Francesco Luserna Rorengo di Rorà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Luserna Rorengo di Rorà
arcivescovo della Chiesa cattolica
ArchbishopPallium PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Ivrea;
Arcivescovo di Torino
Nato 11 novembre 1732, Campiglione
Deceduto 4 marzo 1778, Torino

Francesco Luserna Rorengo di Rorà (Campiglione, 11 novembre 1732Torino, 4 marzo 1778) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Francesco Luserna Rorengo di Rorà, era membro di una delle illustri famiglie nobili piemontesi e si laureò ancora in gioventù in teologia ed in lettere.

Nel 1764 fu eletto vescovo di Ivrea, ma il suo incarico in questa sede durò solo quattro anni, in quanto venne successivamente proposto dal re di Sardegna alla sede arcivescovile di Torino.

Eletto arcivescovo guidò l'arcidiocesi torinese dal 1768 al 1778 e si distinse come uno dei maggiori arcivescovi della sede torinese del XVIII secolo, assieme al successore Vittorio Costa d'Arignano.

Proposto per la porpora cardinalizia, ma ormai malato e minato nel corpo e nello spirito, si spense a Torino il 4 marzo 1778.

Predecessore Vescovo di Ivrea Successore BishopCoA PioM.svg
Michele Vittorio Villa 1764-1768 Giuseppe Ottavio Pochettini
Predecessore Arcivescovo di Torino Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Giambattista Roero di Pralormo 1768-1778 Vittorio Maria Baldassare Gaetano Costa d'Arignano







Creative Commons License