Frank Miles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

George Francis (Frank) Miles (22 aprile 185215 luglio 1891) è stato un pittore inglese.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Pittore, specializzato nei pastelli, figlio del reverendo Robert Miles, rettore di Bingham (Nottinghamshire), un fervente cattolico con un'alta morale e nipote di Philip John Miles (17731845).

L'incontro con Oscar Wildemodifica | modifica sorgente

Frank Miles incontrò Oscar Wilde nel 1876 e tre anni dopo, nel 1879 trovarono insieme una casa a Londra, al numero 13 di Salisbury Street. L’abitazione era trasandata, vecchia e buia.[1] I due amici conobbero insieme Lillie Langtry, un'attrice in cerca di successo dell'epoca, ed entrambi si innamorarono di lei cercando di corteggiarla come potevano,(Oscar arrivò a farle una serenata) mentre Miles le dedicava alcuni dei suoi ritratti[2]

Langtry all'epoca era povera e chiese quale attività potesse intrampredenre ai due, Miles le propose di dedicarsi alla floricoltura, la sua idea venne però scartata.[3]

Nel frattempo si era sparsa la voce sui dubbi sessuali di Oscar Wilde, questo era mal visto nel mondo dei cattolici, soprattutto per quanto riguarda il padre di Frank, anche perché indirettamente i dubbi coinvolgevano anche suo figlio che conviveva con lui, a questo punto obbligo il figlio a non frequentare più Wilde.[4]

Wilde non credeva alle sue orecchie, mai poteva pensare che per colpa di altri la sua amicizia potesse finire, se ne andò affermando che mai più l'avrebbe rivisto, portandogli molta sfortuna: suo padre morì poco dopo, divenne malato e alla fine venne ricoverato in un manicomio dove morì quattro anni dopo esservi stato rinchiuso.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Claude Beddimgton, All that I have Met pag 34, London, 1929.
  2. ^ Gower, My Reminescens, Vol. II pag 153, London.
  3. ^ Heinrich Febelberman, The Memoirs of a Cosmopolitan, pag 125, London, 1932.
  4. ^ Frank Harris, His Life and Adventures pag 303, London, 1947.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 96306497








Creative Commons License