Gaetano de Martini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gaetano de Martini (Benevento, 28 maggio 1840Napoli, 9 giugno 1917) è stato un pittore italiano.

Donna con tamburo

Biografiamodifica | modifica sorgente

Gaetano de Martini seguì studi da ingegnere e non iniziò a dedicarsi alla pittura prima dei vent'anni, frequentando la Scuola di Posillipo del Gigante e del Vianelli a Benevento. Si trasferì a Napoli, specializzandosi nella pittura ad acquarello, frequentò poi, gli studi di De Vivo e Mancinelli per imparare la pittura di figura. Gli studi subirono una drammatica interruzione nel 1869 per la morte del fratello Raffaele. Ricominciò a dedicarsi alla pittura nel 1880 sotto l'influenza di Domenico Morelli, sempre a Napoli.

Elenco delle operemodifica | modifica sorgente

  • Un'ora d'ozio nelle terme (1874);
  • Lo schiavo e la padrona (1876);
  • Sogno (1877);
  • Guardiani dell'harem (1877);
  • Italiana a Yeddo (1877);
  • Linguaggio dei fiori (1877);
  • Trimalcione (1880);
  • Ritratto del fratello Raffaele (1880);
  • La gitana (1881);
  • Patrizi e schiavi romani (1881);
  • Ritratto della sorella Maria (1881);
  • Ballata (1882);
  • Come chiamar ti deggio? (1883);
  • Cuor di fanciulli (1883);
  • Ombra (1889);
  • Dopo il bagno (1889);
  • Mercato dei fiori a Pompei (1893);
  • Secondo ritratto della sorella Maria (1895);
  • Baiadera (1898);
  • L'autoritratto (1900)
  • Ritratto di Girolamo De Martini (1902);
  • Nel giardino (1911);
  • Testa di donna (1912);
  • Alla finestra (1912);
  • Odalische al bagno (s.d.);
  • Orientale con sciabola (s.d.);
  • Regina orientale e profeta (s.d.);
  • Un profeta al cospetto di una regina (s.d.);
  • Donna con tamburo (s.d.);


Bibliografiamodifica | modifica sorgente








Creative Commons License