Francesco Antonio Broccu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Antonio Broccu (Gadoni, 16 maggio 17971882) è stato un inventore e artigiano italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nato e vissuto a Gadoni, piccolo paese della Sardegna in provincia di Nuoro, fin dall'infanzia mostrò uno spiccato interesse per la meccanica, e costruì numerosi giocattoli utilizzando materiali come le canne, il legno ed il sughero. Costruì inoltre campane in bronzo e un crocifisso in legno di ottima fattura. Progettò e realizzò un orologio artigianale e diversi strumenti meccanici per uso agricolo.

La sua invenzione principale fu però la prima pistola a tamburo, una rivoltella a quattro colpi a quattro canne e poi a due canne, che realizzò nel 1833. Rispetto alle armi in uso fino ad allora presentava un cilindro più corto, ossia il tamburo, che permetteva di allineare la camera con il proiettile alla canna e al percussore grazie alla rotazione intorno al proprio asse.

La pistola da lui realizzata fu anche esaminata dal re Carlo Alberto di Savoia durante il suo secondo viaggio in Sardegna nel 1843. Invitato a Cagliari per mostrare la sua invenzione e spiegarne il funzionamento, non vi andò per l'attaccamento che aveva al suo paese, e non chiese mai il brevetto per la sua invenzione.

Tre anni dopo, nel 1836, negli Stati Uniti, Samuel Colt realizzò un'arma simile per la quale ottenne il brevetto e che commercializzò.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Focus Storia n. 39 - Gennaio 2010 - Gruner+Jahr/Mondadori - Milano

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License