Giuseppe Baronchelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Baronchelli
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2006 - giocatore
Carriera
Giovanili
Ospitaletto Ospitaletto
Squadre di club1
1987-1992 Ospitaletto Ospitaletto 101 (0)
1992-1993 Palazzolo Palazzolo 26 (0)
1993-1995 Brescia Brescia 60 (6)
1995-1996 Lucchese Lucchese 34 (0)
1996-1997 Fiorenzuola Fiorenzuola 26 (2)
1997-1998 Lecce Lecce 16 (0)
1998-1999 Albacete Albacete 15 (1)
1999-2000 Cesena Cesena 52 (4)
2000-2003 Catania Catania 47 (3)
2003-2004 Fiorentina Fiorentina 18 (1)
2004 Pro Sesto Pro Sesto 13 (0)
2004-2005 Caravaggese Caravaggese 29 (3)
2005-2006 Montichiari Montichiari 25 (0)
Carriera da allenatore
2007-2008 Suzzara Suzzara
2009 Caravaggese Caravaggese
2010-2012 FeralpiSalo FeralpiSalò Berretti
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al giugno 2012

Giuseppe Baronchelli (Brescia, 9 marzo 1971) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Dopo gli esordi in Serie C con Ospitaletto e Palazzolo[1], nel 1993 viene ingaggiato dal Brescia, con cui esordisce nella serie cadetta[2] disputando 33 partite con 5 reti, e conquistando la promozione nella massima serie. All'inizio della stagione successiva, a causa dei cattivi risultati della sua squadra, subisce ripetute aggressioni ed intimidazioni da parte di un gruppo di ultras bresciani[3][4], che a fine stagione lo portano a trasferirsi alla Lucchese in comproprietà. Rientrato a Brescia dopo l'apertura delle buste[5], viene posto fuori rosa su pressione degli ultras[4][5], e nel mercato autunnale scende in Serie C1, giocando una stagione da titolare nel Fiorenzuola[6] allenato da Alberto Cavasin.

A fine stagione torna a giocare in Serie A, acquistato dal Lecce: totalizza 16 presenze, senza evitare la retrocessione dei salentini nella serie cadetta. Dopo sei mesi in Spagna, all'Albacete (Seconda divisione) allenato da Luigi Maifredi[7], viene ingaggiato dal Cesena di Cavasin, con cui disputa una stagione e mezza in Serie B culminate con la retrocessione del 2000. Si trasferisce quindi al Catania, dove gioca due stagioni di Serie C1 ottenendo la promozione in B da capitano[8]; nel gennaio 2003 accetta l'offerta della Florentia Viola di Diego Della Valle[9], scendendo in Serie C2 e ottenendo la promozione in C1, salendo poi in Serie B per gli effetti del Caso Catania.

Poco utilizzato nel campionato cadetto (anche a causa di screzi con Cavasin[10][11]), viene ceduto alla Pro Sesto, in Serie C2. Conclude la carriera con una stagione nella Unione Sportiva Calcio Caravaggese, in Serie D, e una nel Montichiari, in C2.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Nel campionato 2007-2008 allena il Suzzara, portando la squadra bianconera in Serie D dopo i play-off[12]. Nel 2008-2009 passa alla guida della Caraveggese[8]ma viene esonerato in novembre.

Nell'estate 2010 inizia una nuova avventura alla guida della Berretti del Feralpi Salò[12].

Statistichemodifica | modifica sorgente

Presenze e reti nei clubmodifica | modifica sorgente

Stagione Club Campionato
Comp Pres Reti
1987-1988 Ospitaletto Ospitaletto C1 1 0
1988-1989 C2 10 0
1989-1990 C2 28 0
1990-1991 C2 28 0
1991-1992 C2 34 0
1992-1993 Palazzolo Palazzolo C1 26 0
1993-1994 Brescia Brescia B 33 5
1994-1995 A 27 1
1995-1996 Lucchese Lucchese B 34 0
1996-1997 Fiorenzuola Fiorenzuola C1 26 2
1997-1998 Lecce Lecce A 16 0
1998-1999 Albacete Albacete SD 15 1
gen.1999 Cesena Cesena B 19 1
1999-2000 B 33 3
2000-2001 Catania Catania C1 21 2
2001-2002 C1 24 1
2002-2003 B 2 0
gen.2003 Fiorentina Fiorentina C2 15 1
2003-2004 B 3 0
gen.2004 Pro Sesto Pro Sesto C2 13 0
2004-2005 Caravaggese Caravaggese D 29 3
2005-2006 Montichiari Montichiari C2 25 0

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Como, Varese e Pro Sesto: gli ultimi botti Il Corriere della Sera, 16 luglio 1992, pag.39
  2. ^ Brescia e Bari, la festa del risparmio Il Corriere della Sera, 31 maggio 1994, pag.41
  3. ^ IN 40 CONTRO BARONCHELLI La Repubblica, 8 dicembre 1994, pag.28
  4. ^ a b Venduto dal Brescia: lo hanno deciso gli ultra' Il Corriere della Sera, 16 luglio 1996, pag.36
  5. ^ a b IL BRESCIA CEDE AL RICATTO DEGLI ULTRA' La Repubblica, 16 luglio 1996, pag.42
  6. ^ Tardelli: " Resto e non voglio scorte " Il Corriere della Sera, 2 ottobre 1996, pag.44
  7. ^ La Scozia non e' avara con Maniero Il Corriere della Sera, 8 luglio 1998, pag.44
  8. ^ a b Baronchelli a ISP: "Zenga è l'anima del Catania" tuttomercatoweb.com
  9. ^ Il primo giorno di Baronchelli 'Che emozione essere qui' La Repubblica, 28 dicembre 2002
  10. ^ Da Scaglia a De Vezze quanti giocatori fantasma La Repubblica, 6 ottobre 2003
  11. ^ Un gruppo svuotato e giocatori non all' altezza La Repubblica, 17 ottobre 2003
  12. ^ a b UFFICIALE: FeralpiSalò, Baronchelli nuovo tecnico della Berretti tuttomercatoweb.com

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License