Gli eroi del doppio gioco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gli eroi del doppio gioco
Titolo originale Gli eroi del doppio gioco
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1962
Durata 92 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Camillo Mastrocinque
Soggetto Fulvio Palmieri
Sceneggiatura Fulvio Palmieri
Produttore Fortunato Misiano
Fotografia Augusto Tiezzi
Montaggio Jolanda Benvenuti
Musiche Gianni Ferrio
Giuseppe Blanc
Michele Galdieri
Riccardo Morbelli
Bixio Cherubini
Scenografia Peppino Piccolo
Costumi Walter Patriarca
Interpreti e personaggi
« Romolo: Ragazzi, da oggi vita nuova, ordini nuovi: voi non dovete fare altro che credermi, obbedirmi...
Secondo: ... e combattere!
Romolo: Noooo, noo... tutto un altro programma, tutta un'altra cosa... »
(Romolo Rossi rivolto ai figli Primo e Secondo)

Gli eroi del doppio gioco è un film del 1962 diretto da Camillo Mastrocinque.


Tramamodifica | modifica sorgente

Benito, figlio di un podestà fascista, tornato provato dalla campagna di Russia, si ribella alla famiglia e si unisce ad un gruppo di partigiani, con lui scappa anche Luciana, figlia di un gerarca. Con l'arrivo degli alleati le due famiglie fanno di tutto per cancellare ogni traccia della loro adesione al fascismo con successo. Benito e Luciana possono finalmente sposarsi e chiamano il loro primo figlio Adamo, simbolo di una nuova vita che inizia per tutti.


Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema







Creative Commons License