Giovanni Filippo di Sassonia-Altenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ducato di Sassonia-Altenburg
Wettin
Wappen Deutsches Reich - Herzogtum Sachsen-Altenburg (Grosses).png

Giovanni Filippo
Federico Guglielmo II
Federico Guglielmo III
Ernesto I
Modifica
Giovanni Filippo di Sassonia-Altenburg

Giovanni Filippo di Sassonia-Altenburg (Torgau, 25 gennaio 1597Altenburg, 1 aprile 1639) era il quarto figlio, ma il più vecchio tra i sopravvissuti, del Duca Federico Guglielmo I di Sassonia-Weimar (1562 – 1602) e di Anna Maria del Palatinato-Neuburg (1575 – 1643), sua seconda moglie e fu duca di Sassonia-Altenburg.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Infanziamodifica | modifica sorgente

Quando morì il padre (1602), Giovanni Filippo e i suoi fratelli più giovani Federico, Giovanni Guglielmo e Federico Guglielmo erano minorenni. Per questo motivo il loro zio, Giovanni (più interessato alle scienze naturali e all'arte che alla politici) si fece carico della loro tutela e della regenza della loro eredità; ma poco dopo prese tutto il ducato di Sassonia-Weimar nelle sue mani.

L'anno successivo 1603), il giovane principe di Sassonia-Weimar richiese la propria eredità, ma lo zio Giovanni la rifiutò. Infine le due parti fecero un trattato per dividere le terre della famiglia: Giovanni Filippo e i suoi fratelli ebbero Altenburg e alcune città, e Giovanni mantenne Weimar e Jena.

Dato che erano ancora minorenni la reggenza del ducato fu presa dall'elettore Cristiano II di Sassonia (1603-1611) e in seguito dal fratello e successore come elettore Giovanni Giorgio I di Sassonia (1611-1618).

Maturitàmodifica | modifica sorgente

Nel 1618, Giovanni Filippo, come figlio maggiore, fu dichiarato meggiorenne e assunse il governo del ducato di Sassonia-Altenburg. Ebbe anche la tutela dei suoi fratelli più giovani. I quattro fratelli furono co-reggenti del ducato, ma due di loro morirono poco dopo l'infanzia: Federico, che fu ucciso in azione nel 1625, e Giovanni Guglielmo morì a Brieg nel 1632.

Giovanni Filippo e il fratello sopravvissuto, Federico Guglielmo, continuarono a governare assieme ma nei fatti Giovanni Filippo assunse il controllo del governo fino alla sua morte.

In 1613, Giovanni Filippo fu eletto rettore dell'Università di Lipsia. Fu anche un membro attivo della Società dei Carpofori.

Nel 1638 ricevette le città di Coburgo, Rodach, Römhild, Hildburghausen e Neustadt, in accordo al trattato di divisione tra lui e il ramo di Sassonia-Weimar dopo la morte senza eredi diretti del duca Giovanni Ernesto di Sassonia-Eisenach.

Prima di morire lasciò una volontà che dichiarava sua figlia erede generale del ramo Sassonia-Altenburg solo nel caso di estinzione della linea maschile della famiglia. Questa volontà in seguito originò in seguito una disputa tra i rami Sassonia-Gotha e Sassonia-Weimar.

A Giovanni Filippo successe il fratello minore Federico Guglielmo II.

Matrimoni e figlimodifica | modifica sorgente

Il 25 ottobre 1618 Giovanni Filippo sposò a Altenburg Elisabeth di Brünswick-Wolfenbüttel (vedova e cognata dei suoi ex-tutori gli elettori di Sassonia Cristiano II e Giovanni Giorgio I). Ebbero solo una figlia:

  1. Elisabetta Sofia (Halle, 10 ottobre 1619 - Gotha, 20 dicembre 1680), che sposò il 24 ottobre 1636 con Ernesto I di Sassonia-Gotha-Altenburg.
Predecessore Duca di Sassonia-Altenburg Successore
Giovanni 1603-1639 Federico Guglielmo II

Altri progettimodifica | modifica sorgente

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License