Goodison Park

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 53°26′19.81″N 2°57′58.71″W / 53.438836°N 2.966308°W53.438836; -2.966308

Goodison Park
The Grand Old Lady[1]
Goodisonview1.JPG
Informazioni
Ubicazione Goodison Road, Liverpool
Inghilterra Inghilterra
Inizio lavori 24 agosto 1892
Inaugurazione 24 agosto 1892
Costo 3000 sterline
Mat. del terreno Erba
Dim. del terreno 112 × 78 iarde[2]
Proprietario Everton Everton
Progetto Kelly Brothers, con Archibald Leitch ed Henry Hartley
Uso e beneficiari
Calcio Everton
Capienza
Posti a sedere 40.157[3]
 

Il Goodison Park è uno stadio di calcio a Liverpool, in Inghilterra. Ospita le partite casalinghe dell'Everton

Storiamodifica | modifica sorgente

L’arrivo dei Toffeemen a Goodison Park combacia con la nascita del Liverpool, ovvero il 1892. Sino ad allora infatti l’Everton aveva giocato le sue gare casalinghe per otto anni niente meno che ad Anfield, il ground che diventerà sinonimo di Liverpool[4][5] Qui aveva anche vinto il suo primo titolo nella stagione 1890/91 ma, quando il proprietario del terreno di Anfield decise, con l’avvicinarsi della nuova regular season di aumentare di più del doppio l’affitto, l’Everton salutò e partì per trovare una nuova casa, che troverà a poche yards di distanza semplicemente attraverso Stanley Park, che tutt’ora divide i due impianti. In tempo per l’inizio del nuovo campionato vennero erette tre tribune di cui una coperta, portando Goodison Park ad un buono standard qualitativo tanto che qui si disputò la finale di F.A. Cup del 1894 tra Notts County e Bolton Wanderers. Solo nel 1907 venne costruito il quarto stand, quello verso Stanley park. Nel 1926 una tribuna di due piani sostituirà quella in legno datata 1895 su Bullens road. Nel 1938 per celebrare l’ultimazione del nuovo stand su Gwladys Street, giunse in visita re Giorgio VI ma dopo pochi anni i bombardamenti tedeschi danneggiarono seriamente l’intera struttura. Goodison Park riuscì almeno a ricevere un indennizzo al termine del conflitto mondiale, cosa che non accadde per tutti gli stadi inglesi bombardati. Da ricordare che la casa dei Blues fu scelta per ospitare tre partite dei mondiali del 1966[6] più il sensazionale quarto di finale tra Portogallo e Corea oltre alla semifinale tra Germania Ovest e URSS. Goodison Park fu uno dei pochi stadi a non avere grossi problemi con il Taylor Report; infatti sin dal 1993 il 90% dei posti era già tutto a sedere. Da segnalare che proprio le due tribune principali che si trovano lungo le linee laterali furono opera del già citato Architetto Leitch il quale “firmò” il progetto con la sua classica balconata a disegni diagonali ed incrociati. L’attuale capienza è di 40.157 posti contro i 60.000 ancora disponibili all’inizio degli anni ’70 mentre il record di presenza risale al derby contro il Liverpool FC nel 1948: 78299 spettatori.[7]

Settori[8]modifica | modifica sorgente

La statua in memoria di Dixie Dean all'esterno del Goodison park

Il Goodison Park ha una capacità totale di 40,157 posti a sedere.

Main Standmodifica | modifica sorgente

  • Capacità: 12,664
  • Inaugurazione: 1892
  • Ammodernamento: 1971

La Main Stand è composta da tre anelli, completati nel 1971, al costo di un milione di sterline, seguenti alla demolizione delle precedenti strutture risalenti al 1909, chiamate "the Mauretania Stand" costruite dall'architetto Archibald Leitch.

La Main Stand, che letteralmente in inglese significa "Settore Principale", è inoltre sede delle conferenze dopo partita e delle infermerie. Con nove suites ed undici stanze interne, il Goodison Park si trasforma in luogo per conferenze, matrimoni, incontri e feste.

Bullens Roadmodifica | modifica sorgente

  • Capacità: 10,784
  • Inaugurazione: 1926

La Bullens Road è composta da due anelli, progettati sempre dall'architetto Archibald Leitch[9] e completati nel 1926. Nella parte est, il settore è diviso in: Upper Bullens, Lower Bullens e "the Paddock". In origine, gli anelli con posti a sedere erano solamente due, la parte superiore ed il terrazzo inferiore. Il "The Paddock" fu reso settore con posti a sedere solamente nel 1963. La Bullen Road è anche sede del settore ospiti. L'angolo a nord è collegato con la Gwladys Street Stand.

Gwladys Street Endmodifica | modifica sorgente

I settori in grafica.

