Giovanni Tedesco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Tedesco
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Floriana Floriana
Ritirato 16 maggio 2010 - giocatore
Carriera
Giovanili
Reggina Reggina
Squadre di club1
1989-1993 Reggina Reggina 74 (6)
1993-1995 Fiorentina Fiorentina 47 (2)
1995-1997 Foggia Foggia 63 (5)
1997-1998 Salernitana Salernitana 40 (3)
1998-2004 Perugia Perugia 154 (24)
2004-2006 Genoa Genoa 77 (9)
2006-2010 Palermo Palermo 78 (9)
Carriera da allenatore
2011-2012 Palermo Palermo Allievi
2012 Foligno Foligno
2014- Floriana Floriana
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 aprile 2014

Giovanni Tedesco (Palermo, 13 maggio 1972) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, tecnico del Floriana.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Giovanni è il fratello maggiore di Giacomo. Il rapporto tra i due non è molto positivo.

All'inizio della stagione 2006-2007 ha dichiarato riguardo a Giorgio Corona (calciatore nato a Palermo e sotto contratto con il Catania):

« Non capisco come fa, da palermitano, a indossare quella maglia.[1] »

La frase, ovviamente ironica, faceva riferimento alla nota rivalità tra le due squadre. Ma, ironia della sorte, il fratello Giacomo giocava, prima del trasferimento al Bologna, come centrocampista proprio nel Catania, dove si era trasferito nel giugno 2007 a parametro zero dalla Reggina. Questo episodio è uno degli esempi che giustificano il motivo per il quale il rapporto tra i due fratelli non sia dei migliori.[2][3]

Giovanni ha anche un altro fratello, Salvatore, nato il 14 settembre 1970, che attualmente è giocatore-allenatore del Città di Capaci[4] e che però non ha raggiunto il livello degli altri due,[5][6] ed una sorella, anche lei calciatrice.[7]

Dal 2009 fa parte dell'azienda Pikà insieme all'ex compagno di squadra Fabrizio Miccoli.[8]

Il 2 settembre 2010 è stato insignito della Benemerenza Civica anno 2010 dalla Provincia Regionale di Palermo. Si tratta di un riconoscimento assegnato a comuni cittadini che hanno conseguito ottimi risultati durante la loro vita.[9]

Caratteristiche tecnichemodifica | modifica sorgente

Centrocampista dalle buone doti realizzative, nonostante sia alto solo 1,70 m era molto abile nei colpi di testa.[10]

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Muove i suoi primi passi nel calcio professionistico fra le file della Reggina in Serie B e poi per due stagioni in Serie C1.

Passa nel 1993 alla Fiorentina dove disputa un buon campionato fra i cadetti prima dell'esordio in massima divisione nel campionato 1994-1995. Dopo altre tre stagioni in Serie B con Foggia e Salernitana, nell'ottobre 1998 si trasferisce al Perugia.

Con gli umbri disputa sei stagioni guadagnandosi dapprima la fascia di capitano[11] e in seguito, nel 2003, aiuta la squadra biancorossa a conquistare la Coppa Intertoto segnando anche un gol nella finale contro il Wolfsburg.

Lasciata la società nel gennaio 2004, passa al Genoa, ma non si integra immediatamente nei piani della squadra rossoblù. Le cose cambiano quando al posto di Luigi De Canio viene scelto come allenatore Serse Cosmi, suo maestro a Perugia.[12]

Resta sempre in difesa, anche se riesce a segnare 8 gol, cosa che non gli riusciva dall'annata 2000-2001 nel Perugia, in Serie A. Nell'estate 2005 decide di rimanere a Genova nonostante la squadra venga retrocessa in Serie C1, dopo l'annullamento della promozione in Serie A.

Palermomodifica | modifica sorgente

Il 31 gennaio 2006 lascia il Genoa, del quale è stato capitano,[13] per trasferirsi al Palermo, squadra della sua città. In quello stesso campionato colleziona 14 presenza coronate da 3 marcature. Alla sua prima apparizione al Barbera (Palermo-Lazio 3-1) sigla la rete del momentaneo 2-0. Segnerà anche contro l'Udinese e contro il Livorno. Va in rete anche nei sedicesimi di finale di Coppa UEFA in Repubblica Ceca contro lo Slavia Praga.

Nella stagione 2006-2007 colleziona in campionato 26 presenze con 3 reti, messe a segno nel derby contro il Catania, nella partita contro l'Ascoli e nella partita contro la Roma. Colleziona anche 2 presenza in Coppa Italia e 3 in Coppa UEFA con un gol siglato nel girone eliminatorio contro il Celta Vigo.

