Giorgio Di Vicino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giorgio Di Vicino
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Aversa Normanna Aversa Normanna
Carriera
Giovanili
1997-1999 Napoli Napoli
Squadre di club1
1999-2000 SPAL SPAL 29 (3)
2000-2001 Napoli Napoli 6 (0)
2001 Crotone Crotone 11 (1)
2001-2002 Salernitana Salernitana 28 (3)
2002-2003 Lecce Lecce 21 (1)
2003-2004 Salernitana Salernitana 40 (8)
2004-2005 Ternana Ternana 12 (1)
2005 Piacenza Piacenza 9 (1)
2005-2006 Salernitana Salernitana 29 (6)
2006-2007 Bari Bari 15 (1)
2007-2008 Ternana Ternana 12 (0)
2008 Spezia Spezia 13 (1)
2008-2009 Pescara Pescara 15 (1)
2009-2010 Cisco Roma Cisco Roma 11 (0)
2010-2012 Sambenedettese Sambenedettese 46 (17)
2012-2013 Campobasso Campobasso 20 (5)
2013- Aversa Normanna Aversa Normanna 24 (4)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 marzo 2014

Giorgio Di Vicino (Napoli, 16 luglio 1980) è un calciatore italiano, centrocampista dell'Aversa Normanna.

Caratteristiche tecnichemodifica | modifica sorgente

Centrocampista mancino di attitudini offensive[1], è stato impiegato in gioventù come esterno di centrocampo o d'attacco[2], mentre nel prosieguo di carriera ha trovato spazio anche come mezzapunta[3]. È abile nei calci piazzati[4].

Carrieramodifica | modifica sorgente

Nato nel quartiere napoletano di Pianura, fa tutta la trafila delle giovanili nelle file del Napoli, che lo presta per una stagione alla SPAL. Rientrato nel capoluogo partenopeo, viene incluso da Zdenek Zeman nella rosa per il campionato 2000-2001, mettendosi in luce nel precampionato per un gol in un'amichevole estiva contro il Real Madrid ad Alicante[5]. Nella prima parte di campionato scende in campo in 6 occasioni; tuttavia, dopo l'esonerato del tecnico boemo e l'arrivo di Emiliano Mondonico, lo spazio si riduce e in gennaio si trasferisce in prestito al Crotone, in Serie B[2].

Nel 2001 passa alla Salernitana, allenata da Zeman, con cui trova continuità di impiego nel campionato di Serie B. Dopo una stagione in prestito al Lecce[6], con cui conquista la promozione in Serie A[4], torna in Campania disputando la propria miglior stagione con 8 reti realizzate in 40 partite, sotto la guida di Stefano Pioli[4].

Al termine della stagione viene acquistato dalla Ternana, con cui firma un contratto quadriennale[7]. In Umbria non riesce a ripetere le prestazioni offerte con la Salernitana[4], e in gennaio viene ceduto in prestito al Piacenza[3], dove è scarsamente impiegato[1]. Rientrato a Terni, viene ceduto nuovamente in prestito tornando alla Salernitana, in Serie C1 (dove ritrova il posto da titolare e mette a segno 6 reti)[4], e al Bari, di nuovo in Serie B[4].

Inizia la stagione 2007-2008 alla Ternana, nel frattempo retrocessa in Serie C1, per passare a gennaio allo Spezia, in Serie B: con la formazione ligure non evita la retrocessione nella terza serie[8]. Il 1º settembre 2008 il centrocampista partenopeo approda nella compagine del Pescara, in Lega Pro Prima Divisione[9]; dopo una sola stagione si svincola e l'11 dicembre 2009 accetta di scendere di categoria (in Lega Pro Seconda Divisione) vestendo la maglia della Cisco Roma[10], club con il quale ottiene la promozione in Prima Divisione vincendo i play off, contro Brindisi e Catanzaro.

Dopo essere rimasto svincolato, il 14 settembre 2010 si accorda con la Sambenedettese[11], militante in Serie D. Il 9 agosto 2012 si svincola dalla Sambenedettese dopo 2 anni in maglia rossoblu[12].

Il 22 novembre 2012 viene ingaggiato dal Campobasso, che milita nel girone B di Lega Pro Seconda Divisione[13], con cui ottiene la salvezza. Dopo l'esclusione dei molisani dal campionato, nell'agosto 2013 firma per l'Aversa Normanna[14].

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b Meteore e bidoni Storiapiacenza1919.it
  2. ^ a b Di Vicino: un onore giocare col Crotone Ilcrotonese.it
  3. ^ a b Rosa 2004-2005 Storiapiacenza1919.it
  4. ^ a b c d e f Il Bari consola Maran con Di Vicino, La Repubblica, 1º settembre 2006, pag.16 - sez.Bari
  5. ^ Napoli, che sorpresa cede solo ai rigori col Real, La Repubblica, 22 agosto 2000, pag.48
  6. ^ Verona: ecco Yllana e Salgado. Eddy Baggio va alla Salernitana , La Gazzetta dello Sport, 14 settembre 2002
  7. ^ Colpo Catania: Miceli, La Gazzetta dello Sport, 10 luglio 2004
  8. ^ Giorgio Di Vicino: «a Pescara per fare qualcosa di importante» Primadanoi.it
  9. ^ Chiusura campagna trasferimenti Pescaracalcio.com
  10. ^ Oggi due anticipi. Cisco: Di Vicino, La Gazzetta dello Sport, 12 dicembre 2009
  11. ^ La Samb punta in alto: presentato Giorgio Di Vicino Rivieraoggi.it
  12. ^ Di Vicino saluta la Samb Sambenedettesecalcio.it
  13. ^ Campobasso, Di Vicino: "Ho voglia di ricominciare con questi colori" Tuttomercatoweb.com
  14. ^ L’Aversa Normanna ingaggia il difensore Dario Balzano e Giorgio di Vicino Corrierediaversaegiugliano.it

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License