Capacità: 10,788

  • Inaugurazione: 1938

Gwladys Street, come la Bullens Road è composta da due anelli ed è divisa in Upper Gwladys and Lower Gwladys. Dietro la rete a nord del Goodison Park, la Lower Gwladys può essere denominata come il settore più infuocato e appassionato. In caso di vittoria alla monetina, ad inizio partita, il capitano dell'Everton sceglie sempre di giocare il secondo tempo di fronte alla Gwladys Street End, ormai tradizione sfociata in una sorta di superstizione. La Lower Gwladys (formalmente conosciuta anche come la "Gwladys Street Terrace" o "the Ground") fu completata di tutti i suoi posti a sedere solamente nel 1992.

The Park Endmodifica | modifica sorgente

  • Capacità: 5,922
  • Inaugurazione: 1994

Nella parte Sud del Goodison Park, dietro la rete, si trova la Park End, confinante con lo Stanley Park di Liverpool.[10] Successivamente alla decisione della UEFA di ospitare gli Europei in Inghilterra, il Goodison venne selezionato per ospitarne alcune partite. L'Everton decise così, di ammodernare la Park End scegliendo di dividerla in due anelli. Ma il secondo anello non fu mai costruito a causa degli insostenibili costi e dalla scelta del patron Peter Johnson di far rimanere la Park End un solo ed unico blocco.

Statistiche spettatorimodifica | modifica sorgente

Recordmodifica | modifica sorgente

Le cinque maggiori affluenze di pubblico per l'Everton a Goodison Park[11]:

Data Competizione Avversario Spettatori
18 settembre 1948 Division One Liverpool Liverpool 78.299
14 febbraio 1953 FA Cup Manchester Utd Manchester Utd 77.920
28 agosto 1954 Division One Preston N.E. Preston N.E. 76.839
29 gennaio 1958 FA Cup Blackburn Blackburn 75.818
27 dicembre 1954 Division One Wolverhampton Wolverhampton 75.322


Le cinque partite con record negativo di minor numero di spettatori al Goodison Park[12]:

Data Competizione Avversario Spettatori
20 dicembre 1988 Simod Cup Millwall Millwall 3,703
1 ottobre 1991 Zenith Data Systems Cup Oldham Athletic Oldham Athletic 4,588
22 gennaio 1991 Zenith Data Systems Cup Sunderland Sunderland 4,609
16 febbraio 1988 Simod Cup Luton Town Luton Town 5,204
28 febbraio 1989 Simod Cup QPR QPR 7,072

Match Importanti giocati al Goodison Parkmodifica | modifica sorgente

Risultato della finale di FA Cup giocata al Goodison Park

Anno Spettatori Vincitore Finalista Risultato
1894 37,000 Notts County Notts County Bolton Bolton 4-1

