Burnley FC 1-3, 0-5
1967-1968 Coppa delle Coppe Sedicesimi di finale Cecoslovacchia FC Spartak Trnava 3-2, 0-2
1968-1969 Coppa delle Fiere Trentaduesimi di finale Italia Juventus FC 0-2, 0-2
1969-1970 Coppa delle Fiere Trentaduesimi di finale Ungheria Győri ETO FC 1-2, 1-2
1970-1971 Coppa delle Fiere Trentaduesimi di finale Portogallo Vitoria Setubal 0-2, 1-2
1972-1973 Coppa UEFA Trentaduesimi di finale Jugoslavia Stella Rossa Belgrado 1-5, 3-2
1978-1979 Coppa UEFA Trentaduesimi di finale Lussemburgo Jeunesse Esch 0-0, 2-0
1978-1979 Coppa UEFA Sedicesimi di finale Paesi Bassi Ajax Amsterdam 0-1, 0-4
1981-1982 Coppa delle Coppe Sedicesimi di finale Svezia Kalmar FF 2-1, 2-3
1981-1982 Coppa delle Coppe Ottavi di finale Polonia Legia Varsavia 1-2, 1-1
1990-1991 Coppa UEFA Trentaduesimi di finale Spagna Real Sociedad 3-2, 0-1
1991-1992 Coppa UEFA Trentaduesimi di finale Belgio KAA Gent 1-0, 0-1 (1-4 d.c.r.)
1998-1999 Coppa delle Coppe Turno preliminare Armenia Tsement Ararat 5-1, 2-1
1998-1999 Coppa delle Coppe Sedicesimi di finale Italia SS Lazio 1-1, 2-2
1999-2000 Coppa UEFA Primo turno Spagna Celta de Vigo 3-2, 0-4
2000-2001 Coppa UEFA Turno preliminare Irlanda Cork City FC 1-0, 1-0
2000-2001 Coppa UEFA Primo turno Russia Torpedo Mosca 3-2, 2-0
2000-2001 Coppa UEFA Secondo turno Paesi Bassi Ajax Amsterdam 1-0, 2-2
2000-2001 Coppa UEFA Sedicesimi di finale Francia FC Nantes Atlantique 3-4, 1-3
2010-2011 Europa League 2º turno preliminare Bosnia ed Erzegovina Borac Banja Luka 1-0, 1-1
2010-2011 Europa League 3º turno preliminare Danimarca Randers FC 2-3, 1-1
2010-2011 Europa League Playoff Russia Lokomotiv Mosca 1-1, 1-1 (5-4 d.c.r.)
2010-2011 Europa League Girone F Russia CSKA Mosca 0-3, 1-5
2010-2011 Europa League Girone F Italia Palermo 0-1, 1-0
2010-2011 Europa League Girone F Rep. Ceca Sparta Praga 3-3, 1-3

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ (DE) Kader-FC-Lausanne-Sport sfl.ch
  2. ^ Vinto con il nome di Montriond Lausanne.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License