Nella stagione 2007-2008 segna 2 gol in campionato contro il Napoli (gara terminata 2-1 per il Palermo) in 16 partite complessive, in una stagione dove trova poco spazio; ancor di meno ne trova nella stagione successiva, dove colleziona 17 presenze ma quasi mai da titolare in un'annata caratterizzata da infortuni. In scadenza di contratto, il 10 aprile 2008 rinnova lo stesso fino al 30 giugno 2009.[14] In quest'annata ha segnato una sola rete in Palermo-Cagliari (5-1). A fine stagione, il 30 maggio 2009, ha rinnovato il contratto in scadenza ancora per un altro anno,[15] perfezionato subito dopo fino al 2011.[16][17]

Tenuto in considerazione dal nuovo allenatore Walter Zenga all'inizio della stagione 2009-2010, che lo ha sempre schierato a partita in corso nelle prime tre partite delle stagione, nell'allenamento di rifinitura del 12 settembre si è infortunato rimediando la frattura del malleolo peroneale.[18] È tornato in campo a quasi sette mesi di distanza, subentrando Nicolás Bertolo all'81' della trasferta contro il Genoa (2-2) valida per la 30ª giornata di campionato.[19]

Scende in campo anche nell'ultima partita di campionato, il 16 maggio 2010 in trasferta contro l'Atalanta, procurandosi il calcio di rigore nel tentativo di eseguire una rovesciata poi trasformato da Edinson Cavani che sancisce a tempo quasi scaduto la vittoria per 2-1 dei rosanero. Chiude quindi la stagione con 4 presenze in campionato ed una in Coppa Italia 2009-2010, il bottino meno corposo da quando veste la maglia rosanero, penalizzato anche della gerarchia del subentrante allenatore Delio Rossi.

Pochi giorni dopo la fine del campionato annuncia il ritiro dall'attività agonistica.[20] In carriera ha totalizzato complessivamente 258 presenze e 34 reti in Serie A e 205 presenze e 18 reti in Serie B.

Dirigente e allenatoremodifica | modifica sorgente

La carriera dirigenziale - come da lui aspicato[21] - gli viene proposta dal presidente Maurizio Zamparini già nel 2009[22] ed il 6 luglio 2010 è stata ufficializzata la sua nomina a Team Manager del Palermo.[23] L'alternativa sarebbe stata quella di lavorare con il settore giovanile.[17][24]

Il suo primo incarico, svolto il 9 luglio 2010, è stato quello di presentare alla stampa i nuovi acquisti del Palermo Nicola Rigoni e Pajtim Kasami.[25]

Il 18 aprile 2011 ha conseguito l'abilitazione per la qualifica di allenatore del settore giovanile con il massimo dei voti.[26] Il suo primo incarico su una panchina è stata l'esperienza con gli Allievi del Palermo a partire dal settembre del 2011, a seguito della "promozione" di Antonio Capodicasa a tecnico della Primavera che a sua volta ha sostituito Devis Mangia approdato in prima squadra dopo l'esonero di Stefano Pioli.[27]

Il 26 giugno viene ufficializzato il suo addio al Palermo,[28] mentre nella giornata successiva diventa l'allenatore del Foligno, in Lega Pro Seconda Divisione, col suo staff formato da Mirko Barbetta come vice, Stefano Raponi come preparatore dei portieri e il professor Antonio Romagnolo come preparatore atletico, con cui ha già lavorato nell'annata trascorsa agli Allievi Regionali del Palermo.[29][30] Il 24 settembre seguente, all'indomani della sconfitta interna con il Pontedera (la quarta in sei partite ufficiali), lascia la squadra dopo il raggiungimento di un accordo consensuale con la società.[31]

Dopo un periodo come commentatore di Umbria Tv per le telecronache delle partite del Perugia,[32] nel mese di marzo 2013 diventa collaboratore del dirigente Giorgio Perinetti a seguito del ritorno di quest'ultimo nei ranghi societari del Palermo durante la stagione 2012-2013.[33][34]

Nel 2013 si è laureato Campione d'Italia UISP con il Gruppo Sportivo Sassonia.[35]

L'8 aprile 2014 viene assunto come allenatore del Floriana, formazione della Premier League maltese.[36]

