Giraffatitan brancai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Giraffatitan
Stato di conservazione: Fossile
Giraffatitan DB.jpg

Brachiosaurus scale.png

Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Sauropodomorpha
Infraordine Sauropoda
Famiglia Brachiosauridae
Sottogenere Giraffatitan
Specie G. brancai

Giraffatitan è un genere di sauropodi brachiosauridi descritto da Gregory S. Paul nel 1988 come sottogenere di Brachiosaurus. In realtà, l'animale era già noto dagli inizi del XX secolo con il nome di Brachiosaurus brancai, un esemplare del quale è montato nel Museo di Storia Naturale di Berlino.

Genere o sottogenere?modifica | modifica sorgente

Foto del 1909: fossile di Giraffatitan venuto alla luce nell'Africa Orientale Tedesca presso Lindi.

Giraffatitan è vissuto in Tanzania nel Giurassico superiore, e raggiungeva una lunghezza di 23 metri e un'altezza di 12, per un peso totale di circa 50 tonnellate. Altre ossa suggeriscono che possano essere esistiti esemplari ben più grandi con stime di oltre 30 metri di lunghezza, più di 15 di altezza e 100 tonnellate di peso, misure simili a quelle di Sauroposeidon.

Fossile del Cranio di Giraffatitan brancai

Come tutti i brachiosauridi, aveva un collo lunghissimo e un aspetto vagamente pendente dato dal fatto che le zampe anteriori erano più lunghe di quelle posteriori. Alcuni paleontologi ritengono che Giraffatitan sia, a tutti gli effetti, un sottogenere del più famoso brachiosauro. La famosa ricostruzione del brachiosauro con la testa dotata di un elmo in realtà si basa su un teschio appartenente a Giraffatitan.








Creative Commons License