Francesco Morlacchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Giuseppe Baldassarre Morlacchi

Francesco Giuseppe Baldassarre Morlacchi (Perugia, 14 giugno 1784Innsbruck, 28 ottobre 1841) è stato un compositore e operista italiano. Fu uno dei principali artefici della diffusione dell'opera italiana all'estero.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Morlacchi iniziò la sua attività di compositore sin dalla tenera età, dapprima nello studio dello zio Giovanni Mazzetti e successivamente presso Luigi Caruso. Mandato a Napoli a proseguire gli studi, fu allievo di Nicola Antonio Zingarelli presso il Conservatorio di Santa Maria di Loreto. Infine si trasferì a Bologna alla scuola di Stanislao Mattei dove conobbe Gioacchino Rossini. Le prime opere di Morlacchi, una farsa ed un'opera buffa, furono scritte nel 1807, ma la sua prima composizione rappresentata in teatro fu l'opera seria Corradino (Parma, 1808), andata in scena poi anche a Roma e Milano. Nel 1810 fu portato a Dresda dal contralto Marietta Marcolini e nel 1811 Morlacchi divenne Kapellmeister dell'Opera italiana a Dresda. In Germania si dette da fare per confermarsi agli occhi della critica, che vedeva nelle sue composizioni lo spirito dell'antico ordine sia dei compositori che dell'aristocrazia. Nel 1815 Morlacchi adattò Il barbiere di Siviglia dal libretto di Giuseppe Petrosellini, un anno prima che Rossini presentasse la sua celebre versione dal nuovo libretto di Cesare Sterbini.

Tra le venti e più opere prodotte da Morlacchi, grande successo riscosse Tebaldo e Isolina, rappresentata per la prima volta al Teatro La Fenice di Venezia nel 1822. L'interpretazione del ruolo principale da parte di Giovanni Battista Velluti contribuì alla diffusione dell'opera, che venne rappresentata nel decennio successivo in più di 40 città.

Morlacchi morì nel 1841: di lì a poco gli successe nel posto di Kapellmeister del Teatro di corte sassone il giovane Richard Wagner.

Al suo nome è intitolato il celebre teatro di Perugia.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Francesco Morlacchi e la musica del suo tempo (1784-1841), Atti del Convegno internazionale di studi, Perugia, 26-28 ottobre 1984, a cura di Biancamaria Brumana e Galliano Ciliberti, Firenze, Olschki 1986 - ISBN 88-222-3433-2

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 49488291 LCCN: n79119166 SBN: IT\ICCU\LO1V\073439

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica







Creative Commons License