Gianfranco Bellotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gianfranco Bellotto
Gianfranco Bellotto.jpg
Gianfranco Bellotto con la maglia della Sampdoria (1984).
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 173 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1986 - giocatore
Carriera
Giovanili
Bianco e Rosso.svg Campetra
Giorgione Giorgione
Squadre di club1
1968-1970 Giorgione Giorgione 57 (3)
1970-1972 Solbiatese Solbiatese 41 (6)
1972-1973 Reggina Reggina 31 (1)
1973-1974 Brescia Brescia 31 (2)
1974-1977 Modena Modena 108 (10)
1977-1981 Ascoli Ascoli 123 (16)
1981-1984 Sampdoria Sampdoria 72 (1)
1984-1986 Mestre Mestre 31 (1)
Carriera da allenatore
1987-1989 Pisa Pisa Vice
1989-1990 Mestre Mestre Giovanili
1990-1992 Giorgione Giorgione
1992-1993 Pistoiese Pistoiese
1993-1994 Mantova Mantova
1994-1995 Fidelis Andria Fidelis Andria
1995-1997 Venezia Venezia
1997-2000 Treviso Treviso
2000-2001 Cagliari Cagliari
2001-2002 Sampdoria Sampdoria
2002-2003 Venezia Venezia
2003-2004 Modena Modena
2005 Vicenza Vicenza
2007 Salernitana Salernitana
2008 Novara Novara
2013 Ragusa Ragusa
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 settembre 2013

Gianfranco Bellotto (Camposampiero, 2 luglio 1949) è un allenatore di calcio, ex calciatore e politico italiano, di ruolo centrocampista, attuale assesore allo sport nel comune di Camposampiero in Provincia di Padova.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Come giocatore è stato un centrocampista: ha disputato due anni nel Giorgione in Serie D, due alla Solbiatese in Serie C, un campionato con la Reggina in Serie B, uno con il Brescia sempre tra i cadetti e tre con il Modena (uno in Serie C e due in Serie B), quattro con l’Ascoli (uno in Serie B e tre in Serie A), prima con Giovan Battista Fabbri, con il quale arrivò quarto in campionato, e poi con Carlo Mazzone.

Nel 1981 si è trasferito alla Sampdoria dove ha giocato tre campionati (uno in Serie B e due in Serie A), prima di terminare la carriera in Serie D.

Ha esordito in Serie A il 1º ottobre 1978 in Napoli-Ascoli (2-1). In massima serie ha collezionato da calciatore complessivamente 126 presenze e 11 reti. Tra i cadetti 203 presenze e 17 reti.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Come tecnico è stato il secondo del Pisa, poi ha guidato le giovanili della Mestre e in Interregionale è stato l’allenatore del Giorgione. In Serie C2 ha guidato la Pistoiese e in Serie C1 il Mantova.

La sua prima in Serie B da tecnico l’ha trovata ad Andria con la Fidelis Andria, quindi due anni a Venezia e tre a Treviso.

Ha guidato in Serie B anche il Cagliari la Sampdoria e la Salernitana. L'unica sua esperienza finora in Serie A da allenatore è stata nella stagione 2003-2004, quando subentra ad Alberto Malesani alla guida del Modena, non riuscendo ad evitare la retrocessione degli emiliani.

Nel gennaio 2007 subentra a Raffaele Novelli alla guida della Salernitana[1] e nel 2008 assume a campionato in corso la guida del Novara,[2] formazione di Serie C1 con cui conclude la stagione a centro classifica. Successivamente non viene confermato dalla formazione piemontese per la stagione successiva.

Il 29 agosto 2013 torna in panchina accettando l'offerta del Ragusa, squadra siciliana militante in Serie D subentrando ad Antonio Germano esonerato dopo la gara di Coppa Italia Serie D con l'Akragas. La sua avventura dura giusto un mese, infatti il 29 settembre al termine della gara casalinga persa contro il Città di Messina rassegna le dimissioni a causa di dissidi con la dirigenza.

Politicamodifica | modifica sorgente

È stato anche Consigliere Comunale del comune di Camposampiero in Provincia di Padova dal 13 giugno 2004 al 6 giugno 2009.[3] Attualmetnte è assesore allo sport sempre nel comune di Camposampiero in Provincia di Padova.[4]

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Salernitana: debutta Bellotto ma il big-match è ad Avellino in la Repubblica ed. Napoli, 20 gennaio 2007, p. 19. URL consultato il 30 marzo 2012.
  2. ^ Novara Calcio: ecco Bellotto, AzzurraTV. URL consultato il 30 gennaio 2012.
  3. ^ Camposampiero - I tuoi rappresentanti camposampiero.corriere.it
  4. ^ Camposampiero - Organi di indirizzo politico-amministrativo comune.camposampiero.pd.it

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License