Giancarlo Pagliarini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giancarlo Pagliarini
Giancarlo Pagliarini, 2006.JPG

Ministro del Bilancio e della Programmazione Economica
Durata mandato 10 maggio 1994 –
17 gennaio 1995
Presidente Silvio Berlusconi
Predecessore Luigi Spaventa
Successore Rainer Masera
on. Giancarlo Pagliarini
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Milano
Data nascita 23 aprile 1942 (1942-04-23) (72 anni)
Titolo di studio Laurea in Economia e Commercio
Professione Revisore dei conti
Partito Lega Nord (fino al 2007)
Legislatura XIII, XIV
Gruppo Lega Nord Padania
Circoscrizione III (Lombardia 1)
Collegio 20 - Paderno Dugnano
Pagina istituzionale
sen. Giancarlo Pagliarini
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Legislatura XI, XII
Gruppo Lega Nord Padania
Incarichi parlamentari
  • Presidente della Commissione Bilancio

Giancarlo Pagliarini (Milano, 23 aprile 1942) è un politico italiano. È stato militante leghista fino al 2007. In seguito al congresso del partito di Umberto Bossi tenutosi nel gennaio di quell'anno, ha deciso di lasciare il movimento a causa di dissidi interni. Nella primavera 2008 si è candidato come indipendente con "La Destra", dopo che i leader del partito (Santanchè e Storace) hanno sottoscritto una dichiarazione di intenti che include il federalismo fiscale nel loro programma.

È stato Ministro del Bilancio e della Programmazione Economica nel 1994 durante il primo Governo Berlusconi.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Diplomato in ragioneria, si è laureato in Economia e Commercio presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dopo una lunga esperienza in Arthur Andersen (dal 1967 al 1983), ha fondato nel 1987 una sua società di revisione, la Giancarlo Pagliarini & Soci.

Contemporaneamente, dal 1980 al 1986, ha insegnato revisione contabile all'Università di Parma. Ha fondato nel 1996 l'APRE, Associazione Professionisti della Revisione.

Nel 1992 (XI Legislatura) viene eletto Senatore e diventa presidente della Commissione Bilancio; per seguire gli impegni politici abbandona gli altri incarichi professionali.

Nel 1994 (XII Legislatura) durante il governo Berlusconi I diventa ministro del Bilancio e Programmazione Economica.

Nel 1996 (XIII Legislatura) è deputato e membro della "V Commissione Bilancio" ed è stato "primo ministro della Padania"

Nel 1997 diventa consigliere comunale a Milano.

Nel 2001 (XIV Legislatura) è deputato; nel giugno dello stesso anno viene nominato assessore al Demanio presso il Comune di Milano.

Nel giugno 2006 viene eletto consigliere comunale a Milano per la Lega Nord, ma nel gennaio 2007 passa al gruppo misto, lasciando il suo partito perché non lo riteneva più attivamente coinvolto nello sviluppo del federalismo. Nel giugno 2007 aderisce alla rete liberale promossa dal deputato radicale Daniele Capezzone. Il 18 gennaio 2008 accetta di essere candidato (ma non di aderirvi) alle elezioni politiche per La Destra, il partito fondato da Francesco Storace, pur sostenendo di essere "rimasto leghista nell'anima e nella mente"[1].

Nel marzo 2011 è stato candidato come sindaco di Milano per la Lega Padana Lombardia[2][3] e ha raccolto al primo turno lo 0,7% dei voti.

Dal 22 maggio 2011 è segretario dell'Unione Federalista.

In occasione delle elezioni politiche italiane del 2013 ha aderito al movimento Fare per Fermare il Declino guidato da Oscar Giannino[4], pur senza candidarsi.

Operemodifica | modifica sorgente

  • Il bilancio per gli anni '80, Ed. Franco Angeli
  • Guida pratica al nuovo bilancio - primi commenti al decreto legislativo 9 aprile 1991, 1991, ed. Gruppo Iniziative Editoriali

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Giancarlo Pagliarini - www.giancarlopagliarini.it
  2. ^ Lega Padania Lombardia, il candidato è Giancarlo Pagliarini
  3. ^ Sito di Lega Padania Lombardia
  4. ^ Audio della Convention di "Fare per Fermare il declino" del 9 febbraio 2013
Predecessore Ministro del Bilancio e della Programmazione Economica Successore Emblem of Italy.svg
Luigi Spaventa 10 maggio 1994 - 17 gennaio 1995
(governo Berlusconi I)
Rainer Masera
Predecessore Capogruppo della Lega Nord alla Camera dei Deputati Successore Sun of the Alps.svg
Domenico Comino 22 dicembre 1999-11 giugno 2001 Alessandro Cè

Controllo di autorità VIAF: 12507988








Creative Commons License