Giovanni Marro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Marro (Limone Piemonte, 29 maggio 1875Torino, 20 luglio 1952) è stato un antropologo italiano.

Cenni biograficimodifica | modifica sorgente

Laureatosi in medicina e specializzatosi in psichiatria, iniziò a lavorare nell'ospedale psichiatrico di Collegno, per poi divenirne direttore generale.

Attività scientificamodifica | modifica sorgente

Si impegnò ad arricchire le collezioni del Museo etnografico di Torino con centinaia di scheletri di antichi egizi provenienti dagli scavi delle missioni archeologiche cui lui stesso partecipò: nel 1911 su invito del professore Ernesto Schiaparelli e dal 1930 al 1935 in propria autonomia.

Redasse vari lavori di paletnologia sui graffiti preistorici della Valcamonica e sullo studio anatomico degli egizi.

Controversiemodifica | modifica sorgente

Negli anni del regime fascista prese posizioni alquanto controverse sulla "questione della razza".

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License