Statistichemodifica | modifica sorgente

Presenze e reti nei clubmodifica | modifica sorgente

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1990-1991 Italia Reggina B 24 2 CI 1 0 - - - - 25 2
1991-1992 C1 22 2 CI 1 0 - - - - 23 2
1992-1993 C1 28 2 - - - - - - 28 2
Totale Reggina 74 6 2 0 - - - - 76 6
1993-1994 Italia Fiorentina B 26 1 CI 2 0 - - - - 28 1
1994-1995 A 21 1 CI 3 0 - - - - 24 1
Totale Fiorentina 47 2 5 0 - - - - 52 2
1995-1996 Italia Foggia B 35 2 CI 1 0 - - - - 36 2
1996-1997 B 28 3 CI 0 0 - - - - 28 3
Totale Foggia 63 5 1 0 - - - - 64 5
1997-1998 Italia Salernitana B 35 3 CI 2 0 - - - - 37 3
giu.-ott. 1998 A 5 0 CI 2 0 - - - - 7 0
Totale Salernitana 40 3 4 0 - - - - 44 3
ott. 1998-1999 Italia Perugia A 23 4 CI 0 0 - - - - 23 4
1999-2000 A 26 0 CI 2 0 - - - - 28 0
2000-2001 A 30 8 CI 2 0 - - - - 32 8
2001-2002 A 31 7 CI 2 0 - - - - 33 7
2002-2003 A 27 3 CI 4 0 - - - - 41 3
2003-gen. 2004 A 17 2 CI 1 0 I+CU 4 0 - - 22 2
Totale Perugia 154 24 11 0 4 0 - - 169 24
gen.-giu. 2004 Italia Genoa B 19 0 CI 0 0 - - - - 19 0
2004-2005 B 38 7 CI 2 0 - - - - 40 7
2005-gen. 2006 C1 20 2 CI-CIC 0 0 - - - - 20 2
Totale Genoa 77 9 2 0 - - - - 79 9
gen.-giu. 2006 Italia Palermo A 14 3 CI 4 1 CU 1 0 - - 19 4
2006-2007 A 26 3 CI 2 0 CU 3 1 - - 31 4
2007-2008 A 17 2 CI 2 0 CU 2 0 - - 21 2
2008-2009 A 17 1 CI 0 0 - - - - 17 1
2009-2010 A 4 0 CI 1 0 - - - - 5 0
Totale Palermo 78 9 9 1 6 1 93 11
Totale carriera 533 58 23 0 10 1 566 59

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente

Fiorentina: 1993-1994
Salernitana: 1997-1998

Competizioni internazionalimodifica | modifica sorgente

Perugia: 2003

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Il terzo Tedesco: tirata d'orecchie ai fratelli Tuttosport.com
  2. ^ Tedesco, fratelli coltelli: Giacomo attacca Giovanni Tuttosport.com
  3. ^ Palermo - Catania: affare di famiglia...Tedesco Mediagol.it
  4. ^ Calcio: il Città di Capaci è in Promozione Sportdelgolfo.com
  5. ^ Totò Tedesco racconta i fratelli: "Tifo per Giovanni e Giacomo" espresso.repubblica.it
  6. ^ Statistiche di Salvatore Tedesco su Calciatori.com
  7. ^ Giovanni Tedesco, l'emozione di un rigore Mediagol.it
  8. ^ Curiosità: Miccoli e Tedesco entrano nella moda Mediagol.it
  9. ^ Benemerenza Civica a Giovanni Tedesco Ilpalermocalcio.it
  10. ^ Tedesco, orgoglio del Palermo festa con i giovani calciatori ricerca.repubblica.it
  11. ^ Tedesco, lampo allo scadere. Il Perugia può sorridere. Repubblica.it
  12. ^ C'è il Grifone nel mio destino Gazzetta.it
  13. ^ Calendario del capitano Tedesco per la sclerosi tuberosa Sclerosi.org
  14. ^ Prolungato il contratto di Tedesco Ilpalermocalcio.it
  15. ^ Giovanni Tedesco ancora un anno in rosanero Ilpalermocalcio.it
  16. ^ Giovanni Tedesco al Palermo per altri due anni Ilpalermocalcio.it
  17. ^ a b Tedesco: "Rinnovo? Grazie Palermo" Ilpalermocalcio.it
  18. ^ Frattura del malleolo per Tedesco Ilpalermocalcio.it
  19. ^ Genoa-Palermo 2-2 Ilpalermocalcio.it
  20. ^ Palermo, l'addio di Giovanni Tedesco Tuttopalermo.net
  21. ^ Tedesco: "Corono un sogno, sono felice" Stadionews24.com
  22. ^ Sabatini: "Tedesco futuro in società" Ilpalermocalcio.it
  23. ^ Giovanni Tedesco Team Manager del Palermo Ilpalermocalcio.it
  24. ^ Il sogno di Giovanni Tedesco: "Non mollare questa maglia" espresso.repubblica.it
  25. ^ Presentati anche Rigoni e Kasami Ilpalermocalcio.it
  26. ^ "Mister" Giovanni Tedesco Ilpalermocalcio.it
  27. ^ Allievi Palermo, Tedesco nuovo tecnico Tuttopalermo.net
  28. ^ Tedesco saluta il Palermo Palermocalcio.it
  29. ^ E' ufficiale: Tedesco sarà il nuovo mister. Il vice è Mirko Barbetta, Scaia sarà sostituito da Antonio Romagnolo mentre rimane Raponi come preparatore dei portieri Folignocalcio.it
  30. ^ Ufficiale: Foligno, ex rosanero Tedesco è il nuovo tecnico Tuttomercatoweb.com
  31. ^ Cessazione del rapporto con Giovanni Tedesco Folignocalcio.com
  32. ^ Ex rosanero, Tedesco inizia una nuova avventura: questa volta in tv Tuttopalermo.net
  33. ^ Perinetti chiama Giovanni Tedesco ricerca.gelocal.it
  34. ^ Palermo: i tifosi beccano Micciché e Perinetti Mediagol.it
  35. ^ Finali nazionali, grande festa per tutti
  36. ^ (EN) Giovanni Tedesco appointed as new coach Florianafc.com

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License