Gidiuli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gidiuli
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop
Periodo di attività 1965 – 1973
Etichetta Jolly, Roch Records

Giuseppe Gidiuli, in arte Gidiuli (Trepuzzi, 1 agosto 1944Modena, 17 ottobre 2009), è stato un cantante italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Trasferitosi in Emilia-Romagna, debutta nel gruppo beat modenese i Condors, con il nome d'arte Pino di Lecce, per poi iniziare la carriera solista.

Dopo le prime esibizioni nei concorsi canori della sua regione, partecipa al con il suo nome completo al Festival di castrocaro 1965, con le canzoni La casa del sole e Da quando sei andata via, arrivando alla fase finale.

Viene così notato da Walter Guertler che gli propone un contratto discografico con la Jolly e lo fa debuttare con il primo disco; nel 1966 partecipa al Festivalbar con Grazie.

Nel 1967 partecipa al Festival di Sanremo, scelto da Domenico Modugno per presentare insieme a lui la canzone Sopra i tetti azzurri del mio pazzo amore.

Nello stesso anno partecipa anche a Un disco per l'estate 1967 con Tanto; è inoltre ospite in alcune trasmissioni televisive, come Settevoci, e si esibisce dal vivo in tutta Italia con il suo gruppo, Gidiuli & The Douglas Group (in cui, tra i musicisti, vi è il futuro disc jockey Gianni Riso).

Dopo altre incisioni, abbandona l'attività musicale.

Trascorre la sua vita a Vignola, nel Modenese, e muore al Policlinico di Modena il 19 ottobre 2009[1].

Discografia parzialemodifica | modifica sorgente

45 girimodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ E’ morto Gidiuli, cantò a Sanremo - la Gazzetta di Modena dal 2003.it » Ricerca

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, ed. Curcio, 1990; alla voce Gidiuli, di Enzo Giannelli, pag. 775
  • Eddy Anselmi, Festival di Sanremo. Almanacco illustrato della canzone italiana, edizioni Panini, Modena, alla voce Gidiuli, pag. 727
  • Enzo Giannelli, Gidiuli, in Gli urlatori, tutti i figli italiani di Elvis, Roma, Armando Curcio Editore, 2012, pag. 117







Creative Commons License