Glande

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Glande del pene

Il glande, o balano, è la struttura sensitiva apicale, di forma bulbare-semiconica, che si trova all'estremità distale del pene. Costituisce la sezione terminale espansa dei corpi spugnosi e si innesta sulla parte terminale dei corpi cavernosi. Su di esso si apre il meato urinario, parte terminale del sistema urinario, tramite una fessura longitudinale.

Anatomiamodifica | modifica sorgente

Glande coperto dal prepuzio, parzialmente scoperto e totalmente scoperto.

Il glande sormonta il corpo del pene, dal quale è separato dal solco balano-prepuziale. Il restringimento tra il glande e il corpo del pene è chiamato collo.[1] La circonferenza della base del glande forma una proiezione a sezione circolare che prende il nome di corona del glande (o comunemente corona)[1], che sporge in espansione dal corpo del pene di circa 0,3 cm a riposo, e tra gli 0,5 e gli 0,7 cm durante l'erezione. La superficie del glande è generalmente liscia, sebbene una percentuale di uomini possa presentare sulla superficie della corona delle papule perlacee peniene.

Quando il pene è a riposo, negli uomini non circoncisi il glande è generalmente ricoperto totalmente o parzialmente dal prepuzio, un lembo di pelle che ha la funzione di proteggere la sensibile superficie del glande. Durante l'erezione, l'estensione del pene e il notevole aumento di volume del glande provocano la fuoriuscita del glande dal prepuzio, eccetto nei casi di fimosi. Inoltre, durante l'erezione, l'afflusso di sangue rende il glande turgido con una colorazione più intensa.

Il tessuto del glande è costituito da una mucosa fortemente vascolarizzata e riccamente innervata, che lo rende la parte del pene maggiormente sensibile. La sua stimolazione diretta o indiretta consente il raggiungimento dell'orgasmo (eiaculazione).

Igienemodifica | modifica sorgente

Pene con prepuzio che resta sempre retratto

È molto importante mantenere una buona igiene intima e quindi lavare con una buona frequenza anche il glande (soggetto, nei non circoncisi, all'accumulo di smegma). È infatti utile in tal senso, per esempio quando si è nella doccia, ritrarre completamente il prepuzio, lavare la mucosa interna di quest'ultimo ed il glande con un sapone neutro e acqua. Sarebbe inoltre consigliabile, una volta terminato, asciugare sempre il glande affinché non resti troppo umido. Infine, è raccomandabile ritrarre il proprio prepuzio anche durante la minzione per evitare che qualsiasi eccesso di urina possa rimanere sotto il prepuzio. Alcuni uomini, proprio perché pensano di ottenere una maggiore igiene, decidono di lasciare sempre il glande scoperto dal prepuzio.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b Bucciante, op. cit., p. 722

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

anatomia Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia







Creative Commons License