Giovanni Antonio Volpi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Antonio Volpi, o Giannantonio Volpi (Padova, 1686Padova, 1766), è stato un critico letterario, editore e poeta italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Fu professore all'università di Padova dal 1727, dapprima di filosofia e successivamente, dal 1736 al 1760, di lettere greche e latine. Nel 1717, assieme al fratello Gaetano, diresse una casa editrice affidata allo stampatore Giuseppe Comino, che produsse opere apprezzate per l'eleganza della stampa e per la correttezza dei testi[1]..

Operemodifica | modifica sorgente

  • Carminun libri tres (1725; II edizione 1742)
  • De utilitate poetices (1743)
  • De satyrae latinae natura et ratione (1744)
  • Polinnia (stanze, 1751)

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Giuseppe Maria Mira, Manuale teorico-pratico di bibliografia. Volume II. Palermo : Stamperia Piola e Tamburelli, 1862, pp. 381-384 (on-line)

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente








Creative Commons License