Franco Peccenini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Franco Peccenini
Franco Peccenini.jpg
Franco Peccenini con la maglia della Roma
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Carriera
Giovanili
Roma Roma
Squadre di club1
1972-1980 Roma Roma 152 (0)
1980-1984 Catanzaro Catanzaro 49 (0)
1984-1985 Ternana Ternana  ? (?)
Nazionale
Italia Italia U-21
Italia Italia U-23
1 (0)
1 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Franco Peccenini (Palestrina, 16 agosto 1953) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Caratteristiche tecnichemodifica | modifica sorgente

Era un difensore molto veloce.[1]

Carrieramodifica | modifica sorgente

Figlio di un calciatore dilettante trasferitosi dal nord a Palestrina,[2] si formò nelle giovanili della Roma esordendo in Serie A in occasione dell'incontro contro il Varese durante la stagione 1971-1972 concluso sullo 0-0, in cui fu sostituito al 46' da Rosati.[1] Giocò otto stagioni nella Roma divenendo, assieme a Francesco Rocca, uno dei pilastri della difesa della squadra, pur non essendo costantemente presente in campo durante le stagioni.[3]

Nel 1980, dopo aver vinto una Coppa Italia (unico trofeo del suo palmarès), fu trasferito al Catanzaro, in cui disputò quattro stagioni tra la Serie A e la Serie B. Conta una presenza in Nazionale Under-21 e una in Under-23, quest'ultima nel 1975 in una partita contro la Nazionale yugoslava.

Dopo aver chiuso la propria carriera con una stagione nella Ternana, passò all'attività di dirigente sportivo,[4] allenatore e commentatore TV per le partite della Lega Nazionale Dilettanti.[3] Ha assunto la carica di direttore sportivo del Palermo negli anni in cui la squadra rinasceva dopo il fallimento ripartendo dalla Serie C2 (1987-1992), tornando in carica dal 1995 al 1998 all'epoca della presidenza di Giovanni Ferrara.[5][4]

A partire dal 2008 fa parte dello staff tecnico Comitato Regionale del Lazio.[3]

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

1979-1980

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b Profilo e statistiche su Marione.net
  2. ^ Giocatori celebri Uspalestrina1919.it
  3. ^ a b c Rappresentative: il CrLazio ha definito la griglia dei tecnici Ilcorrierelaziale.it
  4. ^ a b Giocatori, tecnici e presidenti quanti affari tra Palermo e Terni ricerca.repubblica.it
  5. ^ Profilo su Pianetarosanero.com

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License