Altri match importanti giocati al Goodison Park

Data Competizione "Home" Team "Away" Team
21 aprile 1894 Inter-League Match Inghilterra Football League 1 Scozia Scottish League 1
6 aprile 1895 Torneo Interbritannico Inghilterra Inghilterra 3 Scozia Scozia 0
21 marzo 1896 F.A. Cup Semifinale Bolton Bolton 1 Sheffield Weds Sheffield Weds 1
11 aprile 1896 Inter League Match Inghilterra Football League 5 Scozia Scottish League 1
21 marzo 1903 F.A. Cup Semifinale Bury Bury 3 Aston Villa Aston Villa 0
13 marzo 1904 F.A. Cup Semifinale Manchester City Manchester City 3 Sheffield Weds Sheffield Weds 0
16 febbraio 1907 Torneo Interbritannico Inghilterra Inghilterra 1 Irlanda Irlanda 0
1 aprile 1911 Torneo Interbritannico Inghilterra Inghilterra 1 Scozia Scozia 1
1 aprile 1914 F.A. Cup Semifinale Burnley Burnley 1 Como Como 0
22 ottobre 1924 Torneo Interbritannico Inghilterra Inghilterra 3 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0
14 marzo 1925 Inter-League Match Inghilterra Football League 4 Scozia Scottish League 3
26 marzo 1928 F.A. Cup Semifinale Huddersfield Town Huddersfield Town 0 Sheffield Utd Sheffield Utd 0
22 ottobre 1928 Torneo Interbritannico Inghilterra Inghilterra 2 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1
25 settembre 1929 Inter-League Match Inghilterra Football League 7 Irlanda Irish League 2
3 dicembre 1934 F.A. Cup 1º turno Rosso e Bianco.svg New Brighton 2 Southport Southport 1
6 febbraio 1935 Torneo Interbritannico Inghilterra Inghilterra 2 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1
11 maggio 1935 Inter-League Match Inghilterra Football League 10 Galles Galles & Irlanda 2
21 ottobre 1936 Inter-League Match Inghilterra Football League 2 Scozia Scottish League 0
4 novembre 1939 Representative Match Inghilterra Football League 3 Gran Bretagna All British XI 3
19 febbraio 1947 Inter-League Match Inghilterra Football League 4 Irlanda del Nord Irish League 2
5 novembre 1947 Torneo Interbritannico Inghilterra Inghilterra 2 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 2
24 gennaio 1948 F.A. Cup 4º turno Manchester Utd Manchester Utd 3 Liverpool Liverpool 0
2 aprile 1949 F.A. Cup Semifinale Wolverhampton Wolverhampton 1 Manchester Utd Manchester Utd 0
21 settembre 1949 Amichevole Internazionale Inghilterra Inghilterra 0 Irlanda Repubblica Irlandese 2
14 marzo 1951 F.A. Cup Semifinale Blackpool Blackpool 2 Birmingham City Birmingham City 1
19 maggio 1951 Amichevole Internazionale Inghilterra Inghilterra 5 Portogallo Portogallo 2
10 ottobre 1951 Inter-League Match InghilterraFootball League 9 Irlanda League of Ireland 2
11 novembre 1953 Torneo Interbritannico Inghilterra Inghilterra 1 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1
7 dicembre 1955 Inter-League Match Inghilterra Football League 5 Irlanda League of Ireland 1
15 gennaio 1958 U23 International Inghilterra Inghilterra u23 3 Scozia Scozia u23 1
23 settembre 1959 U23 International Inghilterra Inghilterra u23 0 Ungheria Ungheria u23 1
8 febbraio 1961 U23 International Inghilterra Inghilterra u23 2 Galles Galles u23 0
5 gennaio 1966 Amichevole Internazionale Inghilterra Inghilterra 1 Polonia Polonia 1
12 luglio 1966 World Cup Finale Gruppo C Brasile Brasile 2 Bulgaria Bulgaria 0
15 luglio 1966 World Cup Finale Group C Brasile Brasile 0 Ungheria Ungheria 3
19 luglio 1966 World Cup Finale Group C Portogallo Portogallo 3 Brasile Brasile 1
23 luglio 1966 World Cup Quarti di Finale Portogallo Portogallo 5 Corea del Nord Corea del Nord 3
25 luglio 1966 World Cup Semifinale Germania Germania Ovest 2 URSS USSR 1
1 maggio 1968 U23 International Inghilterra Inghilterra u23 4 Ungheria Ungheria u23 0
30 novembre 1970 F.A. Cup 1º turno Tranmere Tranmere 0 Scunthorpe Utd Scunthorpe Utd 1
19 aprile 1972 F.A. Cup Semifinale Arsenal Arsenal 2 Stoke City Stoke City 1
12 maggio 1973 Torneo Interbritannico Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 Inghilterra Inghilterra 2
19 maggio 1973 Torneo Interbritannico Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 Galles Galles 0
18 marzo 1974 F.A. Cup 6º turno Newcastle Newcastle 0 Nottingham Forest Nottingham F. 0
21 marzo 1974 F.A. Cup 6º turno Nottingham Forest Nottingham F. 0 Newcastle Newcastle 1
4 aprile 1979 F.A. Cup Semifinale Manchester Utd Manchester Utd 1 Liverpool Liverpool 0
17 maggio 1983 Campionato UEFA U18 Finale Group A Germania Germania dell'Ovest u18 3 Bulgaria Bulgaria u18 1
13 aprile 1985 F.A. Cup Semifinale Manchester Utd Manchester Utd 2 Liverpool Liverpool 2
6 aprile 1989 U18 International Inghilterra Inghilterra u18 0 Svizzera Svizzera u18 0
13 novembre 1993 F.A. Cup 1º turno 600px Rosso e Nero.png Knowsley United 1 600px Blu Bianco e Rosso (Strisce Orizzontali).png Carlisle United 4
6 giugno 1995 Umbro Cup Brasile Brasile 3 Giappone Giappone 0
9 settembre 2003 Europeo U21 Qualificazione Inghilterra Inghilterra u21 1 Portogallo Portogallo u21 1

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ David Conn, Goodison Conundrum in The Independent, 4 novembre 1999.
  2. ^ Club Directory (PDF) in Premier League Handbook Season 2009/10, Londra, Premier League, 2009, p. 38. URL consultato il 5 aprile 2010.
  3. ^ Barclays Premier League football news, fixtures & results
  4. ^ Anfield Split — The Move to Goodison, evertoncollection.org.uk. URL consultato il 3 aprile 2010.
  5. ^ From Anfield to Goodison, ToffeeWeb. URL consultato il 3 aprile 2010.
  6. ^ The World Cup At Goodison Park, bluekipper.com. URL consultato il 6 aprile 2010.
  7. ^ Everton Results, evertonresults.com. URL consultato il 6 aprile 2010.
  8. ^ Robert Elstone, Proof of Evidence of Robert Elstone – Everton Football Club Company Limited, Everton Football Club, ottobre 2008. URL consultato il 4 aprile 2010.
  9. ^ Simon Inglis, Engineering Archive. ISBN 978-1-85074-918-9.
  10. ^ History of Liverpool, Liverpool in Pictures. URL consultato il 31 dicembre 2009.
  11. ^ Everton Results, evertonresults.com. URL consultato il 6 aprile 2010.
  12. ^ Everton Results, evertonresults.com. URL consultato il 6 aprile 2010.

Altri progettimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License