Giunta di Castello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Istituzioni di San Marino.

San Marino

Questa voce è parte della serie:
Politica di San Marino







Altri stati · Atlante

Le giunte di castello sono gli organi che reggono i castelli di San Marino. Svolgono le funzioni delle giunte e dei consigli comunali in Italia.

Le giunte sono state istituite nel con la legge 17 novembre 1945, n. 66 come "giunte ausiliarie"; con la legge 25 ottobre 1973, n. 36 hanno ricevuto l'attuale denominazione e dalla legge 30 novembre 1979, n. 75 sono elettive.

Le giunte sono elette dai residenti per cinque anni e sono composte da nove membri per i castelli con più di duemila abitanti e sette per quelli con popolazione inferiore ai duemila abitanti (art. 3 legge 24 febbraio 1994), dura in carica 5 anni.

Hanno funzioni deliberative, consultive, promozionali, di controllo e di gestione dei servizi locali per l'ambito del territorio e della popolazione del castello. Svolgono la funzione di rilasciare il nulla osta preventivo sulla concessione o il trasferimento di licenze commerciali e artigianali da esercitare nel castello. Promuovono e coordinano iniziative culturali e di solidarietà sociale. Possono intervenire in materia di tutela ambientale. Possono promuovere i referendum ed esprimere pareri sul bilancio dello Stato. Inoltre, possono stabilire rapporti diretti con enti e amministrazioni di altri Stati (col nulla osta delle Segreterie di Stato per gli Affari Esteri e per i Rapporti con le Giunte)

Sono presiedute e rappresentate dal capitano di castello, che, oltre convocare la giunta, dà esecuzione alle deliberazioni adottate, celebra i matrimoni civili, partecipa con diritto di voto alla commissione urbanistica.

Giunte di Castellomodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License